Cecilia e Ignazio, la loro crisi e il desiderio di un figlio

Due cuori sospesi. Una storia d’amore in pausa. Nessuno, a parte Ignazio e Cecilia, sa cosa sia successo davvero. Né può dire perché dopo essersi tanto amati ora vivano distanti, ognuno solo con le proprie emozioni e con la delusione inevitabile del “dopo”. Erano una delle coppie più solide e amate. «Buon compleanno, amore mio, ti amo Nachito», scriveva il 14 luglio Cecilia su Instagram per festeggiare i 28 anni del fidanzato. Appena 15 giorni dopo, la prima litigata.

Che però sembrava rientrata, con la partenza per le vacanze insieme. E poi di nuovo, il 10 agosto, la scenate di gelosia di lei in discoteca, il presunto tradimento di lui con Anna Safroncik (smentito da entrambi con forza), i malumori. Poi tutto precipita, la linea sinuosa della felicità si interrompe. E pensare che durante il lockdown, trascorso nella tenuta della famiglia Moser in Trentino tra boschi, prati e vigneti, la coppia aveva detto di desiderare un figlio. «Non vorrei far passare troppo tempo», aveva ammesso Cecilia. «L’avrei voluto già a 28 anni, la stessa età in cui mia madre ha avuto me». È una famiglia molto unita la sua, legata alle tradizioni.

I genitori stanno insieme da una vita e mamma Veronica, che è una donna molto forte, alla sua età aveva già tre figli: Belen, la prima, è nata quando aveva solo 21 anni. Ha sempre protetto le figlie, incitandole a realizzarsi anche nella vita privata, non solo ad arrivare al successo. Cecilia ha seguito il suo esempio fin da bambina. «Questa è la vita che ho sempre voluto», scriveva a marzo dal Trentino, felice accanto a Ignazio. «Un uomo così, una famiglia numerosa, una casa in campagna, lui che va a lavorare, io che lo aspetto con la tavola pronta. Una vita semplice, ma fatta di cose essenziali… fatta d’amore». Amore che lui non le ha mai fatto mancare.

Leggi anche  Ambra Angiolini è il passato, adesso Francesco Renga pensa Diana

Ma che ha dovuto fare i conti con il ritorno alla normalità, fuori dal magico idillio di due cuori e una capanna. Cecilia, nonostante la sua bellezza straordinaria, ha sempre detto di sentirsi gelosa e di aver bisogno di conferme: «Succede quando non mi sento al centro delle sue attenzioni », aveva dichiarato. Arrivata a trent’anni, forse ha temuto che qualcuna le soffiasse l’uomo della vita prima di poter realizzare il suo sogno. Forse ha sentito il compagno più distante proprio quando era a un passo dalla maternità. E forse lui, che è più giovane di lei di due anni, nel frattempo ha realizzato di voler fare tante cose ancora, prima di fare famiglia. Può aver manifestato un’indecisione che ha gelato il cuore di Cecilia, che l’ha messa in allerta. Sono solo ipotesi, ovviamente. Ma anche con il più incantevole dei sogni, purtroppo, possono interferire molti fattori esterni.

Da una parte per Ignazio c’è l’amore sincero per Cecilia e l’ammissione di sentirsi fragile senza di lei. Dall’altra ci sono i progetti che il padre di Ignazio, Francesco Moser, immagina per lui: riaverlo accanto nell’azienda di famiglia, concentrato sugli affari e non più sulle serate in discoteca o sul miraggio della Tv. «Spero che tutto questo finisca presto», si è lasciato sfuggire in merito alla vita pubblica del figlio. E poi ci sono gli amici che fanno da traino. Come il dj Andrea Damante, con cui Ignazio a Ferragosto si è concesso una giro in barca in Sardegna (senza Cecilia, che ha raggiunto Belen e il resto della famiglia a Ibiza), folleggiando tra cene e serate. «Per tutte le single di San Teodoro, qui c’è mio fratello Ignazio Moser», avrebbe gridato in pista Damante, confermando lo status sentimentale dell’amico. Lei non ha risposto. Ma ai primi di agosto, poche ore prima che la crisi esplodesse, aveva scritto: “La chiave che apre ogni porta è la pazienza”, un incoraggiamento fiducioso a non perdere la speranza. Lui, dopo il loro ultimo addio ha postato un video in cui qualcuno canta Tu sei l’unica donna per me di Alan Sorrenti. Segnali impercettibili, ma chiari: stanno soffrendo. E forse si aspettano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *