Non sei sicuro di cosa guardare su Netflix questo lungo weekend? Ecco una selezione con i film, i documentari e le serie più consigliati.

È il titolo più recente di Happy Madison, il produttore di Adam Sandler, che scrive e recita in questo film in cui la commedia è vestita di terrore .

Qui interpreta Hubie Dubois, un single maturo che vive con sua madre a Salem e svolge un lavoro di protezione della comunità, anche se i suoi vicini non glielo hanno chiesto. Lavoro che rafforza soprattutto quando si festeggia Halloween.

Tuttavia, la cosa più preoccupante è che Hubie soffre di una paura costante che lo rende facile preda di diversi abitanti del luogo, se non quasi tutti, che hanno fatto del loro passatempo preferito spaventarlo e fargli scherzi pratici.

Una commedia senza ambizioni, ma con tante situazioni assurde, dove Sandler si serve ancora una volta del suo gusto per i personaggi più singolari – che lo spettatore non sa se odiare o amare – e di battute che fanno apparire qualche risata.

Rapper a 40 anni

Rapper a 40 anni | Netflix

Nel gennaio di quest’anno, al Sundance festival , la newyorkese Radha Blank ha presentato in anteprima il suo film d’esordio, con il quale ha vinto il premio per la migliore regia drammatica in quel concorso. Dopo quel trionfo, Netflix ha acquistato i diritti per aggiungerlo ora al suo catalogo.

È così che si vede già questo film che la stessa Blank scrive, produce, dirige e recita , per raccontare la propria storia, quella di una drammaturga di Harlem, New York, che ha una crisi d’identità tre mesi dopo il suo 40esimo compleanno. e chi decide di diventare un rapper.

Così, tra teatro e rap, la regista cerca di trovare la propria voce mentre affronta le sue frustrazioni e paure, mentre cerca di curare il dolore della recente morte di sua madre.

Una sorta di terapia che porta sullo schermo con una storia tra commedia e dramma e con la visione personale del suo autore, che opta per le riprese in 35 mm e in bianco e nero , con cui Blank rivela il suo amore per video rap dei primi anni ’90, film di John Cassavetes e il lavoro del fotografo afroamericano Roy DeCarava.

La maledizione di Bly Manor

Dopo l’applaudito The Curse of Hill House , Mike Flanagan si ispira al romanzo Another Turn of the Screw , di Henry James, per il suo nuovo capitolo.

E come nella produzione precedente, gli dona il suo volo, ampliando la trama e il numero dei personaggi, dando vita a una narrazione rinnovata e paranormale .

La storia si concentra su un giovane americano che deve prendersi cura di due fratelli orfani in una grande proprietà situata nella campagna inglese, di proprietà della famiglia Wingrave.

In questo luogo, la vita quotidiana della baby sitter viene gradualmente scossa da situazioni insolite , come l’apparizione della figura di un uomo su uno dei balconi della villa e che sia Flora che suo fratello hanno improvvisi sbalzi d’umore.

E non solo l’horror gotico, solitamente ambientato in ambienti cupi e pieni di fantasmi, nutre i suoi nove capitoli. Anche il romanticismo gioca un ruolo importante , con diverse relazioni che sorgono e cadono a pezzi durante la storia.

Verso il lago

Il romanzo di Yana Vagner che mostra la storia di un gruppo di moscoviti che cercano di sfuggire alla morte viaggiando verso un’isola disabitata situata nel lago Vongozero, nella regione della Carelia, è la base di questa serie russa, presentata per la prima volta nel 2019 e che è stato appena aggiunto al catalogo Netflix.

Il suo asse è un virus con gravi conseguenze per chi attacca e come protagoniste due famiglie in fuga dal pericolo che affligge il Paese.

Una serie piena di dramma, che ha un buon livello di produzione e prestazioni eccezionali , e che riflette, con la finzione e il dramma, un tema contingente ovunque nel mondo come un’infezione, nonostante il fatto che sia stato realizzato molto prima del pandemia.

Canzone esplosiva

Song Exploder è il podcast che il musicista Hrishikesh Hirway ha creato nel 2014 con una semplice premessa: distruggere una delle sue canzoni insieme ai suoi creatori .

Questo è quello che fa in ciascuno dei suoi episodi, dedicati a un argomento particolare e dove sono passati da Bjork ai Metallica, attraverso Lorde, Iggy Pop, The Postal Service, Solange, U2, Wilco, Carly Rae Jepsen e un lungo elenca di più.

È così popolare che ora è diventata una serie di documentari Netflix , che ha lo stesso nome del podcast, Song Exploder .

In questa prima stagione, la docuserie debutta con quattro affascinanti capitoli , ognuno dedicato a una canzone di Alicia Keys insieme a Sampha, Lin-Manuel Miranda, Ty Dolla $ ign e REM .

Imperdibile è quest’ultimo, dove parlano i quattro membri originali della band ateniese che svelano i segreti della loro classica religione dei Losing muy .

Il Collegamento

È comune nelle zone rurali a sud di quell’Italia l’ormeggio, una sorta di incantesimo in cui una forza malvagia prende il sopravvento sulla mente e sul corpo di un’altra persona per dominarla. Lo chiamano anche “malocchio”, anche se apparentemente è molto diverso e sinistro dall’occhio che è conosciuto in questa parte del mondo.

Succede in questo nuovo film a Sofia (Giulia Patrignani), una ragazza che arriva con la madre, Emma (Mía Maestro) e la sua fidanzata, Francesco (Riccardo Scamarcio), in un grande caso di campagna dove la madre di quest’ultima, Teresa (Mariella Lo Sardo)

Il posto è bucolico e si trova in una vasta area piena di alberi, ma nonostante ciò qualcosa non va. In effetti, molti alberi sono morti e giacciono a terra. Secondo Francesco, la loro madre è in grado di curarli.

In seguito, la ragazza viene morsa da una tarantola ed è Teresa insieme alla donna con cui vive a decidere di curarla con un metodo strano e nascosto alla madre.

Tutto ciò che Teresa fa è avvolto nel mistero ed è la cosa più spaventosa di questo film horror, che sarà goduto al meglio – o quasi esclusivamente – nella tanto attesa notte di Halloween .

Ecco, ti ordino

Alejandro ( Mauricio Ochmann ), il protagonista di questo film messicano, è un creativo di un’agenzia pubblicitaria ossessionata dall’essere padre . In effetti, i bambini piccoli gli appaiono ovunque.

Ma tra i piani di Cecilia (Esmeralda Pimentel), sua moglie, non c’è l’essere madre. Per ora, la sua priorità è il suo lavoro in una grande azienda energetica, dove sta per ottenere un’importante promozione.

Sta infatti per ottenere un’importante promozione, come partner dello studio, che l’ha emozionata e su cui concentra le sue energie.

Nel frattempo, Alejandro insiste sul fatto che hanno un figlio e lo vuole così tanto che lo lascia in eredità letteralmente dall’oggi al domani . Come? Grazie ad Alicia, la giovane cameriera del bar che frequenta, che gli chiede di prendersi cura del suo piccolo Alan per qualche giorno. Decide di accettare e porta il bambino nell’appartamento dove vive con Cecilia, ma senza consultarlo.

È il punto di partenza di questa commedia efficace, che affronta i diversi volti della paternità e non solo con le differenze in materia che Alejandro e Cecilia hanno. Lo fa anche trattando la maternità nell’adolescenza o quella delle madri single che crescono da sole i propri figli.

Il caso Watts: il padre omicida

La mattina presto del 13 agosto 2018, Shanann Watts e le sue figlie di quattro e tre anni, Bella e Celeste, sono scomparse dalla loro casa a Frederick, in Colorado. Un fatto che avrebbe un esito tragico e che questo documentario fa rivivere.

Forse il resto del mondo non lo sapeva, ma negli Stati Uniti ha suscitato scalpore perché presto si sarebbe saputo che Shanann e le bambine erano effettivamente morte .

È stato lo stesso assassino a confessarlo, nonostante abbia inizialmente negato tutte le accuse. Chi era? Come rivela il nome del documentario, sono stati suo marito e il padre delle ragazze ad ucciderle, Chris Watts.

La regista di documentari Jenny Popplewell considera questa storia inquietante quasi come un thriller perfetto , in cui la suspense è sempre mantenuta e dove i pezzi del puzzle si adattano a poco a poco. Un disco che, inoltre, ha realizzato solo con video inediti, la maggior parte dei quali registrati da Shannan durante il loro matrimonio.

Emily a Parigi

Il nuovo colpevole piacere di Netflix è questa serie di Darren Star , il creatore di Sex and the city e personaggi indimenticabili come Carrie Bradshaw.

Infatti, Emily (Lily Collins), la star di questa nuova produzione, sembra seguire le orme dell’affascinante newyorkese.

Ha poco più di vent’anni e lavora per una società di marketing e si trasferisce a Parigi  dopo essere stata nominata per supervisionare l’agenzia francese del marchio di lusso acquisita dall’azienda .

Nella Città della Luce i giovani trascorrono le loro giornate tra amici, possibili storie d’amore e la loro tenace capacità di affrontare i problemi del lavoro e anche innamorandosi della bellezza dei suoi angoli e del loro modo di vivere.

Alla maratona ancora e ancora.

Buongiorno, Verônica

L’omonimo romanzo di Andrea Killmore – pseudonimo della criminologa Ilana Casoy e dello scrittore Raphael Montes – diventato un best seller in Brasile, è alla base di questa nuova serie.

I suoi protagonisti è Verônica (Tainá Müller), un agente di polizia che sta indagando su due casi legati alla violenza di genere .

In ciascuno dei suoi otto capitoli, mostra al pubblico sia le esperienze di Verônica che quelle del suo principale e sfuggente antagonista, Brandão, che usa la sua acuta intelligenza per sottomettere sua moglie ed evitare la giustizia.

Una serie cruda e diretta che rende visibile il dramma della violenza contro le donne non solo in Brasile ma anche nel resto dell’America Latina.

Oktoberfest: birra e sangue

La tradizionale festa della birra che si tiene dal XIX secolo a Monaco di Baviera fa da cornice a questa miniserie tedesca di Netflix.

La storia che risale al 1900, quando la città ospitava già diversi rappresentanti della fiorente industria della birra locale; gli stessi che avevano anche il diritto di montare le loro tende all’Oktoberfest ogni autunno.

Lì, due famiglie di birre si scontrano per avere il controllo di questa festa , in un dramma d’epoca di sei capitoli, con suspense e violenza, dove spiccano le performance del suo cast e che conferma il livello della serie tedesca nel catalogo Netflix.

I ragazzi della band

I ragazzi della band | Netflix

Due anni fa, il Booth Theatre di Broadway ha ospitato le esibizioni che hanno commemorato il 50 ° anniversario della prima originale di The boys in the band , lo spettacolo rivoluzionario che ora arriva sullo schermo di Netflix come film.

È la storia creata da Mart Crowley che ha debuttato alla fine degli anni ’60, con un gruppo di amici gay che si incontravano a una festa a New York, e che è diventato uno dei primi pezzi a mostrare apertamente le loro esperienze.

E sono proprio gli attori che hanno recitato nel revival del 2018 – cast guidato da Matt Bomer, Jim Parsons e Zachary Quinto – a replicare i loro ruoli nel film che ha Ryan Murphy ( Glee , storia dell’orrore americano ) tra i suoi produttori .

Tutto accade nell’appartamento duplex dove vive Michael e dove si festeggia un compleanno. È in quella festa che vengono alla ribalta i conflitti e le cicatrici di questi amici, quelli che hanno un punto in comune: i limiti che la società ha imposto loro e continua a imporre loro.

Guarda su Netflix

Enola Holmes

Enola Holmes | Netflix

Millie Bobby Brown , meglio conosciuta come Eleven di Stranger Things , produce e recita in questo nuovo film, che porta sullo schermo le avventure della sorella minore del famoso detective Sherlock Holmes, Enola , un personaggio adolescente dei romanzi dell’americana Nancy Springer.

La storia è ambientata nella campagna inglese all’inizio del XIX secolo, dove la giovane donna vive con sua madre, Eudoria ( Helena Bonham Carter ). Ma proprio quando compie 16 anni, la sua mamma liberale scompare, costringendola a contattare i suoi fratelli maggiori quasi sconosciuti: Mycroft ( Sam Claflin ) e Sherlock ( Henry Cavill ).

Mentre quest’ultimo si concentra sulla ricerca di indizi che aiuteranno a trovare la matriarca della famiglia Holmes, Mycroft decide di diventare il tutore della sorella minore e teme che riceva l’istruzione adeguata per una giovane donna della sua età.

Di fronte alla possibilità di perdere la libertà, Enola decide di scappare di casa con il gioco per decifrare indizi e ritrovare così sua madre. Una ricerca incessante che sta dando forma a una storia di due ore che non perde mai efficacia o divertimento.

Guarda su Netflix

Gli archivi dell’infermiera della scuola

Gli archivi dell’infermiera della scuola

Il dramma e la commedia si uniscono al paranormale nei file l’infermiera della scuola , il nuovo k-drama o la serie coreana di Netflix.

Il suo protagonista è Ahn Eun-young (Jung Yu-mi), la giovane infermiera di una scuola superiore di Seoul chiamata. Piuttosto un lavoro di routine dietro il quale si nasconde la sua vera e importante occupazione.

Qual è quello? Insegui ed esorcizza fantasmi o “gelatine” , poiché sono noti anche per essere fatti di ectoplasma, che può vedere grazie all’abilità insolita con cui è nato e quelli che combatte premontati con la sua spada arcobaleno e la pistola ad aria compressa.

Ogni giorno, Ahn è stupito dal numero di creature soprannaturali che abitano il liceo e richiede la sua costante preoccupazione. Tuttavia, scopre presto che c’è qualcun altro che può aiutarla: Hong In-pyo (Nam Joo-Hyuk).

È l’insegnante di caratteri cinesi, nonché il nipote del fondatore della scuola, che possiede una grande aura, la cui energia lo protegge dagli esseri malvagi. Lo stesso che puoi condividere con Ahn e lo rende l’assistente ideale per risolvere i misteri. Così, come coppia unita dal destino, affrontano missioni grandi e piccole.

Guarda su Netflix

Sneakerheads

Sneakerheads | Netflix

Anche i fan delle scarpe sportive o delle sneakers rimarranno affascinati da questa serie, che ritrae questa particolare sottocultura.

Lo fa attraverso la storia di Devin, un padre di famiglia che ha lasciato la sua giovinezza dove ha pagato migliaia di dollari per un paio di scarpe da ginnastica.

Tuttavia, dopo un rapido confronto tra i suoi lati positivi e negativi, Devin decide che è ora di acquisire un modello Nike che è stato rilanciato. Ma la sua sorpresa è maggiore quando scopre che troppi sono interessati a fare lo stesso.

Giunti in fondo alla fila per entrare nel negozio, che è lungo più di due isolati, Devin incontra Bobby, il suo migliore amico in adolescenza, e presto insieme iniziano la ricerca di alcune preziose sneakers .

Guarda su Netflix

Jurassic World: Cretaceous Camp

Jurassic World: Cretaceous Camp

Steven Spielberg sta co-producendo questa versione animata della fortunata serie Jurassic Park . Ci sono otto capitoli, che sono ambientati parallelamente agli eventi noti nel film del 2015, Jurassic World .

Un’avventura che inizia quando Darius riesce a completare le tappe di un videogioco giurassico e si aggiudica un posto nel campo sperimentale che si terrà su Isla Nublar, lontano dalle strutture dirette da Claire Dearing al cinema.

Grazie al suo istinto e talento con la console, il vivace Dario ottiene il suo pass per visitare Jurassic Park, entrando così a far parte di un gruppo composto anche dalla star dei social media e influencer Brooklynn, figlio del milionario Kenji, figlia degli allevatori Sammy, il nervoso Ben e l’atleta Yaz, più due consiglieri: Roxie e Dave.

Ma presto i ragazzi si mettono nei guai con i dinosauri lì, dando il via ad avventure piene di azione con l’adrenalina .

Guarda su Netflix

Ratched

Ratched | Netflix

La fredda e crudele infermiera del film Caught with no way out (1975), Mildred Ratched , prende vita in questa serie da Ryan Murphy , il re Mida della TV, creatore di Glee , Pose e The Politician .

È una sorta di prequel che, in California nel 1947, mostra Ratched come una giovane infermiera che fa tutto il possibile per lavorare all’ospedale Santa Lucía, un’istituzione in cui vengono curati i pazienti con problemi mentali, compreso l’ assassino di quattro preti. .

Con i capitoli si saprà che Mildred e il criminale hanno un legame, che segnerà gli otto episodi ei passaggi dell’infermiera all’interno dell’ospedale.

Una storia avvincente che affascina anche con la sua ambientazione , con scenografie spettacolari e colori saturi di mobili e costumi, e le sue performance, tra cui spiccano quelle di Sarah Paulson, Judy Davis e Cynthia Nixon .

Guarda su Netflix

Challenger: il volo finale

Challenger: il volo finale

Martedì 28 gennaio 1986, la navetta spaziale Challenger si disintegrò esattamente 73 secondi dopo il lancio dal Kennedy Space Center in Florida.

È stato l’ incidente più grave nella storia della conquista dello spazio e una delle tragedie più ricordate degli anni ’80, un fatto che ora è ricostruito in questa miniserie documentaria di Netflix, in quattro capitoli.

E lo fa solo dal punto di vista tecnico, scientifico e politico, ma anche dal lato umano, mettendo in luce le storie delle sette persone che facevano parte dell’equipaggio , tra cui quella di Christa McAuliffe, insegnante di un liceo del New Hampshire, che sarebbe diventata la prima persona comune, cioè né un astronauta né uno scienziato, a viaggiare nello spazio.

Guarda su Netflix

Il praticante

Il praticante | Netflix

L’attore spagnolo  Mario Casas diventa un cattivo in questo thriller in cui interpreta un paramedico che rimane su una sedia a rotelle  dopo aver subito un incidente nell’ambulanza dove lavorava.

Chi deve prendersi cura di lui è la sua ragazza, Vanesa (Deborah François), una donna che studia medicina veterinaria mentre lavora in un call center.

È un uomo freddo, manipolatore e cellopatico, che diventa ossessionato dalla sua ragazza quando decide di lasciarlo e uscire di casa.

Né la paralisi né la sedia a rotelle fermeranno la follia Angel, che presto si rivelerà uno spietato psicopatico che eliminerà tutti coloro che si frappongono sulla sua strada per riavere Vanesa.

Guarda su Netflix

Il diavolo a tutte le ore

Il diavolo a tutte le ore | Netflix

Nel 1954, la piccola città di Knockemstiff, in Ohio, ha dato i natali a Donald Ray Pollock. Uno dei luoghi che negli anni sarebbe diventato l’ambientazione delle sue storie e del suo primo e acclamato romanzo: Il diavolo a tutte le ore .

Un libro chiave della letteratura gotica nordamericana e da cui si ispira l’omonimo film che arriva su Netflix sotto la direzione del regista e sceneggiatore newyorkese Antonio Campos.

Nella sua storia le vite di persone sia di Knockemstiff che di Coal Creek, in Virginia, sono unite una serie di personaggi segnati dalla religione e dal peccato .

Il suo cast, che comprende gli attori Tom Holland e Robert Pattinson, spicca soprattutto .

Guarda su Netflix

Simboli

Simboli | Netflix

Torna Symbols , la serie polacca che ha debuttato quest’anno su Netflix scommettendo sulla suspense in una città apparentemente tranquilla ai piedi delle boscose Sowie Mountains.

Una città che porta il nome di Sowie Doły in cui il commissario Michał Trela ​​(Andrzej Konopka) si è recentemente trasferito da Cracovia per occuparsi della stazione di polizia locale e di un caso che ha scosso la sua comunità.

Nella sua seconda stagione, il commissario Trela ​​deve indagare su diverse sparizioni, nascondendo un serio segreto .

Guarda su Netflix

Il dilemma dei social media

Il dilemma dei social network | Netflix

Se sei uno di quelli che ha difficoltà a staccarsi dal cellulare, questo documentario ti farà mettere in discussione diverse cose.

In The Social Media Dilemma , il regista Jeff Orlowski smaschera il lato oscuro di app come Twitter, Instagram e Facebook .

Lo fa, da un lato, intervistando diversi dirigenti e sviluppatori che sono passati da queste e altre società della Silicon Valley, che sanno dall’interno cosa stanno veramente cercando con queste app.

Dall’altro, introduce una finzione drammatizzata in cui una famiglia serve da esempio per mostrare il danno che queste tecnologie causano.

Solleva diversi problemi inquietanti, come il fatto che i social network, piuttosto che connettere le persone, cercano di cambiare i loro comportamenti in modo che trascorrano più tempo in essi, al punto che diventa una dipendenza.

O l’idea che queste applicazioni non siano in realtà un prodotto gratuito, ma piuttosto l’utente è il prodotto . Come a pensarci due volte prima di continuare a scorrere.

Guarda su Netflix

Abbastanza vicino

Abbastanza vicino | Netflix

Il creatore di Un Show , James Garland Quintel, viene a riaffermare il suo stile unico di umorismo e ictus in questa nuova serie che arriva su Netflix.

In otto capitoli mostra le disavventure di una coppia di trentenni sposati, Emily e Josh, che affrontano la genitorialità con poche risorse .

Una serie di esperienze che vengono distribuite in due storie diverse in ciascuna trasmissione, tranne l’ottava con un unico racconto, dove le sfide dei suoi personaggi vengono mostrate con umorismo e un ritmo incessante, sotto lo sguardo singolare del suo creatore.

Guarda su Netflix

Papà voleva

Papà voleva | Netflix

Il protagonista di questo nuovo film messicano è un volto noto di Netflix, l’attore Juan Pablo Medina , che molti conoscevano come Diego, il fidanzato di Julián de la Mora nella serie La Casa de las Flores .

Qui interpreta Alberto Díaz, un attore che lavora come autista per una domanda di auto che sta cercando una nuova opportunità nel cinema dopo aver lasciato quel lavoro dopo la morte di sua figlia.

Cercando di partecipare a un film che viene girato è che si imbatte in Blanca Díaz (Natalia Coronado), la figlia pre-adolescente di uno dei produttori di quel film e che tutto ciò che vuole è partecipare a una gara di bici BMX .

Sua madre non la lascia ed è per questo che si avvicina ad Alberto per fingere di essere suo padre e poter così competere.

Ed è con questo falso papà che Blanca metterà da parte le sue frustrazioni, mentre anche Alberto comincia ad accettare le sue perdite.

Guarda su Netflix

La tata: regina letale

La tata: regina letale

Questo è il sequel del film The Nanny (2017), dove l’azione riprende due anni dopo che Cole (Judah Lewis) ha scoperto il lato oscuro della sua amata tata Bee (Samara Weaving).

Aveva nascosto il suo aspetto di leader di una setta satanica che usava il sangue umano per realizzare tutti i suoi desideri , che includevano anche Max (Robbie Amell), Sonya (Hana Mae Lee), John (Andrew Bachelor) e Allison (Bella Thorne).

Ora, da adolescente, Cole incontra di nuovo il male dopo aver scoperto che il suo migliore amico è ora il leader di un culto satanico e vuole usarlo per realizzare il suo sogno di essere un “influencer”.

Proverà a scappare dalla sua casa galleggiante sul lago, in una sfida piena di gag e scene divertenti, dove l’umorismo si mescola a litri di sangue, tanti smembramenti e diverse esplosioni.

Guarda su Netflix

#Vivo

#Live | Netflix

La trama di #Vivo , il nuovo film horror di Netflix , potrebbe essere riassunta così: un giovane deve rimanere chiuso nel suo appartamento per evitare di contrarre un pericoloso virus . La storia ti suona familiare?

Con un tempismo perfetto, nel pieno della pandemia di coronavirus, è uscito questo film, debutto nei lungometraggi del regista sudcoreano Il Cho.

Anche se questo virus è più sanguigno, perché le persone che lo contraggono si trasformano in una specie di zombi . O meglio cannibali violenti che vagano per tutta Seoul alla ricerca di persone sane da divorare.

Del disastro che sta accadendo per le strade, Oh Joon-woo (Ah-In Yoo), i giovani protagonisti di #Vivos (#Alive nel suo titolo originale) lo scopre attraverso le notizie e poi lo controlla quando cerca la vendita del dipartimento in cui vivi.

Inoltre, non sa nulla dei suoi genitori e di sua sorella, che se ne erano andati quando è scoppiato il virus. Ha ricevuto solo un messaggio da loro: ” devi sopravvivere “.

Guarda su Netflix

Julie e i fantasmi

Julie e i fantasmi | Netflix

Il regista e coreografo Kenny Ortega, lo stesso dietro a fenomeni come High School Musical, è dietro questa serie, che capovolge la premiata produzione brasiliana Julie e os Fantasmas , trasmessa da Nickelodeon tra il 2011 e il 2012, spostando la storia da San Paolo alla città degli angeli.

Julie vive nel quartiere di Los Feliz, un’adolescente che è una cantante e pianista di talento, che, in mezzo alle cose che aveva la sua defunta madre, trova un vecchio CD di un gruppo che non conosce, chiamato Sunset Curve. Quando decide di ascoltarlo, accade qualcosa di totalmente inaspettato: compaiono i fantasmi di tre membri di quella band .

Con loro forma una band, che riempie questa produzione di musica, danza e romanticismo .

Guarda su Netflix

Bellissimo

Bello | Netflix

“Siamo molto dispiaciuti per l’arte promozionale inappropriata che abbiamo utilizzato per Guapis ” , si legge nel comunicato diffuso qualche settimana fa da Netflix, dopo le polemiche sollevate dal poster con cui pubblicizzavano il film francese che arriva oggi sulla sua piattaforma.

Un poster che ha portato i social network a essere pieni di commenti che affermavano che il servizio era attraente per l’ipersessualizzazione delle ragazze. Tuttavia, il film diretto da Maïmouna Doucouré è molto più di questa vaga rappresentazione .

È la storia di Amy (Fathia Youssouf), un’immigrata senegalese di 11 anni che si è recentemente trasferita con sua madre , la devota e sottomessa Mariam (Maïmouna Gueye), ei suoi due fratelli minori, in un condominio a Parigi.

Lì, si unisce a un gruppo di ballo che è l’hobby di un gruppo di ragazze, praticando passi audaci. Sono gli annullamenti tra cui si muove Amy, dove la crisi in casa la porta a cercare di distinguersi davanti ai suoi coetanei con cose che non sono ancora per la sua età.

Guarda su Netflix

Amore garantito

Amore garantito | Netflix

Se sei uno di quelli che non tollera lo zucchero delle commedie romantiche , puoi correre subito, perché questo ha tutti gli ingredienti e i cliché del genere: bei protagonisti, romanticismo, umorismo, complicazioni occasionali e persino un lieto fine .

