Belen e Stefano sfidano Totti e Ilary Blasi: “Siamo noi la coppia d’oro dell Tv

In Senza categoria

Coppi o Bartali?». «Milan o Inter?» «Doccia o vasca da bagno?» E per finire, colpo di genio: «Aspirina o Zerinol?». Un formidabile animale televisivo che rispondeva al nome di Maurizio Mosca, giornalista sportivo, scomparso nel 2010, aveva capito fin troppo bene la natura di noi italici. Viva gli eterni duelli: o da una parte o dall’altra, o mi ami o mi odi. Perciò, sfruculiava il pubblico di una delle sue numerose trasmissioni televisive sottoponendolo alle domande di cui sopra, trovando persino qualcuno disposto a prenderlo sul serio che urlavano in studio la risposta: «Aspirinaaa!»

Ebbene, l’eterno dualismo si ripropone spavaldo in salsa televisiva, e sarà la vera sfida autunnale da apparecchiare sul piccolo schermo: preferite la coppia all’amatriciana Ilary Blasi e Francesco Totti o quella al peperoncino made in Italy su asado argentino formata da Belen Rodriguez e I Stefano De Martino? Rifletteteci bene, perché nel gioco delle coppie amare | gli uni piuttosto che gli altri vuole dire definirsi antropologicamente. Da un I lato, i “prima gli italiani” I Totti, moglie e marito che I somigliano alla parte più ancestrale e genuina del nostro Paese. Ilary e Francesco si sposano in chiesa nel 2005, in diretta televisiva Sky, e lei, come molte nostre sorelle, cugine, amiche del cuore, è già in dolce attesa.

Di Cristian, il loro primogenito, seguito poi da Chanel, nata nel 2007, e da Isabel, che oggi ha 3 anni. Stefano e Belen, ‘invece, coppia mista, prima diventano genitori di Santiago, nell’aprile del 2013, e poi si dicono sì, a settembre dello stesso anno. Salvo poi prendersi una lunga pausa, facendo giri di valzer con altri partner, Andrea Iannone e Gilda Ambrosio su tutti. Se i Totti sono tradizionalisti, i De Martino sono assai frizzantini.

Ciò non significa che il Pupone e l’ex Letterina siano due noiosi pantofolai, anzi. Tanto che la televisione ora li corteggia per una sit com che avrebbe il sapore della rivisitazione 2.0 di Casa Vianello e che si intitolerà appunto Casa Totti. La coppia avrebbe già girato due puntate pilota, ospiti Emma Marrone, storica ex di De Martino, e Teo Mammuccari, partner a Le Iene di Ilary. Onestamente, stando alle croccanti battute dei due sui social o nelle interviste, possiamo permetterci di insinuare che gli sceneggiatori avrebbero ben poco da lavorare: la realtà basta e avanza.
Francesco, che ora appare molto più disinvolto di un tempo, talvolta rivela alcuni divertenti aneddoti familiari, per esempio, che la moglie gli concede piatti di pastasciutta con 12 o al massimo 13 maccheroni, causa dieta, e poi diminuisce le dosi addirittura a 6 o 7: «A casa mia si mangia pane e acqua», si lamenta, davanti alle telecamere di Verissimo.

Lei di rimando rivelava che lui era “un po’ fissato con il sesso” e di essere costretta talvolta a fingere il più classico dei mal di testa diplomatici, salvo poi correggersi, di recente, ridendo: «Sono passati 10 anni da quando parlavo così. Ora Francesco è invecchiato». Questa estate la ritroviamo in vacanza a Ponza, a raccattare letteralmente dal mare un paparazzo che la insegue, in difficoltà con il gommone rimasto in panne: “Non sei nessuno se non ti porti il paparazzo personale”, ha ironizzato lady Totti, pubblicando alcuni video sulle Stories di Instagram. Nelle clip sui social, llary si diverte a scherzare sulla presenza del paparazzo a bordo del suo yacht. “Adotta anche tu un paparazzo”, conclude prima di scattare una foto ricordo con il fotografo, prontamente invitato a restare per pranzo.

Insieme, Francesco e llary funzionano, e si passano la palla, tallonando da vicino i De Martino, in una sfida che potrebbe presto essere molto calda. Gli ultimi due, che sono tornati insieme da poco, per la gioia dei fan e gli scetticismi degli haters, hanno impegni imminenti: il 24 di agosto, la conduzione su Raidue della serata La notte della Taranta, che ha
fatto storcere il naso ai puristi della kermesse salentina, abituata a nomi più chic e rarefatti. «Ci chiediamo perché questa paziente costruzione, questo meraviglioso progetto creativo culturale, sociale e politico, debba ora infrangersi vendendo l’anima del Salento al gossip, al trash, al populismo, all’acchiap- pa audience e all’acchiappa chiappe», hanno scritto in un appello anti De Martino alcuni intellettuali di riferimento pugliesi.

Poco male: la coppia Belen e Stefano, tempo dopo, è stata scelta anche per condurre la finale del Festival di Castrocaro, il 3 settembre, sempre su Raidue. «Porteremo in Tv il nostro equilibrio comico», ha detto Stefano, «Belen è una donna che abbaglia, io sono uno scugnizzo napoletano. Lei ha una vena ironica forte, ma ha bisogno di qualcuno che sappia sdrammatizzarla. Le nostre scelte personali hanno acceso nella testa e nel cuore delle persone una speranza, sono felice». Oltretutto, nessuno ha messo in discussione la conduzione da parte della consorte di Tu sì que vales, su Canale 5.

In quanto a llary, marito a parte, dopo aver detto basta al Grande Fratello Vip, a settembre sarà impegnata con Alvin a condurre sempre su Canale 5 EuroGames, versione modernizzata di un classicone’ euro-nazionalpopolare come Giochi senza frontiere. C’è un solo terreno di sfida sul quale i Totti hanno vinto, per ora: quello relativo al numero dei pargoli in dotazione. «Io ne vorrei cinque, per fare una squadra di calcetto», ha detto il Pupone a Maurizio Costanzo, ma forse scherzava, anche perché sua moglie, da spalla perfetta, memore della prontezza della grande Sandra Mondaini, gli ha rilanciato via stampa: «Tre figli già non sono pochi!».

Belen e Stefano, però, non ci stanno ad alzare bandiera bianca davanti alla coppia più amata di Roma e ad allargare anche loro la famiglia hanno già pensato. A dar retta a recentissime indiscrezioni, Stefano avrebbe telefonato ad alcuni ex colleghi di Amici per confermare la seconda gravidanza di Belen, chiedendo la massima discrezione. Insomma, tirate fuori un bel sacchetto di pop corn e mettetevi comodi sul divano a guardare: il campionato (in Tv) tra i quattro è tutt’altro che finito.

Lascia un commento