Redazione 26 Ottobre 2019

La nave è salpata e in mezzo alle onde, solca i mari di mezzo mondo, facendo spola nei luoghi più esotici dei cinque continenti. A vele spiegate, a ritmo di musica, mossa forse dalla passione di due eterni ragazzi che si guardano negli occhi come la prima volta, riuscendo a sprigionare una lucentezza più unica che rara. Con una promessa: non lasciarsi mai più. È la Storia di Albano e Romina, travolti da un insolito destino nell’azzurro mare (questa volta a ottobre, non ad agosto).

Il destino di chi si allontana e poi lentamente si riavvicina. Di chi finisce forse spesso e volentieri (e in maniera troppo precipitosa) in piazza per questa o l’altra storia, per quella o l’altra intervista, per questa o l’altra dichiarazione. Purché se ne parli. Sempre. Pur di mettere in mezzo i loro nomi, sarebbero disposti a tutto. Ma chiariamo subito una cosa: l’intenzione di dirsi addio di fatto non c’è mai stata. Al contrario c’è la voglia di cominciare adesso ad immergersi in una nuova avventura che li terrà impegnati ancora per molto tempo. Il loro naufragio è iniziato qualche giorno fa, in terra australiana, già assaporata insieme qualche anno prima. Un vero punto di non ritorno che invece adesso è un eccezionale punto di partenza per l’inizio di una nuova vita: per loro si appresta, in maniera inesorabile, l’opportunità di esibirsi in alcune delle più importanti città del mondo.

Cosa muove due persone – non più giovanissime e fortemente legate da impegni familiari – a prendere, scappare dall’Italia, macinare chilometri e chilometri e dare l’anima per ore e ore sul palcoscenico? È Albano Carrisi a fornirci la risposta sulla reazione chimica che ancora oggi lega questi due eccezionali elementi. «Il tempo della felicità si è fermato, – c’è la stessa emozione, lo stesso divertimento, la stessa voglia di giocare». Nuovi stimoli, nuove energie per quello che dovrebbe essere “un amore di rose e non di spine” traducendo le parole che il cantautore di Cellino San Marco portò qualche anno fa a Sanremo.

Leggi anche  Stefano Fresi nel film 'Il grande passo' di Antonio Padovan

E proprio la cittadina ligure sembra essere la destinazione finale del loro lungo percorso. In mezzo a concerti, ospitate, eventi ed esibizioni, arriverà infine quella più importante e particolare della loro carriera. Premi prestigiosi, esibizioni, viaggi intercontinentali, e ora forse il progetto più importante della loro vita, della loro attività artistica. «Esistono effettivamente due canzoni che giacciono in un cassetto da tempo… Nessuna delle due però è stata presentata ufficialmente al Festival», ha precisato Carrisi, sul possibile ritorno all’Ariston. Lavorare ad un nuovo brano che sia in grado di stupire il sempre più aperto pubblico sanremese, capace ora di apprezzare la musica indie italiana, le varie contaminazioni del rap e hip hop, sarebbe davvero una bella sfida provare a confrontarsi riportando una bella ventata di sana tradizione all’Ariston.

Basterebbero davvero loro due per accendere i cuori di un pubblico italiano che li ha visti protagonisti su quel palco per molti anni. Non sarebbe un tentativo vano. E poi di nuovo via verso nuovi lidi. Senza pensare al passato, senza recriminare. Con lo sguardo un po’ perso, quasi attonito, è lo stesso Albano a spiegare il perchè della rottura e che non fosse stato per lui, sarebbero ancora insieme. «Ma fosse stato per me non l’avrei mai lasciata, Romina: è stata lei ad andarsene…» ha confessato Car- risi con un pizzico di amarezza. Ora sono lì, di nuovo insieme, di nuovo uniti. Con l’intenzione” forse di chiudere in bellezza e di intonare insieme una canzone non presa dal loro repertorio e che recitava così “ e non ci lasceremo maL.abbiamo troppe cose insieme, se ci arrabbiamo poi, ci ritroviamo poi”

Leave a comment.

Your email address will not be published. Required fields are marked*