In seguito a quanto avvenuto in queste ore, dopo il Decreto del Governo in data 8 Marzo, e dove si richiede la quarantena di tutti nelle aree descritte (Lombardia e 14 Province) e lo spostamento solo per motivi gravi o di lavoro, se strettamente necessario, arriva la testimonianza di Luca Franzese che delinea quanto non va sottovalutato alcun consiglio pervenutoci per la prevenzione di ciascuno e per diminuire il contagio al coronavirus.

L’APPELLO DISPERATO – Sono circa le 20 di Domenica 8 Marzo e il napoletano Luca Franzese, disperato, si affida al proprio profilo facebook per chiedere aiuto: “Le istituzioni devono aiutarci siamo da 24 ore chiusi in casa con mia sorella morta”. Il suo video-appello diventa virale, così come è alta la sensibilità e solidatierà di ciascuno ad aiutarlo, in seguito alla schiaccianti parole e immagini dure. Franzese denuncia così la sensazione di “abbandono”, con la sorella Teresa morta nel letto Teresa, 47enne napoletana deceduta ieri sera, dopo che si era sentita male nel pomeriggio nella propria abitazione in piazza Carlo III a Napoli.

L’ATTESA DELL’ESITO DEL TAMPONE AL CORONAVIRUS – Il tentativo di rianimazione dell’Equipe del 118 non è servito per impedire il decesso. Il fratello della deceduta, Luca chiede l’immediato tampone al virus, ma l’Equipe del 118 ne è sprovvista e ritorna a farlo in seguito, dopo qualche ora in tarda serata. Da quel momento – si ascolta dalla vide-testimonianza -, l’uomo sconfortato chiede appello e aiuto a tutti.

L’ESITO DEL TAMPONE – Arriva solo nelle prime ore della notte, attraverso un secondo video di Luca Franzese, il responso e la comunicazione dell’esito positivo del tampone al coronavirus. La donna, fanno sapere i parenti, soffriva di epilessia ma seguiva una terapia e non aveva altre patologie a carico. L’equipe del 118, intervenuta ieri sera, si legge dall’edizione online de “Il Mattino’, è in isolamento.

Leggi anche  "Berlusconi cavalcato a turno dalle ragazze in una stanza buia", processo Ruby Ter: le nuove indiscrezioni

L’INVITO E L’APPELLO DI LUCA A TUTTI: “CERCHIAMO DI ESSERE IL GRANDE PAESE CHE ERAVAMO UNA VOLTA, RESTIAMO UNITI” – Dopo aver saputo della positività al coronavirus, per la quale è decessa poi la sorella Teresa, ecco l’invito e l’appello Lo stato e  di Luca Franzese che arriva, attraverso il social network, così: “Per le persone che dicevano che fosse un fake vi perdono, per tutti gli amici che dicono che il coronavirus e una cazzata vi perdono! Ora siamo più uniti che mai non facciamo distinzione tra Nord e Sud cerchiamo di essere il grande paese che eravamo una volta. Volete davvero aiutarmi torniamo ad essere un Italia unità!!!”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here