Kate Middleton, la vera erede della Regina Elisabetta è lei

Kate Middleton La crisi del settimo anno? Inesistente. Ne ha fatta di strada la ragazza borghese con avi minatori e mamma hostess che un giorno sarà regina. Kate Middleton non è mai stata così amata. E non solo dal marito, ma dall’intero Regno Unito. Due cittadini su tre la vorrebbero subito sul trono, in un impossibile sgambetto alla polverosa Camilla. Da un punto di vista mediatico, Kate non potrebbe essere più funzionale.

È esattamente quello che la regina Elisabetta si era augurata per il nipote prediletto destinato un giorno a regnare: una ragazza “carina e paziente”, fa niente se è una commoner. Di lei, Sua maestà apprezza il suo silent glamour, come è stato definito il suo saper stare in silenzio, non parlare in pubblico, non prendere posizione. Il suo essere composta e rassicurante, conoscere i confini del proprio ruolo.

A sette anni dalle nozze, celebrate il 29 aprile 2011 nell’Abbazia di Westminster, l’unica critica che si può muovere a Kate è di essere fin troppo precisa: la duchessa di Cambridge non mette mai un piede in fallo, è inappuntabile in ogni occasione ufficiale e anche in quelle private. Veste in maniera impeccabile, si occupa con scrupolo delle numerose charities di cui è presidente. Come Lady Diana è una madre affettuosa, delega alle nannies solo l’indispensabile. E se prima tutti parlavano delle sue origini modeste, ora non lo fa più nessuno: la grazia con cui Kate ha fatto il suo spettacolare salto sociale l’ha trasformata in un modello aspirazionale per milioni di ragazze. Kate è la migliore ambasciatrice del proprio Paese ed è anche il volto dell’ultima generazione della Corona ai tempi della Brexit.

È a lei e al marito William che la soft diplomacy britannica guarda per ridefinire amichevolmente i legami con l’Europa. Ovunque il ministero degli Esteri di Sua maestà li abbia mandati, il figlio di Carlo e la sua ineccepibile consorte hanno mietuto successi. Con le sue qualità umane, il suo senso comune, la spontaneità, la popolarità, Kate ha bruciato le tappe di una carriera notevole: da sconosciuta studentessa universitaria è diventata non solo icona globale di stile, ma soprattutto volto sorridente e ottimista della nuova “diplomazia morbida” del Regno Unito.

Leggi anche  Bimba di 3 anni rimane incastrata nell'aquilone e vola via nel cielo: il Video

Kate e Meghan sono davvero rivali? Il modello Kate convive, se così si può dire, con quello di Meghan, due diversi modi di interpretare la monarchia in chiave moderna. Kate, la futura regina-consorte, aderisce in maniera fedele al protocollo, è erede della continuità, si pone nella scia di Elisabetta. Meghan, più contemporanea, è certamente più libera di osare, essendo suo marito solo al sesto posto nella linea di successione al trono. Ma se Kate appare più tradizionale, non per questo l’ammirazione che la circonda è diminuita. Per tutti continua a essere “Golden Kate”, come gli analisti del marketing l’avevano ribattezzata ai tempi del fidanzamento ufficiale. In pratica, trasforma in oro tutto quello che tocca: look, abiti, accessori.

Anche se oggi, a dividere con lei la ribalta della trend setter, c’è la cognata Meghan, il cui stile è sempre più copiato. Si è parlato di rivalità fra le due neo principesse, ma è probabilmente una forzatura della stampa popolare. O forse è una sorta di recita che le due cognate mettono in scena per offrire ciascuna un diverso modo di essere principesse oggi e di piacere a due diversi tipi di pubblico, presentandosi come parti in gioco consapevolmente complementari. Se Harry si allontana dal fratello Anche il presunto deteriorarsi dei rapporti fra le due coppie sembra un’esagerazione dei tabloid. Il fatto che i due !gli di Diana, sempre uniti e pronti a sostenersi a vicenda, abbiano scelto di abitare per la prima volta in residenze lontane e indipendenti, appare del tutto naturale.

A traslocare, probabilmente attorno a Capodanno, saranno Harry e Meghan. Hanno bisogno di una casa più grande per l’arrivo del loro primo bambino. Si trasferiranno fuori Londra, in campagna, nel lusso del Frogmore Cottage a Windsor: due piani e dieci stanze inclusa la nursery per il bebè, più la palestra dove Meghan praticherà yoga e pilates. C’è anche una suite per Doria, sua madre, puericultrice diplomata di fresco, arrivata da Los Angeles a dare una mano. William e Kate, invece, restano a Kensington Palace, interno 1A, quattro piani e 22 stanze, dove vivono con i loro tre bambini: George, Charlotte e Louis. Parsimonia, una virtù da regina Ogni uscita di William ed Harry con le consorti è un evento mediatico di massimo impatto. I quattro vengono acclamati come i “Fab Four” per il loro carisma e la loro presa sulla gente.

Leggi anche  Cristina Parodi a Formentera con Giorgio Gori

È successo anche quando il quartetto reale ha partecipato alla cena d’autunno della Royal Foundation, dove il musicista scozzese Tom Walker si è esibito per loro. Un punto a favore di Kate? Nelle occasioni private, e anche negli appuntamenti ufficiali, ha l’abitudine di indossare con parsimoniosa naturalezza vestiti già messi molte volte. Un gesto assai apprezzato. Quando, invece, sceglie un abito firmato, chiede regolarmente le opportune modi!che che lo rendano appropriato al suo rango: se è corto viene allungato al ginocchio, se trasparente viene foderato, idem per scollature e spacchi.

Ovunque Kate ormai brilla di luce propria. Al Remembrance Sunday Service, il più solenne degli impegni in agenda dell’autunno, Sua maestà ha voluto accanto a sé le due future regine: Camilla alla sua destra, Kate alla sinistra, in una posizione di privilegio. Qualche giorno prima, in visita all’Imperial War Museum, a “Golden Kate” erano stati mostrati i documenti originali che attestano la morte in battaglia di tre suoi antenati paterni, tre fratelli caduti sul fronte francese. Kate ha potuto prendere visione della lettera proveniente da Buckingham Palace in cui re Giorgio V esprime alla famiglia le proprie condoglianze in occasione del decesso del terzo fratello. L’Inghilterra si è commossa con lei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *