Riforma pensioni 2019, le parole di Damiano su esodati e Opzione Donna

Le ultime novità a 24 settembre 2019 arrivano direttamente dall’onorevole Cesare Damiano, il quale ha rilasciato delle dichiarazioni in esclusiva direttamente sul dibattito Ape sociale. Nei giorni scorsi l’esodato sembra aver scritto al dirigente del partito democratico facendo capire come la priorità di questo governo Conte bis, dovrebbe essere prima di tutto la riapertura dei termini dell’VIII salvaguardia per cercare di far fronte ad una ingiustizia che va avanti ormai da 8 anni.

Damiano, ci ha tenuto in primis a ringraziare tutti quanti gli hanno dato la possibilità, attraverso delle critiche costruttive di poter puntualizzare la propria posizione sul tema esodati. “Ringrazio coloro che hanno voluto commentare le mie dichiarazioni sul tema delle pensioni. Mi sono limitato a parlare di Quota 100 e di Ape Social, ma non sfugge a nessuno il fatto che, insieme ai mie colleghi della Commissione Lavoro della Camera, sono stato protagonista, nelle passate legislature, della battaglia che ha portato alle otto salvaguardie. Battaglia anche condotta quando ci dovevamo scontrare con le ostilità o le resistenze dei vari Governi che si sono succeduti”, ha dichiarato Damiano.

Lo stesso ha poi aggiunto: “Abbiamo anche proposto, purtroppo senza risultato, la nona salvaguardia. Ho partecipato a quasi tutti le iniziative di presidio e di mobilitazione dei comitati degli esodati, anche favorendo, in tempi recenti, il dialogo con l’allora sottosegretario Durigon”. Damiano poi aggiunge, sostenendo che ad oggi il dramma degli esodati rimane una priorità su tutto. “Sono convinto che il tema vada riproposto per risolvere il dramma degli ultimi 6.000 lavoratori rimasti esclusi dalle salvaguardie, accanto ad altre tematiche anch’esse da ricordare: ad esempio Quota 41, la pensione contributiva di garanzia, la rivalutazione delle pensioni in essere e Opzione Donna. Un insieme di richieste non facili da risolvere, tutte insieme, data la ristrettezza delle risorse”, ha aggiunto Damiano.

“Gli ultimi esodati sono indubbiamente una priorità e più facilmente risolvibili dato il numero ristretto e certo di persone interessate, anche se l’INPS si è rifiutato fin qui di fornire dati, secondo quanto riportato dai precedenti responsabili del ministero del Lavoro“, conclude l’onorevole che è sempre disponibile a confrontarsi ed informare su quelle che sono le novità del governo sul tema pensioni. La speranza è che le parole di Damiano riescano a tranquillizzare un po’ gli esodati che purtroppo da anni vivono una situazione di gravità assoluta. Inoltre, ci auguriamo che questo nuovo Governo Conte Bis, possa davvero fare qualcosa di costruttivo.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*