“È stato un omicidio-suicidio: la tragica vicenda coinvolge nomi propri”

Quattro persone sono state uccise in una sparatoria avvenuta oggi a Los Angeles, la città più nota della California. L’autore del crimine si è suicidato immediatamente dopo l’atto. La notizia della sparatoria si è diffusa rapidamente negli Stati Uniti e in tutto il mondo, compresa l’Italia.

Al momento sono poche le informazioni disponibili su questo caso. Sappiamo solo che la polizia locale è intervenuta dopo aver ricevuto segnalazioni di una persona armata. Questa persona ha aperto il fuoco sulla folla, uccidendo quattro persone, prima di togliersi la vita. Gli investigatori stanno cercando di fare chiarezza sulla dinamica della sparatoria e sul motivo dietro questi omicidi. È ancora da capire se le vittime siano state scelte casualmente o se ci sia un collegamento tra l’aggressore e le persone colpite.

La sparatoria a Los Angeles arriva poco dopo quella di Chicago, che ha visto la morte di due giovani ragazzi. I ragazzi, di 16 e 17 anni, sono stati uccisi da un gruppo di killer all’uscita da una scuola. Le vittime facevano parte di un gruppo di studenti di un istituto privato. Sono state uccise da persone con il volto camuffato che sono scese da due auto diverse. Al momento sono disponibili pochissime informazioni su entrambi i casi.