Flavio Briatore licenzia 1200 dipendenti, nonostante il decreto “Cura Italia”

Flavio Briatore famoso imprenditore, ha dovuto lincenziare mille dipendenti a causa del coronavirus. Ha giustificato la sua scelta puntando il dito contro il nuovo Decreto Cura Italia del Governo Conte: “Paranoico e populista, non si rendono conto di cosa fanno”.

Durante un’intervista a Stasera Italia, trasmissione di Rete 4, Briatore ha parlato del decreto Conte definendolo : decreto della vergogna. affermando che per l’emergenza che stiamo vivendo la situazione per l’aziende è molto seria e che 25 miliardi previsti dall’esecutivo non sono sufficienti. Continua…

Alla domanda in merito al ruolo dell’Europa in questa difficile situazione Briatore ha risposto così: Con questa crisi è finita. O ci stampa 2,5 triliardi per far ripartire tutta l’economia, oppure conviene staccarci e mandarli a quel paese.

Secondo quanto scritto nel Decreto Cura Italia, firmato dal Presidente Mattarella il fondo di garanzia delle Pmi ammonta a 1 miliardo con una moratoria su mutui e prestiti da 3,8 miliardi di euro. Tutte le aziende che producono mascherine potranno godere di finanziamenti a fondo perduto, mentre per imprese, autonomi e professionisti con ricavi sotto i 2 milioni di euro, c’è il rinvio di tutti i contributi. Continua…

Ad un certo punto dell’intervista l’imprenditore confronta l’Italia e la Spagna, che ha impiegato ben 100 miliardi sotto forma di sostegno economico.

E afferma che: L’Italia con questo decreto farà a pezzi tutti gli imprenditori, tutte le aziende, tutta la gente che lavora e produce ricchezza.

Leggi anche  Ora il centrodestra vola: Lega sopra il 31% e la Meloni supera il M5s
Author: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *