Da medico a prete. Poi di nuovo medico in corsia per l’emergenza coronavirus. È la storia di Alberto Debbi, originario di Salvaterra, frazione del comune di Casalgrande in provincia di Reggio Emilia, dove è nato il 12 marzo 1976.

Laureato in medicina e specializzato nell’Ateneo di Modena nel 2005 in malattie dell’apparato respiratorio, aveva prestato servizio nel reparto di pneumologia dell’ospedale di Sassuolo, poi la chiamata e l’ordinazione sacerdotale in cattedrale a Reggio il 15 dicembre 2018 ricevuta dal vescovo Camisasca.

Con l’emergenza coronavirus, che sta mettendo a dura prova la sua regione, l’Emilia Romaggna, don Alberto Debbi, oggi vice parroco nella chiesa di San Quirino a Correggio, dove si occupa dei giovani, ha deciso di tornare in corsia. Il medico pneumologo assisterà i malati e aiuterà gli ex colleghi dell’ospedale di Sassuolo.

Leggi anche  Coronavirus, Oms: "Contagiosi fino a 2 settimane dopo guarigione"

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here