Alessia Marcuzzi, la conduttrice ha girato in lungo e in largo prima di arrivare alla conduzione di Temptation Island

Vacanze finite, si torna al lavoro. Alessia Marcuzzi pero non può di certo lamentarsi. E stata una stagione estiva intensa, fatta di viaggi e relax in giro per il mondo. Alessia ha prima passato qualche giorno di ferie in Puglia ma il bello doveva ancora venire. La Marcuzzi, con il marito Paolo Calabresi e la figlia Mia Facchinetti ha fatto armi e bagagli iniziando un lungo giro che l’ha vista prima passare per Los Angeles, dove ha potuto trascorrere alcuni giorni con l’amica Elisabetta Canalis, poi un bel tour di New York, San Francisco e infine, una vacanza tutta relax a Parrot Cay, dove invece ha messo in mostra le sue forme longilinee scatenando i suoi fan in rete che hanno potuto apprezzare il fisico perfetto della conduttrice. Insomma Alessia ha voluto ricaricare le batterie lontana dall’Italia lasciandosi quindi alle spalle anche le polemiche realtiva all’ultima edizione de L’Isola dei Famosi.

Il rientro in Italia, però, è stato abbastanza dolce per la Marcuzzi. E vero, è tra le prime a dover tornare in tv ma l’esperienza sarà sicuramente molto bella e intensa. Alessia infatti sarà la padrona di casa di questa edizione di Temptation Island Vip prendendo il posto di Simona Ventura. La Marcuzzi quindi è andata in Sardegna dove il programma prenderà vita con il suo cast. Per lei una nuova conduzione, una nuova sfida da affrontare sempre con il sorriso. Maria De Filippi punta molto sulla schiettezza della conduttrice romana che è abituata a convivere con i reality show avendo

condotto diverse edizione de II Grande Fratello e dell’Isola, appunto. Un bel modo anche per Alessia per tornare al lavoro mettendo in soffitta le polemiche post Isola che l’hanno coinvolta anche dopo alcuni mesi dalla fine del programma. Mediaset crede molto nelle doti della Marcuzzi e questa conduzione ne è l’ennesima riprova. Arriva in Italia fresca, riposata e pronta per la nuova, importante sfida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *