Un metro e 76 di curve pericolose. Gli occhi ipnotici, i capelli lunghi e scuri. Una sirena mediterranea, capace di fare trapelare anche attraverso lo schermo la propria sensualità. Roberta Morise, è di lei che parliamo, ha colpito e affondato Eros Ramazzotti, ormai da un anno single. I due stanno insieme, confermano gli amici, anche se per ora vogliono vivere la relazione appena sbocciata lontano dai riflettori. Il cantante di fama mondiale che con uno schiocco di dita potrebbe avere tutte ai suoi piedi, avrebbe visto la showgirl facendo zapping in Tv.

È stato un colpo di fulmine. Roberta gli si è fissata nella mente e non è più andata via. Tramite amici comuni si è procurato il suo numero, iniziando un corteggiamento serrato come si fa oggi, cioè via whatsapp. Un messaggino tira l’altro, come le ciliegie, anche se entrambi non erano totalmente liberi. Lui stava ancora chiudendo il matrimonio durato dieci anni con la seconda moglie, la modella Marica Pellegrinelli, dalla quale ha avuto i figli Gabrio Tullio, 5, e Raffaela Maria, 8. Lei stava mettendo fine al fidanzamento con l’imprenditore svizzero Luca Tognola, al quale è stata legata tre anni.

E proprio a Gente, all’inizio della scorsa estate, aveva confidato: «Mi mancava un po’ d’aria. Era diventato geloso, a tratti possessivo, atteggiamenti che si sono acuiti quando mi sono trasferita per lavoro da Lugano, dove vivevamo, a Roma. Sulle prime poteva essere anche intrigante vedersi solo nel weekend. Poi non ha funzionato più. Se scelgo di stare con una persona è per stare meglio, non per avere dissapori. Passione, leggerezza, rispetto sono gli ingredienti di una relazione che guarda avanti e progetta grandi cose». Se tra Roberta ed Eros accadranno grandi cose, se il loro rapporto sia destinato a diventare “una storia importante”, come titola un famoso brano di lui, è presto per dirlo. Certo è che i citati messaggini sono andati avanti per parecchie settimane prima che gli incontri tra i due diventassero realtà. Pochi incontri finora, a dire il vero.

Leggi anche  "Ma sei pazzo?!". C'è posta per te, la clamorosa gaffe di Stefano De Martino (e Belen): Maria senza parole

Sarebbero diventati molti di più se il coronavirus non avesse costretto la coppia a uno stop ferreo. Anche loro devono accontentarsi di lunghe videochiamate, con la promessa di rivedersi appena possibile. Il cantante vive a Milano, mentre Roberta risiede a Roma, quartiere Prati, e continua a co-condurre I fatti vostri su Raidue, uno dei pochi programmi non cancellati dai palinsesti. Armata di mascherina e guanti, si reca tutti i giorni a piedi negli studi di via Teulada, che distano meno di un chilometro dalla sua abitazione. I beninformati dicono che, nonostante l’estrema felicità del cuore, stia attraversando un periodo di fragilità.

Stare sempre sola a casa non è facile per un carattere come il suo. «Ho una personalità forte, non esito a prendere decisioni», ci aveva detto. «Nella vita normale e in quella professionale, in pratica, sono un uomo. In amore, invece, sono una geisha, mi prendo cura delle persone che amo e mi piace accontentarle e coccolarle». Attenzioni che a Ramazzotti risulterebbero particolarmente gradite: il cantante, dietro la maschera da duro, è di una dolcezza disarmante. Roberta, in passato, ha già subito il fascino dell’uomo maturo. Tra lei ed Eros ci sono 23 anni di differenza, due in meno di quelli che la separavano da Carlo Conti.

La showgirl e il conduttore di Raiuno hanno intrattenuto una relazione semi-segreta per anni, quando lavoravano insieme a L’eredità e a I migliori anni. Quel fidanzamento venne alla luce nel 2010 ma si chise poco dopo. Nel 2012, infatti, Conti, ha sposato Francesca Vaccaro, dalla quale ha poi avuto il figlio Matteo, 6. La vita sentimentale della Morise non è stata altrettanto fortunata, nonostante il desiderio di avere un marito e diventare mamma sia forte. «Provengo da una famiglia unita e piena d’amore, è naturale che io tenda a questo modello. Mi impegno: devo arrivare alla perfezione sentimentale, anche se è complicato raggiungerla. Ma io non mi arrendo». Eros – e la sua storia lo testimonia – nemmeno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here