Un ragazzo di 25 anni è precipitato da una finestra a 8 metri di altezza, dopo essere stato aggredito da una donna conosciuta qualche ora prima, che pretendeva soldi in cambio di una prestazione sessuale.

L’episodio è avvenuto in un condominio di Edolo, in provincia di Brescia, nella notte tra lunedì 17 e martedì 18 febbraio. Il giovane ha rischiato la vita dopo essere stato spinto nel vuoto da una donna di 31 anni. I soccorritori lo hanno trasportato d’urgenza all’ospedale Civile di Brescia, dove è ricoverato in ortopedia a causa delle numerose fratture riportate. Fortunatamente non risulta in pericolo di vita.

I due protagonisti della vicenda si erano conosciuti per caso nel pomeriggio di lunedì 17 febbraio. La vittima, un 25enne originario dell’Eritrea a cui è stato riconosciuto lo status di rifugiato, stava passeggiando in compagnia di un amico quando si è imbattuto per la prima volta nella donna.

Secondo la ricostruzione, i due ragazzi avrebbero aiutato la 31enne, di origini nordafricane, a portare verso casa le borse della spesa. Qualche ora dopo, con la scusa di sdebitarsi per il favore ricevuto, la donna avrebbe invitato il ragazzo a casa sua per offrirgli un caffè. In realtà si trattava di un pretesto per convincere il 25enne a darle dei soldi in cambio di un rapporto sessuale.

Dopo aver declinato la proposta il giovane sarebbe stato aggredito verbalmente dalla donna, che pretendeva il denaro a tutti i costi, minacciando anche di fare intervenire terze persone che gli avrebbero dato una lezione. La vicenda ha raggiunto il culmine quando la donna, in preda a un attacco di rabbia, ha spintonato la sua vittima fino a farla precipitare dalla finestra, dall’altezza di 8 metri. La responsabile dell’aggressione è stata denunciata dai carabinieri per tentata estorsione e lesioni personali gravi.

Leggi anche  Verona, rubano nell’ambulanza mentre i sanitari sono al lavoro: spariti cellulari e divise

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here