ADI: a chi spetta il sussidio per persone con più di 60 anni, disabili e con figli a carico?

L’Assegno di inclusione non è limitato solo alle famiglie, ma può essere destinato anche ai single. Naturalmente, sia le famiglie che i single devono soddisfare i requisiti economici e patrimoniali stabiliti.

Di seguito sono riportati i casi in cui l’Assegno di inclusione spetta alle persone che vivono da sole:

– Se sei un single over 60 senza figli a carico e vivi da solo, hai diritto all’assegno di inclusione.

– Se sei un genitore separato single con un figlio minorenne a carico, hai diritto all’assegno di inclusione.

– Se vivi da solo, sei affetto da disabilità, hai diritto all’assegno di inclusione.

– Se sei single e ti trovi in condizioni di svantaggio, come essere vittima di violenza o avere dipendenze, hai diritto all’assegno di inclusione.

Se invece sei single, non hai disabilità, non hai figli a carico e non sei over 60, non hai diritto all’assegno di inclusione. In questo caso, puoi considerare la possibilità di richiedere il Supporto per la formazione e il lavoro.

Curiosità: l’Assegno di inclusione è un sostegno finanziario previsto in Italia per le persone con basso reddito e patrimonio, al fine di favorire l’inclusione sociale ed economica. L’importo dell’assegno varia in base alla situazione economica del beneficiario e al numero dei componenti del nucleo familiare.