La sua protagonista è Susan Whitaker (Rachel Leigh Cook), una giovane avvocato che possiede un piccolo ufficio a Seattle dove lavora al fianco dei suoi due assistenti, Denise (Lisa Durupt) e Roberto (Sean Amsing).

Anche se ultimamente gli affari non vanno bene ei soldi scarseggiano, decide di prendere l’inusuale caso con cui arriva Nick Evans (Damon Wayans Jr), un terapista: vuole fare causa a un’app di appuntamenti perché non ha trovato l’amore .

Secondo Nick, la compagnia Guaranteed Love promette che troverai l’amore entro le prime mille date. Ma aveva mille appuntamenti e non è riuscito a trovarlo e per questo chiederà un risarcimento economico.

È così che viene condotta la battaglia legale contro l’app di appuntamenti mentre l’amore sboccia in una commedia romantica con indizi facili da amare, tanto zucchero e alcune graziose cartoline invernali da Seattle .

Guarda su Netflix

Penso alla fine

Penso alla fine | Netflix

È difficile classificare in un genere il nuovo film dello sceneggiatore e regista newyorkese Charlie Kaufman ( Eternal Radiance of a Mind without Memories ) e questo lo conferma come uno dei narratori cinematografici più singolari degli ultimi tempi.

Una storia che inizia in modo semplice: con una giovane donna (Jessie Buckley) che aspetta il suo fidanzato (Jesse Plemons) di qualche settimana fa per andarla a prendere, per fare un giro in macchina fino alla fattoria dove è cresciuto e dove vivono ancora i suoi amici. genitori.

Ma a pochi minuti dalla storia non solo cade un forte temporale sulla strada, ma l’atmosfera a bordo dell’auto diventa strana. Un viaggio scomodo che culmina con l’arrivo alla fattoria dei genitori di Jake sulla neve.

Come quei sogni sull’orlo di un incubo, dove rendiamo reale l’anormale e senza tempo, questo film complesso e allucinatorio è un viaggio pieno di surrealismo e meditazione.

Guarda su Netflix

Lontano

Lontano | Netflix

La fantascienza si unisce al dramma in questa serie con protagonista l’Oscar Hilary Swank , in cui interpreta Emma Green, un’astronauta americana che ha concentrato tutti i suoi sforzi professionali per raggiungere un giorno Marte.

In realtà, egli conduce una missione per il “pianeta rosso”, con gli astronauti di diverse potenze , quali problemi presenta fin dall’inizio.

Nel frattempo, in Texas, il marito subisce un incidente cerebrale che cambierà la vita quotidiana della sua famiglia e farà dubitare per la prima volta Emma del fatto di aver accettato di comandare il viaggio su Marte.

Così, con una storia divisa tra ciò che accade a bordo dell’Atlante con Emma e i suoi compagni di viaggio e ciò che accade sulla Terra con la sua famiglia e il team della NASA dietro la missione marziana, Lejos sta disegnando i 10 capitoli della sua prima stagione.

Guarda su Netflix

Parassita

Parassita
Foto: Parasite

Un evento è l’arrivo in streaming del film più chiacchierato dell’ultimo anno . C’era da aspettarselo, se il suo successo agli Oscar è stata una sorpresa, dove ha vinto i premi per il miglior film internazionale, il miglior regista, la migliore sceneggiatura originale e il miglior film .

Anche se prima aveva già trionfato a Cannes, dove ha debuttato e vinto la prestigiosa Palma d’Oro.

Il suo regista è l’acclamato regista sudcoreano Bong Joon-Ho , che in Parasite mette in discussione gli enormi problemi generati dai sistemi neoliberisti . Tutto, per mostrare con humour nero, le condizioni radicalmente diverse in cui due classi sociali vivono nella stessa città.

Un film che transita tra dramma e commedia per ritrarre magistralmente la vita di una famiglia, i Kim, che sopravvive in uno dei quartieri più poveri di Seoul.

Guarda su Netflix

Freaks: sei uno di noi

Freaks: sei uno di noi | Netflix

Insieme alle avventure di Batman, Superman o Avengers nel cinema, che sono fatte per travolgere i teatri, questo film di supereroi tedesco sembra più destinato a festival indipendenti.

Ha una bella storia scritta da Marc O. Seng, uno degli sceneggiatori di Dark , dove Wendy (Cornelia Gröschel), una giovane donna che lavora in un ristorante, scopre un giorno di avere un superpotere, quello della forza.

Apparentemente, farebbe parte di un gruppo di persone comuni che hanno doni speciali , ma che li hanno repressi a causa dei farmaci forniti da uno psichiatra che sarebbe dietro un’organizzazione segreta.

Guarda su Netflix

Giovane Wallander

Giovane Wallander | Netflix

Dopo essere diventato una figura chiave nella letteratura sulla suspense nordica , l’ispettore Kurt Wallander ha realizzato due programmi televisivi nella sua nativa Svezia e un altro sulla BBC, con Kenneth Branagh come suo alter ego, per rivivere oggi su Netflix.

Una serie che è stata girata in Svezia, parlata in inglese e con attori per lo più britannici-tranne il suo protagonista-, che installa anche l’azione nel presente, come un gioco temporaneo che dimentica che nella sua maturità il detective si è mosso tra anni ’90 e 2000.

Quindi, è nell’odierna città di Malmö che un ventenne Kurt (Adam Pålsson) pattuglia le strade in compagnia del suo amico e collega Reza Al-Rahman (Yasen Atour), preoccupato per casi minori, finché un adolescente muore nel suo quartiere da una granata che gli esplode in bocca e viene promosso a detective per commissionare questa indagine .

Un vero puzzle poliziesco i cui pezzi sono aggiustati su sei episodi e che, come si può vedere dall’inizio della sua storia, coinvolge un crimine d’odio che colpisce la comunità di immigrati legali e illegali a Malmö.

Guarda su Netflix

Spero che quella cosa piumata

Hope, quella cosa con le piume | Netflix

Meglio avere i fazzoletti usa e getta a portata di mano, che sicuramente questo film, tratto da un romanzo di Matthew Quick, Sorta come una rock star , ti farà venire diverse lacrime.

Questo perché la sua giovane protagonista , Amber Appleton ( Auliʻi Cravalho , nota per aver doppiato Moana nel film d’animazione Disney) accade una tragedia dopo l’altra .

Dopo la morte di suo padre, l’adolescente è andata a vivere con sua madre, Becky (Justina Machado), a casa del suo nuovo partner, Oliver, un alcolista. Ma dopo diversi episodi violenti, entrambi decidono di andarsene.

Tuttavia, non hanno un posto dove andare ed è per questo che all’inizio del film li vediamo passare le notti in uno scuolabus, i classici gialli, e di cui Becky è l’autista.

Tutto si complica quando i capi della madre di Amber scoprono che entrambi vivono sull’autobus e decidono di cacciarla dal lavoro. Come se non bastasse, Becky subisce un incidente e poi Big Bobby Boy, il cagnolino inseparabile dell’adolescente, viene rilevato un tumore.

Una storia triste, ma a lieto fine , che diventa uno di quei drammi da guardare in famiglia, perché lascia diversi insegnamenti a bambini e adolescenti e tira fuori le lacrime occasionali dagli adulti.

Guarda su Netflix

Origini segrete

Origini segrete | Netflix

Dalla Spagna siamo abituati a vedere commedie, thriller, drammi e film dell’orrore, ecco perché questa produzione iberica di supereroi e supercriminali è una rarità .

Si tratta di un adattamento per lo schermo dell’omonimo romanzo dello stesso regista, David Galán Galindo, in cui si verificano una serie di bizzarri omicidi a Madrid e in cui il criminale ricrea la genesi di diversi supereroi , che nel mondo è noto come “origini segrete”.

La persona incaricata di indagare su questi crimini è Valentín, un giovane detective, che riceverà l’aiuto di Jorge, un fan sfegatato di fumetti e supereroi, e che sarà fondamentale per chiarire il caso.

Attraversando diversi generi, dal thriller poliziesco al cinema dei supereroi, il film raggiunge il suo obiettivo finale, che è quello di intrattenere anche chi non segue solitamente le storie dei supereroi.

Guarda su Netflix

Cobra Kai

Cobra Kai

Sebbene film come Ghostbusters e Footloose siano stati rilasciati nel 1984 , ce n’è stato uno incentrato sui giovani che è riuscito anche a conquistare la critica: Karate Kid , il film in cui un giovane ha affrontato i suoi conflitti con l’aiuto del suo sensei e delle arti marziali.

Come trent’anni dopo, e dopo aver ispirato tre sequel negli anni ’80 e un remake nel 2010, è stato ripreso nella serie Cobra Kai , con l’ eterna rivalità tra Daniel LaRusso (Ralph Macchio) e Johnny Lawrence (William Zabka) come suo ingrediente principale.

Una produzione battezzata come il dojo dove Johnny si stava preparando e che originariamente ha debuttato due anni fa su YouTube Red con una prima e applaudita stagione di 10 episodi, a cui è seguito un secondo ciclo con lo stesso numero di trasmissioni.

Ora quelle due stagioni arrivano su Netflix in modo che chi non ha ancora visto la serie possa conoscerla o semplicemente in modo che i suoi follower possano godersi il ricongiungimento con LaRusso e Lawrence maturi e antagonisti.

Guarda su Netflix

Chincaglieria

Bigiotteria | Netflix

Dall’educazione sessuale a Come vendere droghe online , l’elenco delle recenti serie Netflix che ritraggono i guai dell’adolescenza con intelligenza e umorismo è generoso. In quella lista possiamo anche inserire Trinkets , che è stato rilasciato l’anno scorso.

Questo è il nome della brillante produzione portata sullo schermo dall’omonima Kirsten “Kiwi” Smith, la scrittrice diventata nota per essere stata la sceneggiatrice di commedie iconiche, come 10 cose che odio di te e Legally Blonde .

Ora torna con la sua seconda stagione , dove le protagoniste, Elodie, Tabitha e Moe, tre amiche che hanno una passione per i taccheggi , affrontano insieme i problemi che ognuna soffre e che si susseguono.

Un ritratto sensibile ed emozionante dell’adolescenza e che ancora una volta ha una meravigliosa colonna sonora , in cui trova un posto di rilievo le nuove voci femminili dell’indie. È un peccato che Netflix abbia deciso di non rinnovarlo per una terza stagione.

Guarda su Netflix

Lucifero

Lucifero | Netflix

Finalmente è arrivata la nuova puntata di questa popolare serie iniziata su Fox e che dopo la sua cancellazione Netflix ha deciso di riprenderla dalla sua quarta stagione.

Ora puoi vedere il suo quinto ciclo, che sarà diviso in due puntate, di otto episodi ciascuna . È così che è tornato il Signore dell’Inferno (Tom Ellis), che ha trascorso migliaia di anni all’Inferno, dove è tornato per contenere i demoni ei suoi piani per prendere in consegna il figlio di Amenadiel e Lind. Ma per gli abitanti della Terra sono passate solo poche settimane.

In questa stagione scommette ancora una volta per offrire ai fan quella che fino ad ora è stata la chiave della serie: la costante storia d’amore tra il demone e il suo partner detective .

Inoltre, ritorna con altri crimini e un capitolo speciale, che porta la storia, in bianco e nero, in una Los Angeles degli anni ’40.

Guarda su Netflix

Biohackers

Biohackers | Netflix

Dopo il successo di Dark , Netflix torna a scommettere su una serie di suspense tedesca . Anche se in Biohackers mette da parte viaggi nel tempo e complicati legami familiari per concentrarsi su un mistero legato alla ricerca genetica .

È quello che circonda Mia Akerlund (Luna Wendler), che studia alla Facoltà di Medicina di Friburgo, dove insegna la dott.ssa Tanja Lorenz (Jessica Schwarz), esperta di ricerca biotecnologica.

Lì incontra Jasper (Adrian Julius Tillmann), uno studente che, grazie al suo talento, è diventato l’assistente della dottoressa Lorenz e ora la aiuta sia alla facoltà che al suo centro di ricerca.

Lo stesso a cui la ragazza si avvicinerà per un presunto interesse romantico, ma che l’aiuterà ad avvicinarsi all’opera di Lorenz, che – come alcuni flashback hanno già rivelato – era legato alla morte del fratello gemello qualche anno fa.

Guarda su Netflix

Crimini familiari

Crimini familiari | Netflix

Cecilia Roth recita in questo film del regista argentino-argentino Sebastián Schindel, che doveva essere presentato in anteprima nelle sale lo scorso maggio, ma che alla fine è finito direttamente sul catalogo di Netflix.

Qui, la famosa attrice interpreta Alicia, una donna matura che vive in un ricco quartiere di Buenos Aires con suo marito, Héctor (Marcelo Subiotto), una collaboratrice domestica (Yanina Ávila) e Santi, il suo figlioletto ultimo.

Alicia ed Héctor sono anche genitori di un figlio maggiore, Daniel (Benjamin Amadeo), che è in prigione dopo aver tentato di uccidere sua moglie , Marcela (Sofía Gala), con la quale ha un figlio.

La sua situazione legale sta influenzando fortemente la famiglia, in particolare Alicia, che farà tutto quanto in suo potere per far uscire suo figlio di prigione.

Un thriller che in modo fluido e contenuto sta raccogliendo il puzzle di questa storia di abusi e che con formalità esemplare affronta temi come la violenza di genere, il dibattito sull’interruzione della gravidanza, la corruzione nel sistema giudiziario e la disumanizzazione interna delle classi superiori .

Guarda su Netflix

Progetto Power

Power Project | Netflix

In questo film d’azione, una pillola produce superpoteri nell’utilizzatore : dalla corsa a velocità incredibili, al diventare una torcia umana, all’essere colpiti da proiettili senza alcun danno. Ma quell’effetto dura solo cinque minuti e talvolta con reazioni collaterali che possono essere fatali.

Poche settimane dopo, molti la consumano già e tra i suoi venditori c’è Robin ( Dominique Fishback ), una giovane donna che fa pagare 500 dollari per ogni capsula e ha tra i suoi acquirenti e amici un detective della polizia di nome Frank ( Joseph Gordon-Levitt ).

Ma c’è un terzo e importante tassello in questo intricato puzzle: Art ( Jamie Foxx ), che si fa chiamare anche El Mayor e qualche anno fa è stato uno dei soldati che ha condotto la ricerca genetica da cui sarebbe poi nato Power.

Dopo un iniziale disaccordo, il poliziotto, l’ex soldato e il coraggioso Robin devono unire le forze per andare contro coloro che sono dietro a quella che viene definita “la prossima evoluzione umana”, ma che ha lasciato diverse vittime innocenti lungo la strada.

In questo modo, alla consueta quota di scene di inseguimenti, sparatorie e combattimenti che ogni film d’azione richiede, il nuovo film diretto da Henry Joost e Ariel Schulman aggiunge grandi dosi di superpoteri e non sempre in buone mani.

Guarda su Netflix

Il furto del sec

Furto del secolo | Netflix

La casa di carta ha già chiarito che il pubblico di Netflix ama le storie di grandi rapine. Lo stesso che sicuramente godrà ogni secondo di The Theft of the Century , il nuovo e spettacolare assalto che raggiunge il suo catalogo.

Certo, quella di questa serie colombiana si basa su un evento reale, quello dell’assalto a una banca più grande avvenuta nel paese del caffè . Inoltre, è davvero il più grande furto di denaro nella storia.

In totale, i ladri sono riusciti a prendere dal Banco de la República, nella città di Valledupar, più di $ 24 miliardi di pesos messicani, equivalenti a $ 33 milioni nel 1994, in modo che possano già misurare il valore di quel denaro oggi .

Un furto cinematografico, che meritava di arrivare sullo schermo e lo fa ora con i sei capitoli di questa serie, con Andrés Parra  e Christian Tappan , due attori che avevano già lavorato insieme su Escobar, il boss del male .

Guarda su Netflix

È bene non essere buoni

Va bene non stare bene | Netflix

Dalla sua anteprima lo scorso giugno, questo dramma coreano ha catturato milioni di persone in tutto il mondo ed è diventato rapidamente uno dei drammi o delle serie asiatiche più popolari quest’anno .

Una storia un po ‘oscura come le storie scritte dal suo protagonista, un giovane autore di successo di racconti per bambini che sembrano presi dall’immaginario gotico di Tim Burton.

È anche come una delle protagoniste delle sue storie: è estremamente bella, ma anche cattiva, arrogante e manipolatrice .

È anche selvaggiamente ossessiva, qualcosa che diventerà chiaro quando incontrerà Moon Gang Tae (Soo Hyun Kim), una giovane assistente infermieristica, in un ospedale.

Guarda su Netflix

Vis a Vis: L’oasi

Foto: Netflix

Con Vis a Vis: El Oasis, una delle serie spagnole più popolari nel catalogo Netflix si conclude.

E attenzione, non è uno spin-off come alcuni hanno affermato, ma la quinta e ultima stagione , che dopo essere stata trasmessa in TV in Spagna ora raggiunge il colosso dello streaming.

Forse può creare confusione perché, a differenza delle quattro puntate precedenti, questa non si concentra sulla “marea gialla” , la vita dei detenuti nella prigione di Cruz del Norte.

protagonisti questa volta sono Maca (Maggie Civantos) e Zulema (Najwa Nimri) e la loro ultima rapina. Sì, hai letto bene, gli arcirivari insieme e gli alleati, qualcosa che non ti sorprenderà così tanto se vedessi la quarta stagione.

The Umbrella Academy 2

The Umbrella Academy 2 riporta in vita i fratelli Hargreeves , i supereroi cresciuti nell’accademia del ricco e flemmatico Sir Reginald Hargreeves (Colm Feore).

Nella nuova stagione, i supereroi devono evitare, ancora una volta, la distruzione del mondo , pur essendo meglio esplorati nelle loro personalità, al di sopra dei loro poteri.

Personaggi vecchi e nuovi che si aggiungono a rinnovati conflitti e al ritmo incessante e accattivante che ha ora la sua storia, dove le scene d’azione e il viaggio nel tempo sono fondamentali .

Il tutto incorniciato da un’ambientazione impeccabile, il fascino dei suoi protagonisti – dove Klaus spicca sempre – e una precisa dose di umorismo.

Che odia

Dopo essere stato premiato come miglior film internazionale alla recente edizione online del Tribeca Film Festival , la storia inquietante di Tomasz Giemza (Maciej Musiałowski) arriva su Netflix.

È un giovane che è stato espulso dalla facoltà di giurisprudenza e che ha una grande capacità di usare la tecnologia , che si duplica con la sua gestione di Internet e dei social network. Ciò servirà a perseguitare Gabi, la figlia di un matrimonio milionario.

Allo stesso tempo, il ragazzo viene assunto da una società che si dedica a screditare celebrità o politici per conto di clienti anonimi.

Un luogo dove Tomasz mostrerà la sua freddezza e la sua personalità inquietante e in questo thriller si presenta come uno dei protagonisti più inquietanti degli ultimi tempi .

La cabina dei baci 2

Più di due anni fa, Netflix ha pubblicato un film per ragazzi che puntava sulla commedia mista a romanticismo . Il suo titolo era The Kissing Booth ed è diventato un successo di pubblico con la storia dell’adolescente Shelly “Elle” Evans (Joey King).

Nella sua trama, Elle e Lee Flynn (Joel Courtney) erano stati i migliori amici fin dalla nascita, un legame che si era rafforzato ancora di più dopo la morte della madre di Elle e che, per funzionare perfettamente, li ha costretti a soddisfare alcuni regole; come quella che diceva che non avrebbe dovuto guardare il bel fratello maggiore di Lee , Noah (Jacob Elordi).

Tuttavia, alcune cose non potevano essere controllate e la ragazza è finita molto in contatto con Noah alle spalle del suo compagno di avventura, e tutto a causa di una fiera scolastica in cui gli amici raccoglievano soldi con uno stand in cui le persone venivano pagate per baciare qualcuno.

In  The Kissing Booth 2  incontriamo Elle e Lee mesi dopo il film originale, nel loro ultimo anno di liceo ea pochi passi dall’inizio dell’istruzione superiore all’Università della California. Un seguito che soddisferà le aspettative dei fan .

