Lavarsi troppo spesso potrebbe non essere una buona idea. Almeno così la penserà chi dà ragione a David Whitlock, che non si lava da 12 anni. Inventore di un originale detergente, ha avuto la folgorante idea mentre osservava i cavalli che si rotolavano per terra: la sporcizia, infatti, conterrebbe dei batteri che impediscono la sudorazione. Secondo Whitlock, “l’uomo non dovrebbe perdere tempo a lavarsi, ma dovrebbe convivere con i batteri sul corpo per non sudare e per non emanare cattivi odori”. 

 

E così David invece di farsi le docce ha iniziato a spararsi addosso batteri raccolti nel porcile e nel pollaio di un’azienda agricola biologica. Utilizza il sapone solo per lavarsi le mani prima di mangiare e dopo essere andato in bagno, ma per il resto utilizza una spugna e degli spruzzi di una miscela contenente i batteri ossidati con ammoniaca creata da lui.

E si è anche messo in affari vendendo in giro per il mondo i batteri. E in poco tempo, assicura David, il prodotto (quindi i batteri) è andato esaurito.

Whitlock stesso ha raccolto alcuni di questi batteri buoni, che neutralizzano gli organismi pericolosi e le sostanze nocive sulla pelle, e li ha elaborati sotto forma di uno spray che da allora utilizza per la sua igiene quotidiana e che serve a neutralizzare l’ammoniaca—ovvero la sostanza responsabile del cattivo odore del sudore umano.

“Non andiamo affatto d’accordo con il mondo dei batteri. Le persone confondono pulito con sterile.”

In questo modo vuole riportare la sua pelle a uno stato di salute originaria. L’acqua la utilizza soltanto quando deve rimuovere lo sporco profondo, per il resto evita qualsiasi contatto con l’umidità, che potrebbe alterargli la flora batterica. Lo spray batterico che ha inventato (AOB) ha dato il nome alla sua azienda AOBiome.

Leggi anche  Sesso, cosa piace sentirsi dire agli uomini? Non l'avreste mai detto!

Sotto l’amorevole nome di „Mother Dirt,” il prodotto che dovrebbe salvare il resto dell’umanità dai pericoli della cosmesi viene venduto a più di 40 euro. Abbiamo contattato David Whitlock via Skype per parlare con lui della sua particolare battaglia contro l’igiene.

Motherboard: Sig. Whitlock, lei continua a non farsi la doccia e a usare AOB-Spray?

David Whitlock: sì, ovviamente. Utilizzo ancora lo spray e non mi sono ancora fatto la doccia. Solita routine.

Con che frequenza lo usa?

Due volte al giorno, una volta la mattina e una la sera. E anche tutte le volte che mi lavo le mani.

Non è necessario spruzzarlo su tutto il corpo?

Be’ se ti vuoi lavare dappertutto sì. Ma io mi ci lavo soltanto le mani. Tutto il resto del mio corpo si trova in stato di equilibrio: i batteri sulla mia pelle sono molto stabili. Lo spray mi serve soltanto per quelle parti del corpo che lavo con l’acqua, dove i batteri buoni vengono lavati via. Se mi facessi la doccia normalmente, dovrei spruzzarmelo su tutto il corpo.

Cosa è cambiato nel suo fisico in questi ultimi 12 anni?

Il cambiamento più significativo è che sono sempre di buon umore. Per il resto non ho raccolto altri dati interpretativi. Ovviamente la mia pelle è molto morbida e in ottimo stato, dopotutto lo è sempre stata. Non ho mai fumato né preso troppo sole.

Come mai è sempre di buon umore?

Be’ mi sono dato delle spiegazioni un po’ speculative, però secondo la letteratura del campo gli ossidi di azoto controllano molte funzioni del cervello. Per esempio sono legate allo stress: livelli alti di ossidi di azoto [che si ottengono appunto, secondo Whitlock, non lavandosi] hanno una funzione ansiolitica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here