Streaming Online Fiorentina – Udinese Diretta Live Tv Come vedere Gratis No Rojadirecta Sky o Dzan

0
491

Ti stai chiedendo dove si vede Fiorentina Udinese in diretta streaming e TV? Vuoi sapere se Fiorentina Udinese sarà trasmessa da Sky o DAZN? Vuoi sapere a che ora si gioca la partita Fiorentina Udinese? Vuoi conoscere le formazioni ufficiali di Fiorentina Udinese? Cerchi un modo per vedere Fiorentina Udinese in streaming gratis?

Nessun problema, di seguito trovi tutte le risposte che cerchi.

In questo articolo vedremo come e dove si vede Fiorentina Udinese in diretta TV e in diretta live streaming sul tuo PC, Smartphone, Tablet o Console, vedremo le formazioni del match, l’orario della partita e tutti gli altri dettagli su questo match Fiorentina Udinese di Serie A.

Oggi festeggia i 45 anni di matrimonio insieme alla moglie Catherine e ha chiesto un regalo alla squadra: vincere. Ieri pomeriggio Rocco Commisso ha fatto una video chiamata a tutto fi gruppo che si trova ancora in isolamento e ha detto ai giocatori che adesso hanno l’opportunità di mostrare il loro reale valore.

E allora lachini, a maggior ragione, cerca di cambiare rotta alla stagione. Affronta l’udinese e vuole tornare alla vittoria: «Il gruppo è coinvolto nel nostro lavoro e c’è la convinzione di poter fare un campionato di un certo tipo. In un momento così le criticheci stanno, sono normali». lachini ha dalla propria parte fi presidente Commisso e non soltanto per questi 90! Insomma l’allenatore non deve tremare per la sua panchina in caso di sconfitta stasera, ma sa che deve vincere: « La società e il presidente vedono come lavoriamo. E poi fi gruppo è compatto.

L’Udinese è un’ottima squadra e dovremo fare una partita importante. Ci vorranno leggerezza e serenità insieme a determinazione e concentrazione. Quanto mai saranno decisivi gli episodi». Infine i problemi di formazione, anche grandi. Ribery infatti non è al meglio. Stringe i denti, è convocato e proverà stamani ma rimane in forte dubbio. Anche in difesa c’é un punto interrogativo: «Ci auguriamo che Pezzella possa essere dei nostri, – dice lachini – altrimenti abbiamo Martìnez Quarta che si sta già inserendo bene nonostante sia tra gli ultimi arrivati». E pure Callejon vuole esserci: «Sta lavorando bene, faremo un punto della situazione insieme per capire se sarà possibile vederlo dall’inizio o nel corso della gara».

Dopo la prima vittoria in campionato contro il Panna l’udinese va a Firenze per provare a rifare punti dopo ben 13 anni in cui i friulani sono sempre usciti sconfitti dal Franchi. Un campo storicamente difficile per i bianconeri, con appena 5 vittorie in 44 gare in serie A, con Gotti che conferma fi 3-5-2: «Non ritengo di iniziare già con un’altra veste. Cambiando schema tattico, al di là del sistema numerico cambiano alcuni equilibri in campo: è la bellezza di avere giocatori con caratteristiche diverse e che possono interpretare più moli». Buone news anche dall’infenneria : recuperati Walace e Larsen. Ci dovrebbe essere un solo cambio rispetto all’ultimo turno, con Molina al posto di Ter Avest sulla fascia destra. Possibili chance per Bonifazi in difesa e per il match winner di una settimana fa, Pussetto, in avanti.

Dove e come vedere la partita in diretta e live streaming

La partita tra Fiorentina e Udinese, in programma alle 18.00, sarà trasmessa in diretta tv da Sky sui canali Sky Sport Uno (satellite, digitale terrestre e internet) e Sky Sport 252 (satellite e internet). La telecronaca è di Federico Zancan, con il commento di Daniele Adani. I collegamenti da bordo campo saranno a cura di Massimo Ugolini. Fiorentina e Udinese in streaming gratis sarà disponibile solo per gli abbonati alla pay tv satellitare grazie all’applicazione Sky Go che permetterà di seguire la partita in diretta anche su pc, tablet e smartphone.

Nella “bolla” Rocco Commisso c’è entrato….in streaming. Nella palestra del centro sportivo Astori c’erano tutti: da Borja Valero, benché ancora indisponibile per problemi fisici, a Josè Maria Callejon, fino allo staff, tecnico e sanitario. C’era Giancarlo Antognoni, il club manager e pure i magazzinieri: riuniti per il saluto del presidente che ha voluto spronare la sua Fiorentina. Non potendo farlo personalmente a causa dell’isolamento fiduciario del gruppo squadra, il patron ha sfruttato i vantaggi di una video-chiamata. Si è prima sincerato delle condizioni di salute di tutti per poi soffermarsi sull’attualità del momento. Ha pure strappato qualche sorriso, perché oggi, con la moglie Catherine, ha rivelato, festeggerà i 45 anni di matrimonio e coi suoi giocatori è stato chiaro: «Ci aspettiamo un bellissimo regalo».

IL VALORE. Ha coinvolto ciascuno dei suoi calciatori: singoli e collettivo potranno mostrare davvero l’effettivo valore. Perché il presidente non ha mai nascosto la fiducia incondizionata nei riguardi della rosa: questa è una buona squadra, ha detto, più forte rispetto allo scorso anno e per tornare nella parte sinistra della classifica, lì dove Commisso intende stare stabilmente, serve uno strappo deciso. Ha ricordato ai giocatori di oggi quello che, in passato, da capitano del team della Columbia University, ripeteva ai suoi compagni di gioco, ovvero l’importanza del gruppo e del saper giocare. l’uno per l’altro. Ha chiesto poi ai più esperti di aiutare i giovani a crescere non dimenticando di sottolineare come tutti, nel corso della singola gara e della stagione, potranno essere determinanti, titolari o subentranti.AL FIANCO. Dirigenza e proprietà, insomma, restano al fianco della Fiorentina, così come tutta la famiglia viola che conta tantissimi tifosi in Italia ed anche in America. Commisso ha colto l’occasione per ripetere una volta di più che tutti, ora più che mai, si aspettano impegno e compattezza nel dimostrare attaccamento alla maglia. C’è da rendere orgogliosa Firenze, ma anche le 15 mila persone che, oltre oceano, negli Usa, hanno il viola nel Dna. L’auspicio resta sempre quello di veder ripetere dal club lo stesso percorso di ascesa che caratterizza da anni Mediacom, il cui logo è impresso al centro della divisa e di cui non deve essere sottovalutata l’importanza (sul fronte sponsorizzazione).

Insomma, il tycoon è sceso in campo per sostenere la sua squadra, nella speranza di festeggiare oggi stesso il ritorno al successo (ha brindato a quella sul Torino, alla prima di campionato, poi è arrivato solo un punto in tre partite), giusto prima di fare rientro – possibile in questa settimana – in America, come annunciato in occasione della ri-conferma di Beppe Iachini. Domani, intanto, il Comune di Bagno a Ripoli, dove sorgerà il nuovo centro sportivo, approverà la variante urbanistica necessaria per la richiesta dei permessi a costruire, con inizio dei lavori fissato per i primi di gennaio. Aspettando di conoscere come si evolverà la questione stadio (33% di possibilità di ristrutturazione del Franchi, 33% di spostamento dell’impianto a Campi Bisenzio ma anche 33% che tutto resti così), Commisso potrà avviare il count down per l’inaugurazione della tanto attesa casa viola.
FIRENZE Lo preoccupano gli “acciaccati”, più che le critiche. Beppe Iachini è nel calcio da molti anni e sa che questo è il momento di tapparsi le orecchie, aprire il cuore e far funzionare le gambe: «Il gruppo è coinvolto nel nostro lavoro, mio e dello staff. C’è la convinzione di poter fare un campionato di un certo tipo. Le critiche in un periodo come questo, se non arrivano i risultati, ci stanno e sono normali. Ma è anche un’annata particolare e pure le tante partenze dei giocatori per le varie Nazionali hanno complicato il lavoro, già difficile per le tempistiche. Per far andar bene le cose conosco solo una medicina e cioè lavorare insieme per migliorarci. Stiamo facendo questo, la bacchetta magica non ce l’ha nessuno».
FORTI DUBBI. Adesso l’allenatore deve tuttavia cambiare marcia, ingranare con i risultati e mantenere la fiducia del presidente Commisso che lo ha confermato e non soltanto per questi 90′ ma più ad ampio raggio. Ancora qualche gara per tornare alla vittoria, alla prestazione e alla continuità. Beppe inizia da oggi contro l’Udinese, con il grande interrogativo legato tuttavia alla presenza di Ribery. Il francese prova a stringere i denti, vorrebbe esserci, è convocato ma rimane in forte dubbio. Una decisione definitiva sarà presa soltanto oggi. In più c’è un dubbio in difesa: «Ci auguriamo che Pezzella possa essere dei nostri domani – dice Iachini – altrimenti abbiamo anche Martinez Quarta, che stiamo cercando di far inserire.

Callejon? Con Josè parliamo tutti i giorni, ci confrontiamo con lui e con lo staff medico. Sta lavorando bene, faremo un punto con il ragazzo per poter capire se sarà possibile vederlo dall’inizio o nel corso della gara. Lui si conosce e sa il suo livello di condizione». Cambi ed eventuali assenze che potrebbero pesare come in passato: «A volte non c’è stato Ribery e Pezzella ci è mancato per tre partite e mezzo, è il leader della difesa ed è chiaro che nei meccanismi difensivi è importante per guidare la squadra. Per quanto riguarda i gol subiti volevamo creare una squadra più propositiva ed offensiva, abbiamo creato tanto in queste prime partite e abbiamo avuto un atteggiamento giusto. Ma continuando a lavorare come abbiamo fatto ritroveremo la nostra compattezza difensiva, senza perdere la voglia di andare a fare gol. Hanno segnato centrocampisti, esterni, difensori. Non dobbiamo aspettarci i gol soltanto dagli attaccanti, ma da tutta la squadra».

FIDUCIA COMMISSO. Beppe Iachini vorrebbe tornare al successo anche per Commisso: «La società e il presidente vedono come lavora lo staff con la squadra sul campo. È chiaro che dobbiamo lavorare ma il gruppo è compatto e vuole fare bene. L’Udinese è un’ottima squadra e dovremo fare una partita importante, andando in campo con leggerezza e serenità che ci vogliono per arrivare ai risultati. In più servono determinazione e concentrazione, come sempre. Saranno decisivi gli episodi, dovremo essere bravi a girarli dalla nostra parte. Nelle ultime gare ci siamo riusciti meno, abbiamo preso qualche gol evitabile. Sono momenti, a volte capitano. I tifosi? Dispiace non averli sugli spalti, sono sempre stati importanti in casa e fuori casa».

Leggi anche  Streaming Web Roma – Benevento Diretta Live Tv Gratis dove vedere No Rojadirecta e Hesgoal (Ore 20:45)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here