Apple iPhone 11, recensione e caratteristiche tecniche

Allo Steve Jobs Theatre lo scorso 10 settembre è stata presentata l’undicesima generazione di iPhone. Anche questa volta leak e rumors si sono rivelati veritieri e la nuova famiglia dei melafonini è composta da iPhone 11, iPhone 11 Pro e Pro Max. Cambia leggermente il design nella parte posteriore, in particolare nell’alloggiamento riservato alle fotocamere, ora molto più ampio.

In comune il trio annovera il nuovo processore Apple A13 Bionic con processo produttivo a 7 nm, il quale aumenta, oltre a migliorare le performance, anche l’autonomia della batteria. A supporto del processore tutta la famiglia incorpora A GB di Ram e tagli di Storage da 6A a 512 GB.

Partiamo da iPhone 11, evoluzione del precedente Xr dello scorso anno, che trova in più l’audio Dolby Atmos e una seconda fotocamera grandangolare da 120° con sensore da 12 megapixel. Manca quindi lo zoom ottico, disponibile invece per gli altri due modelli. Anche la fotocamera frontale dispone di un sensore da 12 megapixel che annovera la tecnologia TrueDepth che amplia l’angolo di visione quando lo smartphone viene mantenuto in orizzontale. Il display Lcd rimane della diagonale dello scorso anno con i suoi 6,1 pollici, con risoluzione di 1.792 x 828 pixel e ampio notch a tacca. L’autonomia di iPhone 11 promette un’ora in più di durata rispetto ad iPhone Xr; il prezzo parte da 839 euro.

I nuovi iPhone 11 Pro e Pro Max, diretti successori di Xs e Xs Max, mantengono sui nuovi display Oled (battezzati da Apple come Super Retina Xdr) le dimensioni dello scorso anno, ovvero 5,8 e 6,5 pollici; lo schermo è dotato di un rivestimento oleofobico e anch’essi si fregiano di una maggiore autonomia grazie al nuovo processore. Entrambi i dispositivi ospitano nella parte posteriore per la prima volta un comparto fotografico dotato di tre sensori, tutti da 12 megapixel. Il sensore principale ha un’apertura F/1.8 e stabilizzatore ottico. Anche il secondo sensore è stabilizzato e dispone di lenti tele e apertura F/2.0.

II terzo e nuovo sensore ha lenti grandangolari da 120° e apertura F/2.4. Con l’aggiornamento a iOS 13 verrà introdotta sulle fotocamere una tecnologia denominata Deep Fusion, la quale aumenta le performance in condizioni di scarsa luce. Vengono scattate nove foto: quattro secondarie salvate prima di premere il pulsante di scatto, quattro primarie alla pressione
del tasto e una a lunga esposizione. Tutte quante verranno poi fuse in un’unica foto che proporrà un maggiore dettaglio. La fotocamera frontale è la medesima disponibile su iPhone 11, con sensore sempre da 12 megapixel. Entrambi sono realizzati con una scocca in acciaio inossidabile e retro in vetro satinato e sono certificati IP68 e resistenti quindi all’acqua; possono sopportare un’immersione fino a A metri di profondità per 30 minuti. I prezzi partono da 1.189 euro per iPhone 11 Pro, mentre iPhone 11 Pro Max partirà da 1.289 euro.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*