Ig Noberl per la Medicina all’Italia per la pizza “Fatta e mangiata nel paese protegge da morte e malattie”

La pizza protegge da malattie e morte, purché però sia fatta e mangiata in Italia. E’ questo il risultato interessante al quale è giunto un gruppo di studiosi che hanno portato avanti una ricerca recente. L’Italia ha vinto l’Ig Nobel 2019 per la Medicina per avere fornito l’evidenza che la pizza può proteggere da malattie e morte, a patto che venga fatta e mangiata in Italia. E’ questo ciò che si legge nella motivazione dl premio che è dedicato ogni anno dalla rivista Annals of Improbable Research e l’Università di Harvard, alle ricerche che oltre a fare ridere, fanno anche tanto riflettere.  Sono tre gli articoli pubblicati e risultati vincitori , apparsi su riviste internazionali  eh pubblicati da  Epidemiology di primo piano, rappresentati da Silvano Gallus dell’ Istituto Mario Negri di Milano e Università di Maastricht. La cerimonia è iniziata subito con l’assegnazione dell’Ig Nobel per la Medicina alla ricerca italiana.

Silvano Gallus, ritirando il premio ha detto:

“ Una buona pizza racchiude tutte le virtù della dieta mediterranea”. Lo stesso avrebbe aggiunto che la pizza può proteggere dall’infarto del miocardio e da alcune forme di tumore, a patto che gli ingredienti siano quelli tipici della dieta mediterranea.  Stando a quanto si legge nella motivazione del premio, la pizza farebbe davvero  bene alla salute purché però questa venga fatta  e soprattutto mangiata in Italia.

Il premio Ig Nobel è stato consegnato per la prima volta nel 1991 e altro non è che una parodia del premio Nobel che va a premiare tutte quelle ricerche che risultano essere più bizzarre, strani divertenti e anche assurde.  I vincitori sono selezionati in base a degli articoli apparsi su riviste scientifiche anche tra le più prestigiose. Per quest’anno , l’Italia si è aggiudicata l’IG Nobel per la medicina per le ricerche sulle virtù salutari della pizza, mentre il premio per l’economia è andato alla Turchia, Olanda e Germania che ha confrontato quindi le banconote di diversi paesi per scoprire le più evidenti nel veicolare i batteri.

L’Ig per l’Ingegneria invece è stato  aggiudicato dall’Iran Dove è stata scoperta una macchina per il cambio automatico dei pannolini dei neonati.  Dell’Arabia Saudita e Singapore arriva invece l’Ig Nobel  per la pace per la ricerca che si proposta di misurare il piacere di grattarsi quando si avverte il prurito. I ricercatori in questione hanno scoperto che grattarsi sulla schiena da più piacere che farlo sull’avambraccio.

Leggi anche  Sesso, riguarda sia gli uomini che le donne. Cosa succede con l’avanzare dell’età

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *