“No, non esiste!”. Caterina Balivo, l’ospite esagera e lei lo blocca così

A Vieni da me Caterina Balivo ha ospitato e intervistato Nicola Pietrangeli, che è considerato il più grande tennista italiano di sempre. Il campione si è raccontato a cuore aperto nello studio di Rai1, parlando della sua carriera e della sua vita privata ma durante l’intervista, che va in onda in diretta, è incappato non in una ma in una serie di gaffe che hanno fatto esplodere la polemica sui social e costretto la padrona di casa a intervenire.

Pietrangeli, 86 anni, ha accennato alla storia avuta con Susanna Artero, con cui ha condiviso 18 anni della sua vita e che lo ha reso padre per 3 volte e ricordato i momenti più belli della sua carriera sportiva. Ha anche svelato un aneddoto: “In Australia, l’equivalente di Playboy femminile, ci chiese di posare nudi, Ci hanno offerto anche dei soldi. Poi hanno offerto la cosa a me e Panatta, ma niente anche perché non si poteva”, ha rivelato guardando una vecchia foto di squadra.

Poi, come anticipato, l’ex tennista si è lasciato andare a una serie di gaffe. Battute riuscite male, più che altro. Come quella sul suo compleanno: “Sono nato l’11 settembre e per il mio compleanno ho chiesto ai miei amici americani di fare un po’ di rumore…”, ha detto Pietrangeli ironico ma facendo subito calare il gelo in studio e imbarazzando Caterina Balivo.

“Sì Nicola, ma è una data talmente triste”, le ha fatto notare la conduttrice. E lui, cercando di recuperare: “Sì lo so, è una data che ricorda un momento tragico, meglio Natale”. Ancora: altra figuraccia parlando della sua vecchia storia d’amore con Licia Colò, di diversi anni più giovane di lui: “Quello è un vizio che avevo io, mi chiamavano vecchio pedofilo…”. E la Balivo stizziata: “Non si può scherzare su questo..”.

 

Ma la frase che ha fatto infuriare gli utenti è arrivata quando parlando della feroce dittatura di Pinochet in Cile, Pietrangeli avrebbe minimizzato. Contemporaneamente su Twitter si è scatenata una pioggia di commenti come “Pietrangeli sta dicendo che Pinochet non era così cattivo e comunque Allende non era tanto meglio. Brava la Balivo a puntualizzare”. E poi: “La Rai dovrebbe stigmatizzare chi mette sullo stesso piano la dittatura di Pinochet, una delle più feroci del 900, con il mandato democratico di Allende”.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*