Milf

Film di Milf
Latte | Netflix

Anche le commedie francesi hanno sempre una buona dose di sincerità e risate. Questo è ciò che troverai in Milf , il film uscito nel 2018, ma che d’ora in poi potrai vedere su Netflix.

Diretto da Axelle Laffont, che recita anche in esso, insieme alle attrici Virginie Ledoyen e Marie-Josée Croze. I tre rappresentano un gruppo di amici d’infanzia che si recano nel sud della Francia per vendere la casa di Cécile (Ledoyen), rimasta vedova tre anni fa.

Fanno il viaggio senza i loro figli, poiché approfittano dell’estate per fare una pausa al mare, mentre imballano tutto nella proprietà.

Sono in questi compiti, quando incontrano un gruppo di giovani ventenni che fanno l’impossibile per conquistare questi quarantenni. E lo fanno nel bel mezzo di una festa, molto alcol e un po ‘di droghe.

Inizia così una serie di avventure divertenti e leggere, tra queste donne che cercano di uscire dagli stereotipi, e anche di riconciliarsi con il loro passato, con i loro vecchi amori e con il loro ruolo di madri.

Desiderio oscuro

Nel 2004 Maite Perroni ha debuttato come attrice ed è diventata famosa per la soap opera Rebeldes . Più di 15 anni dopo, l’attrice lascia quella semplice giovane donna con il ruolo maturo e sensuale in Dark Desire .

Questa è la serie messicana in cui Perroni diventa Alma Solares, un avvocato e professore universitario di 40 anni sposato con il giudice Leonardo Solares (Jorge Poza). La sua storia inizia con una breve e caotica scena in cui la polizia trattiene una donna, in mezzo a diverse ambulanze.

Con un ritmo lento, ma segnato da rivelazioni diverse e costanti , si stanno sviluppando i 18 capitoli – di mezz’ora ciascuno – del nuovo thriller Netflix. Ma qui al mistero, in sostanza poliziesco, si aggiunge un ingrediente fondamentale: l’erotismo , con scene sensuali che non cadono mai nel volgare.

La vecchia guardia

La vecchia guardia | Netflix

Con la sua partecipazione a film come Mad Max: Road Fury e Atomic , Charlize Theron ha aggiunto alle sue riconosciute qualità drammatiche un’innegabile abilità per le scene d’azione. Abilità che ora riafferma in The Old Guard .

Si tratta di un film con il sigillo Netflix – in cui recita e produce l’attrice sudafricana-, che mostra la storia unica di un gruppo di mercenari immortali , che nel 21 ° secolo continua a offrire i propri servizi a chi se li può permettere.

Pur avendo come asse narrativo i personaggi di un fumetto e le loro avventure, ricche di confronti, il film punta su due elementi completamente differenzianti: il calore e la profondità .

Si differenzia quindi dai film di supereroi a cui Hollywood ci ha abituati, presentandosi come un’imperdibile alternativa all’interno di questo mondo di avventura, eroi e fantasia.

Buio

Proprio il giorno in cui si verifica l’apocalisse secondo la serie, è stata rilasciata la terza e ultima stagione di questa avvincente produzione tedesca di fantascienza e mistero.

Un finale che più che soddisfa le aspettative, con  otto episodi rivelatori  in cui tutte le domande sono chiarite e mozzafiato.

Nell’ultimo capitolo della seconda stagione, Martha (Lisa Vicari) ha  rivelato che esiste un altro mondo . E questa terza puntata inizia con Jones (Louis Hofmann) che viaggia in questo mondo parallelo.

Misteriosamente,  in quest’altra realtà accadono gli stessi eventi , ma in modo diverso. Inoltre, le stesse persone di Winden vivono lì, anche se con tratti diversi. Ma non sono tutti, perché alcuni non esistono in questo mondo.

Così, i nuovi capitoli si dispiegano tra idee e arrivi dal presente al futuro e al passato, fino al diciannovesimo secolo, e viaggi in quell’altra dimensione, labirintica quanto quella già conosciuta.

Nel frattempo accadono  omicidi, gravidanze, riunioni, perdite e un susseguirsi di bugie e rivelazioni  che ti terranno incollato allo schermo.

Nessuno sa che sono qui

Dei film Netflix cileni, questo è quello che tutti guardano oggi, perché è il  primo originale sulla piattaforma di  produzione nazionale.

Il debuttante Gaspar Antillo dirige questo film, interpretato da  Jorge García , meglio conosciuto come Hurley della serie  Lost , che per la prima volta assume  un ruolo da protagonista in un film realizzato nel paese d’origine di suo padre, il medico cileno Humberto Garcia.

Questo ruolo è quello di  Memo Garrido , che attualmente aiuta lo zio Braulio (Luis Gnecco) nella conceria di pelli di pecora in una fattoria vicino al  lago Llanquihue . In mezzo alla natura e al duro lavoro quest’uomo  nasconde i traumi del suo passato .

Molti anni fa era un giovane cantante promettente e, incoraggiato da suo padre, Jacinto (Alejandro Goic), ha cercato la fama a Miami. Ma a causa dei suoi chili in più, un produttore ha deciso che avrebbe prestato la sua voce a un altro ragazzo con un “look” migliore, Angelo Casas (Vicente Álvarez).

Ora Memo scappa dai ricordi e dalla compagnia di altre persone, ad eccezione dello zio. Anche se  nella solitudine della sua stanza sogna le luci di un palcoscenico , mentre fa un vestito brillante e legge le memorie di un Angelo maturo (Gastón Pauls).

Non sono più qui

Non sono più qui | Netflix

Una delle migliori uscite Netflix dell’anno è Non sono più qui , un film messicano su un adolescente che è costretto a emigrare negli Stati Uniti e che porta il dolore dello sradicamento.

È un film del regista Fernando Frías , presentato in anteprima lo scorso anno e che ha girato diversi festival, come Tribeca, a New York, e il Morelia Film Festival, dove ha vinto il premio per il miglior film messicano .

Il tutto al suono della cumbia abbassata , che prende il nome dal suo ritmo lento , che si ottiene rallentando i canti. Uno stile che nasce negli anni ’60 per errore di un giradischi e che diventa un fenomeno.

Classifica dei film

Foto: Salvate il soldato Ryan

Se nessuno dei consigli sopra riportati ti convince, ti invitiamo a rivedere questo speciale in cui ordiniamo i migliori film del catalogo Netflix in una classifica completa .

Da Saving Private Ryan  a Up , passando per tutti i generi possibili, ecco l’elenco con 50 film che devi vedere.

Classifica di serie

Sebbene la maggior parte delle buone serie su Netflix siano produzioni originali della rete di streaming, ci sono diversi titoli “fuori”, come Breaking Bad, FRIENDS o Peaky Blinders , che alimentano il catalogo.

In questo speciale scegliamo i 70 migliori gioielli e li ordiniamo in questa classifica.

Leggi anche  Anna Falchi e Beppe Convertini, in tv con C’è Tempo Per... il nostro feeling è completo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here