Diletta Leotta, naso più sottile seno lievitato come glutei e labbra

Non c’è uomo in Italia di qualsiasi età che non conosca Diletta Leotta. Per i tifosi di calcio è diventato un appuntamento fisso attendere la sexy conduttrice di Dazn che, a partita terminata, fa le sue spumeggianti interviste a bordo campo. La perfezione delle sue forme è in grado di far dimenticare anche un gol subito dalla propria squadra all ultimo minuto.

La popolarità della Leotta negli ultimi anni ha travalicato i confini del mondo del pallone: basti considerare che i follower del suo profilo Instagram sono in continua crescita e superano i 5 milioni. E voci ben accreditate la danno come protagonista al Festival di Sanremo, dove potrebbe affiancare Amadeus per una o più serate. Insomma, Diletta Leotta, a soli 28 anni, è una bomber dello spettacolo: al Gran Galà del calcio, da lei condotto, persino l’inarrivabile Cristiano Ronaldo non ha saputo staccarle gli occhi di dosso. Insomma, Diletta è perfetta. Ma, scavando indietro nel tempo, si intuisce come il bel cigno che è oggi sia il risultato di un preciso studio a tavolino, dove ogni dettaglio – dal naso al seno, al fondoschiena – sembrerebbe essere stato ritoccato con abilità.

Attualmente, la giornalista è la testimonial di una nota linea di intimo dove appare fasciata da un abito attillato che esalta le sue forme da maggiorata Anni 50: seno e glutei prosperosi e vita da vespa. Proporzioni quasi anacronistiche anche se sono sempre un balsamo per gli occhi. Ebbene: questo ben di Dio è tutto merito di mamma Ofelia e di papà Rori o c’è lo zampino di un chirurgo estetico? Qualche tempo fa qualcuno si era preso la briga di andare a rovistare nel passato di Diletta scoprendo che da adolescente la bella siciliana era completamente diversa da come è oggi.




Proprio un’altra persona.La giovanissima Leotta ha iniziato prestissimo a muovere i primi passi sia nel mondo del giornalismo sia dei concorsi di bellezza. A 15 anni ha partecipato al famoso Miss Muretto e sul sito della manifestazione che si tiene ogni anno ad Alassio, nel savonese, ci sono ancora le foto delle finaliste del 2006: tra queste c’è anche una tale Diletta Leotta da Catania che, come potete vedere dalla foto tratta da quel sito e che pubblichiamo in queste pagine, assomiglia molto poco, anzi quasi per niente alla Leotta di adesso. Con l’ascesa al successo, qualche invidioso ha rimesso la foto in circolo sul web e molti fan sono rimasti delusi.

«È assurda la sua trasformazione», commenta qualcuno. «Non corrisponde nulla: il taglio degli occhi, l’attaccatura dei capelli, le ginocchia, le caviglie». E noi aggiungiamo: il seno maggiorato di almeno due taglie, il fondoschiena lievitato, il naso assottigliato e all’insù, le labbra più carnose, forse anche i denti sono stati migliorati.
Si diffuse la voce che quella vecchia foto potesse essere un falso. Ma, a meno di un caso di omonimia, il sito del concorso di Miss Muretto non mente.

Per mettere a tacere le insistenti voci che attribuivano la sua avvenenza a vistosi ritocchi estetici, qualche mese fa Diletta aveva aderito come altri vip al gioco #10yearschal\enge, dove metteva in confronto una foto di se stessa di dieci anni fa con una attuale. Ma qualcuno aveva notato che la foto del passato era in realtà più recente di quello che lei aveva voluto far credere e il suo “depistaggio” aveva acuito i sospetti sull’artificiosità del suo fascino.

«Non ho mai fatto leva sull’aspetto fisico», diceva Diletta al nostro giornale qualche mese fa. «L’involucro può essere affascinante, ma se non c’è la sostanza non si va molto avanti». In effetti, la Leotta si è laureata in giurisprudenza e contemporaneamente si è fatta largo nel mondo del giornalismo sportivo, prima seguendo la serie B e poi piazzandosi sul podio delle signore del calcio italiano. Però non si può dire che non curi l’aspetto fisico: il suo profilo Instagram è una carrellata di autoritratti il cui obiettivo è mettere in risalto la sua sensualità.

Chi la segue con costanza sa che non passa giorno senza che si alleni in palestra. Ma il suo fantastico “lato B” che un tempo era sodo ma di sicuro non assomigliava a quello di Kim Kardashian potrebbe non essere solo frutto di sedute intensive di squat (rassodamento dei glutei). D’altronde, il fratello della Leotta, Mirko Manola, di professione fa il chirurgo plastico, ma nega di essere intervenuto su Diletta. «Mia sorella è venuta solo una volta a trovarmi in studio, ci vediamo fuori, in vacanza», ha detto lui. Sarà. Ci terremo il dubbio che d’altronde impallidisce di fronte a tanta bellezza.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*