Arriva una nova stretta per il contenimento del contagio da Coronavirus e per evitare code ed intasamenti all’interno delle tabaccherie dell’intera penisola. Con una circolare diffusa nella serata di ieri, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (Adm) ha infatti disposto la sospensione di alcuni giochi come lotterie o slot machines. Tra questi, si legge nella disposizione, «la sospensione del gioco operato con dispositivi elettronici del tipo slot machines» oltre allo stop per «Superenalotto», «Superstar», «Sivincetutto Superenalotto» e «Lotto tradizionale»; «Eurojackpot » la cui sospensione, con effetto immediato (fin da ieri sera, ndr è estesa alle modalità di raccolta online». Si è inoltre stabilito di sospendere anche le «scommesse che implicano una certificazione da parte di personale ADMcon decorrenza 22 marzo 2020.

Da stamattina, insomma, nessuno potrà nemmeno più accampare la scusa di dover uscire di casa per andare a giocare al Lotto o al Superenalotto. E dovrà, a questo punto, riscrivere il motivo dell’uscita dalla propria abitazione sul foglio dell’autocertificazione. Da oggi tutto finito, tutto bloccato per le centinaia di migliaia di italiani che ogni settimana scommettono con il placet dei Monopoli di Stato.Insomma, il Coronavirus è riuscito a vincere anche questa scommessa. O meglio a battere tutte le scommesse e i premi messi in palio nella Penisola.

Intanto ieri sera, c’è stata l’ultima estrazione del Superenalotto: non c’è stato nessun “6” nè “5+1”. Questa è stata la combinazione vincente del concorso: 5-13-38-39-52-59. Numero jolly: 74. Numero Superstar: 90. Qualche accanito e fortunato giocatore, però, ha comunque potuto brindare (si fa per dire, vista la drammaticità del momento che viviamo) visto che è stato realizzato un “5” a Sassari che ha portato a casa ben 120.912,04 euro.

Leggi anche  Elena Ceste, il marito chiede la revisione del processo: “Elena morta di freddo”

Ora il jackpot per il “6” sale a 36.300.000,00 euro. Nonsi sa però quando verranno riaperte le scommesse. Eforsenonè detto che questa somma sarà ancora a disposizione per il prossimo concorso. C’è, infatti, da segnalare la richiesta arrivata da Marco Silvestroni, deputato di FdI,di devolvere alla Protezione Civile l’intero monte premi del Superenalotto. «Alle ore 22.10 del 20 marzo il jackpot del Superenalotto era di 35 milioni e 700 mila euro» ha spiegato, «domani mancheranno agli italiani ancora più mascherine, tute, occhiali, guanti, camici monouso, ventilatori polmonari, medici e infermieri. Con questa mia proposta non ci sarebbe italiano che si dispiacerebbe di aver perso ancora una volta al gioco». E sinceramente sarebbe un gran bel gesto che aiuterebbe non un solo cittadino,comenel caso di ieri sera a Sassari,ma migliaia e migliaia di italiani. edramo se questa proposta sarà tenuta in considerazione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here