Press "Enter" to skip to content

“È morto per il coronavirus”. Lutto nella musica, un altro cantante: tutti ricorderemo quel suo grande successo

Il mondo della musica perde una grande icona. Muore per coronavirus, il celebre frontman degli Arrows, Alan Merrill, uno degli autori, nel 1975, insieme al chitarrista e compagno di band Jake Hooker, della celeberrima “I Love Rock’n’Roll”. Il cantante muore a New York, all’età di 69 anni. Anche gli Stati Uniti rientrano tra i Paesi con più casi al mondo tra contagi e decessi per coronavirus.

La figlia Laura ha dato così il triste annuncio: “Mi hanno dato solo due minuti per dirgli addio. Probabilmente non potrò piangerlo con un funerale. Resta a casa se non per te, per gli altri, per mio padre”. Alan Preston Sachs, meglio conosciuto come Alan Merrill è stato il celebre frontman del gruppo musicale rock britannico degli Arrows. La formazione è nata tra le strade londinesi, nel 1974, e già nel 1975, il brano “I Love Rock’n’Roll“ fu un grande successo, al punto che negli anni a seguire, venne rilanciata nel 1982 da Joan Jett and The Blackhearts e persino da Britney Spears nel 2001. (Continua a leggere dopo la foto).

Intorno agli anni 80 Alan ha deciso di trasferirsi a New York. Una carriera musicale inarrestabile, fino al suo ultimo album, “Radio Zero” inciso nel 2019. La figlia Laura sconvolta e racconta su Facebook: “Il Coronavirus ha preso mio padre questa mattina. Mi hanno dato 2 minuti per dirgli addio. Sembrava tranquillo l’ultima volta che l’ho visto e quando ci siamo salutati l’ultima volta, sembrava ci fosse ancora un barlume di speranza, che non sarebbe diventato un lancio flash di agenzia, sul lato destro dello schermo delle notizie della CNN”. (Continua a leggere dopo le foto).

E aggiunge: “Ero a casa quando ho saputo della sua morte. Come può essere? Ero al suo concerto solo un paio di settimane fa. Avevo appena creato il suo ritratto per il suo nuovo album. Ci siamo scritti poco prima che morisse, mi ha detto che sentiva molto freddo, minimizzando tutto, come sempre. I soldi non hanno importanza. Le persone stanno morendo. Non pensi mai che succederà a te o alla tua famiglia, si pensa sempre di essere più forte degli altri. Resta a casa se non per te, per gli altri, per mio padre. Questo virus è reale. Probabilmente non potrò piangerlo con un funerale. Ho appena perso il più grande amore della mia vita e non potrò abbracciare nessuno perché sono in quarantena per due settimane, da sola. Avrò bisogno di tutti voi per superare questo momento. Per favore, state al sicuro. Nessuno è immune dal virus”.

 

Oltre al significativo messaggio della figlia del rocker,  anche Joan Jett non poteva mancare all’appello. La cantante rivolge così le sue condoglianze alla famiglia, dedicando un commuovente pensiero al grande maestro del rock: “I miei pensieri e il mio amore vanno alla sua famiglia, agli amici e alla comunità musicale nel suo insieme. Ricordo ancora di aver visto gli Arrows in tv a Londra e di essere stata colpita dalla canzone. Con profonda gratitudine e tristezza, auguro ad Alan buon viaggio”.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *