Albano Carrisi e Loredana Lecciso, la loro casa è tappa fissa per tutti

0
159

Scorrendo il profilo Instagram di Loredana Lecciso sembra di sfogliare un settimanale rosa, tanta è la densità di volti noti che lo puntellano. Gianni Morandi con la moglie Anna; Simona Ventura; Andrea Bocelli con la moglie Veronica; Cristiano Malgioglio; Mogol con la moglie Daniela; Nunzia De Girolamo… Tutti amici che in questi mesi hanno fatto scalo a Cellino San Marco, per un pranzo veloce, una cena a bordo piscina o qualche giorno di relax nell’hotel delle Tenute Carrisi.

Ad accoglierli non c’era quel ginepraio – con code mediatiche – di ex mogli ingombranti, compagne scalpitanti e patriarchi titubanti che è stata Casa Carrisi negli ultimi anni. La situazione da qualche tempo è incredibilmente (e forse inaspettatamente) tranquilla. Al Bano ha chiarito finalmente a se stesso e al mondo che la sua compagna è Loredana, negando qualunque concessione a opacità e gossip su futuribili ritorni con Romina.

E la Lecciso pare pacificata in questo nuovo ruolo di padrona di casa. Le foto con gli amici sul suo profilo ne sono la prova, ma non bastassero quelle ci sono le parole di Simona Ventura, che col suo Giovanni Terzi è stata ospite a Cellino poche settimane fa: «Giovanni e Al Bano sono amici da anni e io era da tempo che volevo andare a Cellino, un posto incredibile: basta vederlo per capire chi è Al Bano e quanta energia metta nelle cose. Non c’è una pietra lì che non parli di lui», dice Simona. Che di un paio di fasi clou dei subbugli sentimentali tra Al Bano e Loredana fu inaspettatamente regista.

Quando, durante la partecipazione del cantante all’Isola dei famosi del 2005, Loredana decise di prendere i figli Bido e Jasmine e lasciare Cellino San Marco, toccò a Simona informare Al Bano, collegato dall’Honduras. E cinque anni dopo fu sempre Simona a volere anche la Lecciso (ancora nel pieno dei tira e molla emotivi e mediatici del triangolo con Romina-Albano) all’Isola. «Adesso ci ridiamo su, ma ai tempi di quei problemi tra loro non rideva proprio nessuno: sono stati passaggi molto difficili.

Leggi anche  “Tutta la verità sul suo coso". Cicciolina umilia Rocco, parole da brividi: "Lui..."

Ma sono passati, ho trovato Al Bano e Loredana benissimo. In questi giorni a Cellino mi sono legata molto a lei, donna eccezionale, raccontata con molta superficialità dai media in questi anni. Lui pare ringiovanito, è in forma com’era quando partecipò all’Isola, è il nostro M49 (l’orso ribelle Papillon, in fuga da mesi, ndr), il nostro panda, una bandiera italiana nel mondo, dovrebbe essere nominato cavaliere del lavoro. Ha una energia incredibile: sta dietro a tutto, accoglie gli ospiti, cucina, segue le sue Tenute, l’azienda vinicola e le 50 persone che ci lavorano. Un portento», racconta Simona, che nella foto pubblicata da Loredana passeggia con lei nel bosco di Cellino, in una delle escursioni più gettonate da chi soggiorna nelle Tenute. Simona e Giovanni sono arrivati lì in occasione dei Magna Grecia Awards, dopo un mese in Sardegna e prima di un paio di settimane a Rimini (per la rassegna Le terrazze della Dolce Vita).

Una vacanza italianissima, con famiglia allargata al seguito (16 persone) in tempi di Covid: «Bisogna imparare a conviverci. Noi prima di andare in Sardegna abbiamo fatto il tampone a tutta la famiglia; una volta lì, siamo stati molto attenti a non assumere comportamenti rischiosi, abbiamo evitato luoghi troppo affollati e abbiamo continuato così in tutti i nostri spostamenti, cercando di privilegiare anche con gli amici il tempo all’aria aperta, che è la migliore delle precauzioni. Possiamo fare tutto e non limitare le nostre libertà se usiamo delle precauzioni: la mascherina, le mani sempre pulite, le distanze. Serve buon senso da parte di tutti, per evitare di finire di nuovo tutti chiusi in casa», dice Simona, che prima di lasciarci e tuffarsi in una fuga finalmente a due con Giovanni dopo settimane tra vacanze in famiglia e impegni di lavoro, butta lì una frase sibillina: «Io e Al Bano ci siamo fatti una promessa. Abbiamo lasciato a metà l’Isola del 2005. Prima o poi quel capitolo dovremo chiuderlo. Non so bene come né quando, ma qualcosa ci inventeremo». Se ci riusciranno, il cerchio sarà davvero chiuso.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here