Ilary Blasi senza vergogna con un tanga piccolissimo

Ogni Paese schiererà dieci atleti. Si sfideranno: Italia, Grecia, Polonia, Russia, Germania e Spagna. Non ci saranno segreti, trabocchetti, ma solo punteggi e sfide. Le prove prima del debutto le abbiamo fatte, affrontate, quasi sempre fine a notte fonda. Mi sto divertendo come una pazza e non mi resta che dirvi: popolo seguitemi, anzi popolazioni seguitemi!». Ilary Blasi insieme con il suo collega Alvin «Chiamatelo cugino, amico, fratello, fate come vi pare, ma sottolineate che è più vecchio di me, ci tengo per favore!», dice sorridendo la Blasi, che giovedì 19 debutterà con Euro Games.

Domanda. Ilary, in questa versione di “Giochi senza frontiere 2.0” quale prova, gara o sfida le piace di più? Risposta. «Ogni volta che ne proviamo una nuova, dico sempre che è la più bella. Sognavo questo programma da quando era piccolina. Le farei tutte tranne quelle con l’acqua. Non sono capace (ride, ndr)». D. Oltre alle sei Nazioni in gara e ai dieci atleti per ogni nazione, ci saranno ospiti famosi durante le sei puntate? R. «Assolutamente no. Il cast è composto da me, Alvin, Yuri Chechi, il nostro signore degli anelli, ginnasta e campione olimpionico nel ruolo di arbitro e poi ci saranno i concorrenti che rappresenteranno ogni nazione. E alcune sono molto forti». D. Hanno scritto che ci sarà Francesco Totti tra gli ospiti… R. «Lo scrivono sempre, ma non sarà così. No, potete smentire la sua presenza. E poi con ‘sta storia della “Capitana”…». D. Lei è una fan della serie tv La casa di carta. Chi le piacerebbe essere tra i protagonisti? R. «Ovviamente “El professor” (Il professore, ndr) ormai “ho la fissa” di essere la “Capitana”. Magari cambiamo». D. Allora Professoressa Blasi, qual è la parte più difficile da gestire di Euro Games? R. «Questo programma era un mio desiderio fin da piccola. Quando lavori con il sorriso, sei fortunata. Io in questo momento mi sento così, fortunata e felice. Certo, riordinare in fretta la scena dopo che si è svolto il gioco e c’è molta coreografia dentro, è un bel caos. La regia si fa un mazzo enorme. In quel momento anche noi siamo spettatori di come cambia tutto ed è meraviglioso. Ho realizzato un sogno». D. Che look userà? La vedremo di nuovo con le parrucche come l’ultima edizione del Grande Fratello Vip? R. «Qui sarò molto in movimento quindi mi vedrete con degli abiti comodi. Posso svelarvi un segreto?». D. Prego. R. «Le parrucche le ho lasciate nel camerino del Grande Fratello Vip non si sa mai che ad Alfonso (Signorini, direttore di “Chi” e conduttore della prossima edizione del reality, ndr) non gli venga qualche strana voglia… A proposito: in bocca al lupo Alfo, spacca tutto!». D. Che cos’era per lei Giogli ospiti non sarà tra chi senza frontiere quando era piccolina? R. «Innanzitutto stiamo parlando di una trasmissione che è andata in onda per ventisei anni circa. Per me era il momento casa, divano, famiglia, risate e tifo tutti insieme. Era l’appuntamento fisso fatto di semplicità. Era un momento genuino dove le famiglie, forse, dimenticavano i problemi. Era spensieratezza e divertimento. Spero di poter riportare insieme con il vecchio Alvin questi contenuti. O almeno ci proviamo!». D. Sa che Rosanna Vaudetti, storica conduttrice di Giochi senza frontiere, l’ha elogiata dicendo che lei è il volto perfetto per questo tipo di programma? R. «Ringrazio molto la signora Vaudetti. Ecco il suo viso racchiude il mio concetto espresso in precedenza. Grazie davvero». D. Si è allenata per affrontare questo programma? R. «No, c’è una buona base fisica. Questo lo ammetto. Ma sarò molto in movimento. Magari con Alvin faremo dei tutorial o parteciperemo anche a dei giochi o a delle prove. E poi io che sono tacco-dipendente inizio il percorso di riabilitazione senza tacchi (ride, ndr). Mica lo fanno tutti». D. La sua testa è in continua evoluzione: che cosa farà dopo Euro Games? R. «Sto lavorando a due progetti per Mediaset, ma non si può dire ancora nulla». D. E allora parliamo della sitcom o serie tv Casa Totti. Che cosa si può dire? Su Instagram quest’estate lei si è “aperta” molto: erano contenuti solo social o per la serie? R. «Le rispondo così: quella appena finita è stata un’estate in famiglia molto divertente con pochi scatti, ma tante storie da raccontare non solo sui social e lo faremo quando saremo più grandi insieme con altri sogni…». Ilary che ieri sognava Giochi senza frontiere, adesso si prepara a raccontare i sogni della sua famiglia. Casa Totti sta scaldando i motori…

Leggi anche  Matteo Viviani, grave lutto per la 'Iena': "Rimarrai nei nostri cuori"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *