Una crisi economica mai così profonda, quella che ha colpito l’Italia e il mondo intero. Ma adesso il governo italiano ha deciso di stanziare 2,5 miliardi di euro e aiuti alle famiglie, ma anche di bloccare in extremis il saldo Iva Lunedì. Queste manovre dovrebbero dare un pò di respiro a tutte quelle famiglie che sono costrette a restare a casa, senza lavoro, e non sanno come portare avanti le loro famiglie.

Secondo Roberto Petrini, gli assegni di aiuto potrebbero raggiungere anche la cifra di 1.400 euro a famiglia. Sul fronte fiscale verranno specificati i termini dei versamenti dovuto entro lunedì, saldo Iva e ritenute di sostituti d’imposta inclusi. Sono previste anche ulteriori sospensioni dei termini e misure fiscali a sostegno delle imprese. Continua…

Si fa sempre più realistica l’ipotesi che potrebbero essere ridotte le bollette elettriche e del gas, intervenendo su una riduzione degli oneri di sistema. Ci sarebbe un’estensione da 15 e 30 giorni del periodo di validità della polizza Rc auto dopo la scadenza. Tra le misure presenti nelle ultime bozze del decreto, è presente anche lo slittamento di 90 giorni.

Per la scadenza della revisione di moto e auto. Sul piano famiglia è attesa la moratoria di 18 mesi sui pagamenti delle rate del muto sulla prima casa. Mentre per i cassa intert5gati ci sarà una semplificazione dell’uso del fondo Gasparrini. Possibile un’estensione delle misure anche per chi ha perso il lavoro per colpa dell’emergenza o ha subito una riduzione dei turni lavorativi. Continua…

Deroga in Cig per tutto il territorio nazionale, e per tutti i settori produttivi, includendo anche soci di cooperative, dipendenti di fondazioni nel settore dei pubblici servizi. Ci sarà anche una deroga per tutte le aziende che hanno dai 5 ai 50 dipendenti.

Leggi anche  Matteo Salvini a valanga contro Conte: "Arrogante e uomo da poco, si vergogni"

Ci sarà anche un set di misure per la cura dei figli di età inferiore ai 12 anni, rimasti a casa a causa delle scuole rimaste chiude: 15 giorni di congedo extra al 40% o 50% della retribuzione per tutti i lavoratori, privati, pubblici e dipendenti, molto probabilmente anche per quelli autonomi. Non ci sarà nessun limite di età per le famiglie che hanno persone disabili nel nucleo familiare. Si potrà richiedere il bonus baby sitter da 600 euro che arriva a mille euro per i genitori che svolgono servizio nel settore sanitario. Lo stanziamento si aggira intorno al miliardo di euro e si attende un potenziale di beneficiari di circa 1,3 milioni di persone. E’
in attesa anche il bonus badanti di circa 500 euro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here