L’ultima di Zingaretti. «L’ospedale Grassi di Ostia ha comunicato attraverso i suoi direttori la disponibilità ad incrementare di otto unità il numero di posti letto di terapia intensiva. Passandoli dagli attuali dieci a diciotto, già previsti dal Piano Regionale e dall’ordinanza del governatore». La denuncia arriva dai consiglieri regionali del Lazio di Fratelli d’Italia Giancarlo Righini e Chiara Colosimo

La proposta alla Regione è caduta nel vuoto

Ma la proposta è caduta nel vuoto, come opportunamente segnalato dalle rappresentanze sindacali. Zingaretti preferisce la clinica privata ICC Casalpalocco. Anche a costo di privare un quadrante popoloso e vasto, di uno strategico potenziamento della terapia intensiva nel nosocomio di zona». La denuncia dei consiglieri regionali di FdI è arrivata dopo l’ultimo provvedimento della Regione Lazio. È stata, infatti, firmata l’ordinanza regionale che “apre” dodici nuovi posti di terapia intensiva all’Hospital di Casalpalocco. Posti che saranno dedicati esclusivamente alla cura del coronavirus.

FdI: «Zingaretti continua a ridimensionare la sanità pubblica»

«A nostro avviso – dicono – questa scelta indica che, nonostante la grave emergenza sanitaria in corso, la giunta dem che amministra il Lazio continua la sua opera di ridimensionamento della sanità pubblica. Anche in casi come questo dell’ospedale Grassi, in cui la qualità e la quantità della risposta all’utenza possono essere determinanti al fine di salvare un maggior numero di vite umane».

Zingaretti e il Forlanini

Tra le varie follie della Regione Lazio c’è anche quella di voler regalare alle ong il Forlanini. L’ospedale voluto dal fascismo e chiuso dalle sinistre potrebbe rappresentare una risposta all’emergenza sanitaria in corso. Emergenza che potrebbe aggravarsi nelle prossime settimane, nel caso di un’escalation dei contagi da coronavirus nella Capitale. Ma per il Pd la struttura sarebbe “inutilizzabile” e “fatiscente” per un ospedale. Salvo poi volerla donare alle ong. «È scandaloso», ha denunciato Roberta Angelilli (FdI) che, «in un momento di grave emergenza sanitaria per il Covid-19, anziché utilizzare il Forlanini – immediatamente adiacente allo Spallanzani – come struttura sanitaria, come ospedale e centro di ricerca, Zingaretti vada avanti in uno sconsiderato progetto per la fattibilità di un mega centro di accoglienza per ong ed istituzioni internazionali».

Leggi anche  Africani e rom si prendono le case popolari: il racket delle occupazioni lucra sul coronavirus

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here