“Ho la Sma e questa è la mia ragazza, non la mia badante”

Per molti è difficile immaginare si possa avere una relazione con un ragazzo disabile. Lo dimostra la storia di Shane e Hannah. Lui, 26 anni, affetto da atrofia muscolare spinale e costretto alla sedia a rotelle, lei, un anno più giovane e sana: quando sono insieme per strada, sono tutti convinti che lei sia la sua badante e non la sua fidanzata. È per questo motivo, per sfatare i falsi miti sull’amore per un disabile, che questi due giovani statunitensi hanno deciso di parlare del loro rapporto su un canale Youtube che oggi conta oltre 120mila iscritti.

Si chiama “Squirmy and Grubs” ed è una web serie a puntate che sta riscuotendo grande successo. La coppia, che vive insieme in un appartamento a Minneapolis, in Minnesota, si racconta tra faccende domestiche, viaggi, piccoli e grandi difficoltà quotidiane e tanta ironia, per spazzare via le false percezioni che le persone hanno sulla loro relazione e sulla disabilità in generale.

“Quando io e Hannah siamo in pubblico insieme, gli estranei abitualmente credono che siamo fratelli o che lei sia la mia badante o peggio ancora, mia madre”, racconta Shane Burcaw, che è affetto da Sma e si muove su una sedia a rotelle da quando aveva 2 anni. Come è iniziata la loro storia d’amore? È stata Hannah a fare il primo passo dopo aver visto un documentario in cui Shane raccontava la sua vita.

La 25enne rimase così affascinata da Shane da inviargli subito una mail in cui si complimentava per il suo senso dell’umorismo e, tra un complimento e l’altro, aggiungeva anche di trovarlo molto carino. “Ho capito subito di voler conoscere questa persona – ricorda Shane – Non dimenticherò mai come il mio cuore cominciò a battere rapidamente mentre digitavo la risposta”. E varie mail e videochiamate dopo, si sono innamorati.

Dopo aver testato la relazione a distanza, lo scorso anno Hannah e Shane hanno deciso di andare a convivere. Oggi sono più uniti che mai e vorrebbero avere un figlio. Gestiscono il canale Youtube Squirmy and Grubs da qualche tempo con l’obiettivo di “normalizzare la disabilità e le relazioni come la nostra”. “A causa della mia disabilità – dice ancora Shane – le persone fanno fatica a immaginarci come coppia. Esistono diversi stigmi sulla disabilità, e una delle convinzioni è che i disabili siano incapaci o indegni di relazioni romantiche”.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*