Sputi e insulti quando arriva l’ambulanza: altro che solidarietà, ecco a voi l’inciviltà dei vicini di un malato di coronavirus

Nove i casi di contagio da coronavirus accertati negli ultimi giorni. Di questi, sei risiederebbero in città e altre tre altrove, ma insegnano in città. Ieri, alle 18:30, in una strada del centro due ambulanze accompagnate dalle volanti dei carabinieri sono andate a prelevare un cittadino per trasportarlo al Cotugno. A quel punto si è scatenato il putiferio con gente che filmava e insulti che volavano.

In città è stato istituito un Centro Operativo Comunale di Protezione Civile per coprire tutte le emergenze in fatto di Coronavirus. Il decreto che prevede l’attivazione del suddetto centro è stato imposto dalla legge in seguito al primo accertamento di  contagio da coronavirus.

“L’attenzione del C.O.C. quale misura precauzionale ha anche il compito di aggiornare il monitoraggio dei soggetti vulnerabili, condividere le mappe dei servizi sanitari specializzati e di tutte quelle misure ritenute utili al fine di velocizzare la risposta nonché l’eventuale attivazione di protocolli di emergenza adottati dal Governo e dalle Regioni”.

L’organo amministrativo, che prenderà vita nei prossimi giorni, e durerà fino a quando non sarà finito lo stato di emergenza, ha come obiettivo quello di garantire una attività di intervento e supporto. Connessa a tale iniziativa vi è la partecipazione di dirigenti dell’Ente di Largo Plebiscito e della Polizia Municipale ed ha sede presso Palazzo Baronale.

Commenta la Notizia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *