31 Agosto 2019

Sono ritornato a casa: Don Matteo è uno dei capitoli più importanti della mia vita, e sono felicissimo di tornare a interpretare Giulio Tommasi dopo tre anni di lontananza da questo set».

Così ripete a Terence Hill e agli amici sul set l’attore Simone Montedoro, ora che il cast si appresta a raggiungere Spoleto, in provincia di Perugia, per le ultime cinque settimane di riprese di Don Matteo 12: e queste puntate, che chiuderanno per sempre la “saga” del popolare prete-investigatore in bicicletta, andranno in onda su Raiuno nei primi mesi del 2020, in occasione del ventesimo anniversario della prima serie.

Una chiusura in grande stile: per questo la produzione ha deciso di fare tornare sul set Si- mone Montedoro e il suo amatissimo personaggio, il capitano dei carabinieri Giulio Tommasi, che era uscito di scena alla fine della decima stagione di Don Matteo, nel 2016.

Questa scelta aveva lasciato l’amaro in bocca a milioni di fans della serie, e soprattutto allo stesso Montedoro: «È stata una decisione degli sceneggiatori», ci aveva detto. «Io sarei stato ben felice di continuare. Forse hanno pensato che il mio personaggio non avesse più nulla da dire. Li ringrazio comunque per avermi dato la possibilità di recitare in una fiction così importante».

Si pensava che la storia di Montedoro a Don Matteo si fosse chiusa una volta per tutte, invece la produzione è tornata sui propri passi. Quando Montedoro si è ripresentato, emozionato, sul set per la prima scena, con addosso l’uniforme del capitano Tommasi, i suoi colleghi, da Terence Hill a Nino Frassica, fino a Nathalie Guetta, l’hanno accolto con un applauso e con lunghi abbracci. .

Del resto, che Don Matteo sia stato la chiave di volta della sua vita, lo racconta Montedoro stesso: «Ho iniziato con i fotoromanzi, per portare a casa i primi soldi. Devo dire che sono stati una palestra, perché con una sola fotografia dovevo esprimere tutte le emozioni del mio personaggio: sono stati molto importanti. Poi ho fatto teatro, le prime fiction, ma con Don Matteo ho scoperto una delle emozioni più grandi di chi fa questo mestiere: quella di guardare negli occhi una persona che ti ringrazia per averle tenuto compagnia, per averle regalato momenti felici. Sapere di essere entrato nei cuori della gente per me vale come un premio Oscar».

Questa serie ha dato a Si- mone una grande popolarità: dopo essere uscito di scena, infatti, è stato scelto prima da Milly Cariucci nel 2017 per la dodicesima edizione di Ballando con le Stelle, dove si è classificato quinto nella grande finale danzando con la ballerina Alessandra Tripoli, e poi è stato voluto da Claudio Baglioni lo scorso anno per condurre l’anteprima del Festival di Sanremo accanto ad Anna Ferzetti.

Le belle donne vicino a Montedoro non sono mai mancate sul set: il suo capi tano Tommasi era un rubacuori, ma nella vita, accanto a Simone, c’è da nove anni sempre la stessa donna, l’atleta di salto triplo Lara Carnevale: «Ci siamo conosciuti tredici anni fa in palestra, dove io mi alleno praticando la boxe, l’atletica e la lotta greco-romana. Poi, un giorno, Lara e io ci siamo dichiarati: io scrivendo una lettera a lei, e lei scrivendo una lettera a me, ciascuno all’insaputa dell’altro. È stata una coincidenza incredibile».

Il 29 agosto 2014, poi, dal loro amore è nato un bambino: «Quando abbiamo saputo che sarebbe stato un maschietto, la mia compagna mi ha detto: “Mi piacerebbe chiamarlo così, con il nome di mio padre”. Suo papà si chiamava Matteo. Io sono stato felicissimo di accontentarla: questo nome è proprio nel mio destino. Abbiamo lasciato Roma e ci siamo trasferiti a Ibiza, nelle Baleari spagnole, dove abbiamo aperto uno studio di gyrotonic, una disciplina che abbina la danza al benessere che Lara insegna. Poi volevamo che il nostro piccolo Matteo crescesse vicino al mare».

Così, per dividersi tra i doveri di papà e gli impegni con la recitazione, Simone Montedoro si è trasformato praticamente in un pendolare tra Ibiza e Roma. Ma il ritorno a Don Matteo per il grande finale non è la sola novità di Montedoro per la prossima stagione televisiva: lo vedremo infatti, sempre su Raiuno, nella fiction in sei puntate Angela, accanto a Vanessa Incontra- da, che ha il ruolo di una donna sposata con un uomo onesto benché legato a una famiglia malavitosa, interpretato da Giuseppe Zeno. Ma, per ora, Simone si gode il grande ritorno accanto a Terence Hill.

Leave a comment.

Your email address will not be published. Required fields are marked*