Pietro Maso, il più celebre degli assassini degli Anni 90 riceve un lascito di 850 mila euro. La benefattrice è un’anziana sconosciuta

Desiderava tanto l’eredità dei suoi genitori che a 20 anni li uccise brutalmente e il suo nome da allora è per tutti sinonimo di delitto in famiglia. I soldi dei suoi come è ovvio non li vide mai, eppure per un bizzarro gioco del destino un’altra eredità, piovuta all’improvviso e senza un perché, riporta Pietro Maso alla ribalta.

Il lascito, che tra contanti e case ammonterebbe a ben 850 mila euro, arriva da un’anziana da poco scomparsa che con lui – libero dopo 22 anni di carcere e varie altre vicissitudini giudiziarie, una vita oggi all’estero – non aveva alcun vincolo di parentela. «La signora aveva visto Maso in Tv ed è rimasta colpita dalla sua conversione e dal suo ravvedimento», spiega a Gente Alessandro Romano, responsabile dell’associazione romana Giustitalia che ha seguito la pratica per conto della donna, rimasta per adesso anonima per sua stessa volontà. «Posso dire che aveva 96 anni portati molto bene, era un’ex insegnante della provincia di Salerno residente a Roma da anni e che di nome di battesimo si chiamava Gina», racconta Romano.

«La signora era nostra associata. All’inizio di ottobre si è presentata da me e mi ha consegnato un testamento scritto a mano ed è spirata pochi giorni più tardi. Mi ha spiegato che, non avendo eredi, avrebbe lasciato tutto a questa persona nota, come fosse un modo di offrirgli un’altra opportunità». Forse ignorando che la vita a Maso aveva già offerto varie chance. Dopo aver ucciso madre e padre nella casa di famiglia di Montecchia di Crosara, nel veronese – era il 18 aprile 1991 e dopo il delitto se ne andò a ballare con i due complici -, ed essere tornato in libertà nel 2013, i suoi guai non sono finiti. Si era sposato, sì, e aveva iniziato persino a lavorare per un’emittente confessionale. Poi però a qualche ospitata in Tv, interviste e incursioni mondane, si erano mescolate la dipendenza dalla droga e la denuncia delle sorelle e di un amico che aveva minacciato, e persino l’ombra di una tentata estorsione. Ora, tornato pulito grazie a un ricovero disintossicante, ha fatto perdere le sue tracce.

Le ultime notizie lo dipingono cameriere in una località di mare nel sud della Spagna. «Ora dovremo quantificare l’entità del lascito», conclude Romano, «e provare a rintracciare Maso per capire se accetterà». A quel punto, l’ereditiere potrebbe diventare di colpo quasi milionario. Proprio come avrebbe voluto a 20 anni, in quella notte sciagurata.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*