Chiusi in casa per emergenza coronavirus, pedofilo abusa della figlioletta: arrestato

Papà pedofilo abusava della figlioletta in casa, anche in piena emergenza coronavirus. In isolamento domestico e anche prima, un uomo, C.P., 46 anni, approfittava della piccola per compiere su di lei atti sessuali.
Gli agenti della Squadra Mobile lo hanno arrestato nella serata di ieri su ordine della Procura di Napoli.

Il 46enne è raramente indiziato del reato di violenza sessuale aggravatacommessa in danno della propria figlia minore.
A fare luce sulla vicenda le indagini condotte dalla Squadra Mobile. Gli agenti hanno permesso di acquisire gravi indizi a carico di C. P.

Gli investigatori hanno accertato che dal 2016 fino ad oggi, anche durante l’emergenza coronavirus, approfittando della condizione di soggezione e timore della figlia minore, ha costretto la piccola a subire atti sessuali.
Pedofili arrestati anche a Ischia. I Carabinieri della Compagnia di Ischia hanno arrestato un 37enne ed un 52enne, entrambi domiciliati a Casamicciola Terme.

I due rispondono in concorso dei reati di prostituzione minorile e atti sessuali con minorenne commessi nei confronti di un minore di 14 anni originario dell’isola di Ischia.
I due, fino allo scorso dicembre, inducevano il minore a prostituirsi e a compiere atti sessuali in cambio di piccole somme di denaro.

Le indagini sono scattate dopo la denuncia della madre della vittima. Nel corso delle indagini è stato inoltre rinvenuto, nello smartphone del 37enne, un ingente quantitativo di materiale pedopornografico.

Per quest’ultimo, il GIP del Tribunale di Napoli ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, mentre nei confronti del 52enne è stata disposta un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari.

Commenta la Notizia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *