Redazione 9 Dicembre 2019

La parentesi Amici Celebrities con la sua prima edizione è ampiamente chiusa. I risultati non sono stati quelli aspettati ma il programma ha comunque regalato emozioni e il pubblico non sembra intenzionato a privarsi di una seconda edizione. Maria De Filippi a mente fredda ha ragionato anche sui motivi per cui il cambio in corsa di conduttrice (da lei a Michelle Hunziker) non ha avuto quel successo che ci si aspettava. Anzi, con l’arrivo della showgirl svizzera si è registrato un calo degli ascolti.

«C’è una abitudine a vedere me in quel programma da anni. Se Michelle avesse potuto condurlo dall’inizio tutto questo non ci sarebbe stato. Il problema è stata la contemporaneità con Strìscia la notizia». Queste le parole della De Filippi che appaiono molto diplomatiche se lette con attenzione. Nessuna colpa di Michelle ma solo di un timing sbagliato. Se la Hunziker fosse arrivata subito forse con un rodaggio giusto, il programma avrebbe ottenuto maggiore successo.

Quella di Maria nei confronti di Michelle però appare purtroppo come una bocciatura. Seppur fatta con garbo e stile. Quindi le due lavoreranno ancora insieme? Possibile anche se forse non più ad Amici Celebrities. Quel tipo di format è legato a doppio filo a Maria e solo lei conosce la chiave giusta per portarlo a indici d’ascolto inimmaginabili.

In una recente intervista al Fatto Quotidiano la De Filippi è tornata a parlare anche della querelle con Milly Cariucci (con tanto di lettera degli avvocati) che vedeva in Amici Celebrities un programma molto simile a Ballando con Le Stelle: «Un po’ mi è dispiaciuto. Capisco che Milly difenda Ballando con le Stelle che è il suo programma storico ma mi è sembrato esagerato contestare il ballo del vip con il professionista. Magari non lo aveva ancora visto e ora ha cambiato idea. Adesso Mara (Venier, ndr) parte con un programma che si

Leggi anche  L’uomo che non parla da 4 anni con la famiglia perché non sopporta il rumore della masticazione

chiama La Porta dei Sogni, la richiesta di storie è assolutamente similare a C’è posta per te. Non mi sognerei mai di dare mandato ad un avvocato di scrivere alla Rai o a Mara. Oltretutto Ballando con le Stelle ha un titolare del format, se si fosse sentito leso avrebbe potuto difendersi». Anche in questo caso, parole dette con garbo.

Leave a comment.

Your email address will not be published. Required fields are marked*