Press "Enter" to skip to content

Coronavirus: quinto morto, è un 88enne lombardo. 219 contagi in Italia, la diretta

Ultimi aggiornamenti in diretta sull’emergenza Coronavirus in Italia. C’è una quinta vittima italiana, un uomo di 88 anni di Caselle Landi. Conte: “Forse una falla nella prevenzione”.

Sono 219 i casi tra Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Lazio, Piemonte e Trentino. Oltre 50mila persone in quarantena per ordine del governo. Chiuse scuole in sei regioni. Annullato il carnevale di Venezia. In Lombardia chiese e musei chiusi. Il presidente Mattarella ha firmato il decreto Coronavirus.

Il commissario per l’emergenza Coronavirus, Angelo Borrelli, comunica che le persone morte a causa del Coronavirus sono cinque, di cui quattro in Lombardia e una in Veneto. In totale i contagiati sono 219, come comunicato da Borrelli in conferenza stampa. Si aggiunge, quindi, un nuovo decesso ai quattro già noti: la quinta vittima è un uomo di 88 anni in Lombardia, di Caselle Landi (nel Lodigiano), come comunicato dal capo della Protezione Civile. L’uomo di 88 anni si aggiunge alle altre vittime che, come sottolineato dalle autorità, sono sempre state persone anziane con precarie condizioni di salute.

Per quanto riguarda i contagi, Borrelli fornisce i dati riguardanti le singole Regioni: sono 167 i cittadini della Lombardia risultati positivi, tra questi ci sono anche le quattro persone decedute. In Veneto i casi totali sono 27, compresa la prima vittima italiana. Infine, in Emilia-Romagna i casi sono 18.

Il commissario per l’emergenza Coronavirus specifica che – sui 213 attualmente contagiate (escluse vittime e guariti) – sono 99 le persone che si trovano in ospedale, di cui 23 in terapia intensiva, mentre 91 sono in isolamento domiciliare “perché non hanno particolare esigenze di cure da essere ricoverati”.

Il commissario per l’emergenza Coronavirus ci tiene a precisare che l’Italia è un paese sicuro: “In Italia si è intervenuto con misure impegnative, c’è sicurezza e si può venire tranquillamente”.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *