Yari Carrisi ultime notizie: chi è, cosa fa, compagna, Thea Crudi

0
329
Nome completo: Yari Carrisi
Nascita: 21 aprile 1973, Cellino San Marco, Italia
Segno zodiacale: Toro
Altezza: 1,80 m
Partner: Naike Rivelli (2015- 2017)
Genitori: Al Bano Carrisi – Romina Power
Pagina Instagram

Ci sono persone che vivono distanti, che non si sono mai incrociate, eppure è come se spiritualmente fossero tutt’uno. Un’unione di anime che si fa evidente, concreta, quando si ritrovano l’uno di fronte all’altra.

È accaduto così a Yari Carrisi, secondogenito di Al Bano e Romina Power, e Thea Crudi. Si sono conosciuti a giugno in un centro yoga a tignano, nel barese, nel quale lei cantava i sacri mantra (formule che vengono ripetute più volte come pratica di meditazione) dell’Himalaya.

E si sono innamorati. «Ci siamo conosciuti e riconosciuti», racconta Yari. «Quando ci siamo incontrati abbiamo sentito una forte emozione, una voce che diceva: “Dove eravamo rimasti?”.

È stata la sensazione straordinaria di conoscerci da molto più tempo rispetto a questa vita. La nostra relazione arriva da vite precedenti», confida mentre cammina tra gli ulivi mano nella mano con Thea. A immortalarli è una fotografa speciale: mamma Romina. C

he, peraltro, era presente al loro primo incontro. «Una coincidenza significativa: pensa che la mattina stessa un mio caro amico mi consigliò di mettermi in contatto con lei, ma io non sapevo come fare. La sera, a sorpresa, lei venne ad ascoltarmi con Yari». Lui sorride: «Proposi a mamma di andare a vedere Thea, che seguivo su Internet.

Sapevo che cantava i mantra che a lei piacciono: sono suoni spirituali che liberano la mente e favoriscono la pace mentale. Stavamo vivendo un momento particolare: Taryn, mia zia, era molto malata e stava per lasciarci. I mantra cantati dal vivo da una persona come Thea avrebbero fatto bene a mia madre», racconta Yari, che svela un retroscena dell’incontro con Thea. «Nel 2018 sono stato per quasi un anno in India a lavorare a un programma televisivo scritto da me: Pellegrinaggi. Avrei dovuto registrare la puntata zero a maggio 2020, ma poi a causa del covid ho cambiato i piani.

Leggi anche  Alessia Marcuzzi smentisce tutto, nessuna crisi con il marito Paolo Calabresi

Ho iniziato a cercare in Rete alcuni collaboratori. E mi sono imbattuto in Thea: nelle sue dirette parlava di filosofia indiana, yoga, mantra, karma in maniera naturale, come se descrivesse la strada di casa. Man mano che passavano i giorni mi affascinavano la sua cultura, la musicalità, l’energia.

La sua bellezza è il completamento, come la ciliegina sulla torta, ma in lei c’è molto di più». Dall’unione di Yari e Thea è nato un progetto speciale per il 2 ottobre, dalle 17.30, al Faro di Punta Palascia, a pochi chilometri da Otranto: un concerto spirituale, suoni di chitarra, tamburi, harmonium indiano e campane tibetane.

«Visto che la nostra musica è composta principalmente da sacri mantra e da canzoni occidentali che seguono quell’onda (Battiato, Battisti, Beatles), questo è il terreno ideale in cui piantare il nostro primo seme concertistico. È un bel viaggio creare la colonna sonora al sorgere della Luna piena sul mare. Vorremmo lasciare il ricordo di un momento illuminato di positività spirituale», dicono.

Thea è metà romagnola e metà finlandese: «Ma spiritualmente mi sento collegata all’India e agli antichi maestri dell’Himalaya. Da quasi dieci anni sostengo la Libera Condivisione Onlus con i miei concerti. Abbiamo un orfanotrofio di bambine in Tamil Nadu, India del Sud, e un lebbrosario in India del Nord. E poi è appena uscito il mio primo libro, La conoscenza spirituale dello Yoga: Yari ha fatto la prefazione».

Per molti siete una coppia in musica bella e affiatata come sono stati Al Bano e Romina. Se doveste identificarvi in una fase della loro carriera… «Io sono un grande fan dei loro Anni 60-70. Purtroppo in Italia i dischi Atto I, 1978 e Aria pura non hanno avuto gran successo. È un peccato visto che segnavano la loro vera collaborazione da spiriti liberi.

Leggi anche  Sara Croce, La Bonas di Avanti un altro scarsa attitudine di sua mamma ai fornelli

Poi arrivò Felicità e si cementificò una nuova immagine. Visto che sono il simbolo della coppia in Italia, viene naturale paragonare chiunque a loro, non solo me e Thea», dice Yari. Thea ha un legame speciale con Romina. «Tra noi c’è un’affinità spirituale. Sento il suo sostegno e comprendo l’importanza dell’alleanza tra donne.

Con lei e Yari trascorro momenti meravigliosi che ricorderò sempre con amore, come questo servizio fotografico che ha scattato Romina. La sento come una cara e preziosa amica». E Al Bano? «Mi è simpaticissimo e trovo che sia un uomo raro, forte e affettuoso.

Sta seguendo con interesse il nostro viaggio in musica, ci dà buoni consigli». E Yari aggiunge: «Ho un ottimo rapporto con i miei genitori. Siamo sempre disponibili l’uno per l’altro». Thea e Yari sono molto belli insieme. «Desideravo un compagno che condividesse la mia stessa visione spirituale: dall’alimentazione vegetariana-vegana all’amore per l’India, al desiderio di amplificare la consapevolezza spirituale. Con Yari ho questa opportunità. Sta a noi portarla avanti con amore, intelligenza e umiltà, giorno dopo giorno ». E Yari ammette: «Come spesso accade, lei ha espresso ciò che penso anch’io»

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here