Lanterne cinesi provocano un incendio nello zoo: decine di scimmie bruciate vive

E’ stata probabilmente una lanterna cinese per i festeggiamenti di Capodanno a provocare il disastroso incendio che ha ucciso la scorsa notte oltre 30 animali dello zoo di Krefeld, in Germania occidentale. Lo ha reso noto la polizia, rilevando di aver trovato resti di diverse lanterne nell’area, una quindicina di chilometri da Duesseldorf.

L’investigatore di polizia Gerd Hoppmann ha definito “altamente pericolose” le lanterne cinesi, ricordando che possono volare per oltre un chilometro.

Chi le ha lanciate, ha affermato, dovrebbe presentarsi alla polizia. Estremamente suggestive queste lanterne si sollevano in volo grazie ad un fuoco acceso all’interno, che però può provocare incendi. Per questo la Germania le ha vietate nel 2009.

L’incendio ha distrutto la Casa delle scimmie, provocando la morte di scimpanzé, orangutan e due anziani gorilla. Fra le vittime anche altri animali, fra cui uccelli e volpi volanti, un tipo di pipistrelli.. “E’ il giorno più triste della storia dello zoo di Krefeld”, ha detto il direttore, Wolfgang Dressen, apparso davanti ai giornalisti vestito di nero per il lutto.

Solo due scimpanzè, chiamati Bally e Limbo, sono stati tratti in salvo dalla Casa delle scimmie. Hanno riportato ustioni non gravi e sono ora sotto sedazione, ha aggiunto il direttore. Altri sette gorilla più giovani, rinchiusi in un altro recinto, sono stati risparmiati dalle fiamme.  I pompieri sono stati chiamati 38 minuti dopo la mezzanotte, ma malgrado il loro pronto intervento non hanno potuto impedire la totale distruzione della Casa delle Scimmie, una struttura di 2mila metri quadrati costruita nel 1975.

L’orario della tragedia aveva subito fatto pensare ad un legame con i fuochi d’artificio di Capodanno. Alcuni gruppi animalisti hanno subito chiesto di vietare i botti nelle vicinanze di zoo e ricoveri per gli animali. Lo zoo di Krefeld, che rimarrà chiuso anche domani, ospita un migliaio di animali e ogni anno accoglie 400mila visitatori. Fra le sue attrazioni vi sono elefanti, leopardi e rinoceronti.

Commenta la Notizia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *