Coronavirus e Sesso, tutto quello che c’è da sapere

Il sesso ai tempi del Coronavirus: si può fare o no? Ci sono alcune cose che dovete sapere a riguardo. Ecco come potrebbero cambiare le nostre relazioni con la pandemia. L’attenzione di tutto il mondo, ovviamente è stata catalizzata del tutto sul Convid-19 che ha imposto a tutti noi misure estreme al fine di eliminarlo.

Mentre l’Oms lo ha classificato nelle scorse ore come pandemia- la seconda del secolo dopo l’influenza A/H1N1 che nel 2009 colpì oltre un miliardo di persone. I paesi più colpiti, si stanno attrezzando al meglio per sconfiggerlo, prendendo provvedimenti di massima limitazioni massima dei contatti umani e gli assembramenti.

In Italia, dopo il decreto 9 marzo siglato dal Governo, Conte nella serata dell’11 marzo ha parlato di ulteriore di prevenzione con la chiusura, dopo le scuole di: teatri, centri culturali e palestre. Moltissime anche le attività commerciali.

Una situazione di grande emergenza che influisce sulla vita quotidiana di ognuno di noi, indispensabile per sterminare il virus. E siccome è proprio il contatto umano, quello da evitare, come comportarsi con il sesso? Ce lo spiega il professore Massimo Andreoni: Non abbiamo nessun dato a oggi che ci dica che il Coronavirus sia presente nelle secrezioni vaginali o nel liquido spermatico. Però sappiamo con certezza che è presente nelle secrezioni delle vie aeree superiori, cioè nel muco nasale e nella saliva e che nel corso di un rapporto sessuale evitare il contatto con le secrezioni delle vie aree superiori, a partire dal semplice bacio, è davvero difficile.

Mentre la dottoressa Annamaria Casale dice la sua: Essendo un virus che si propaga per via aerea, attraverso le secrezioni, naturalmente tutto ciò che ha a che fare con l’intimità, quindi con la sessualità, può essere un veicolo che può aumentare o accentuare la diffusione del virus stesso. Quindi c’è più probabilità che possa diffondersi con un’intimità intesa in senso generale […] se parliamo di un virus che si trasmette attraverso la salivazione, quindi le microparticelle che emettiamo quando parliamo, mi viene naturalmente pensare che, ancora di più, possono essere i liquidi biologici portatori del virus.

Quindi il sesso sarebbe da evitare del tutto a meno che si vive in una zona dichiarata a rischio. Ma il consiglio generale è quello di evitare le avventure di una notte.

Commenta la Notizia

Lascia un commento