Elisabetta Gregoraci, esclusa da Sanremo per motivi politici?

Si dice Elisabetta Gregoraci: «Sono amareggiatissima, sono basita… Non posso credere a quello che è successo. Lo so che ho sollevato un polverone, sto ricevendo chiamate, messaggi di solidarietà, ma sono ancora sconcertata, perché proprio non me lo aspettavo».

E in effetti non si placano le polemiche e le discussioni, dopo la “bomba” che la soubrette ha sganciato sul Festival di Sanremo di Amadeus, al via martedì 4 febbraio su Raiuno. Nei giorni scorsi, infatti, la Gregoraci ha dichiarato di essere stata estromessa per ragioni politiche dal cast del programma che va in onda subito dopo la diretta di Sanremo, il cosiddetto “dopofestival”, che quest’anno si intitola L’Altro Festival e va in onda sul portale Internet Rai- play: «Nicola Savino, con cui avrei dovuto co-condurre il dopofestival, come mi aveva ufficializzato la Rai, ha preteso la mia esclusione. E per telefono, mi ha detto che tra le ragioni c’è la presunta appartenenza politica alla Destra del mio ex marito Flavio Briatore, mentre il cast era pieno invece di comici di sinistra».

Parole piene di delusione, la delusione di chi, dopo avere toccato il cielo con un dito, ha visto crollare tutto all’improvviso: e in effetti, da settimane circolava con insistenza la voce che Elisa- betta fosse una delle donne candidate a entrare nel cast de L’Altro Festival.

Una notizia che per la Gregoraci sarebbe stata la ciliegina sulla torta di un periodo professionale davvero importante, dopo il debutto come attrice nel film drammatico Aspromonte – La terra degli ultimi del regista Mimmo Calopresti, come lei stessa ci aveva detto poco tempo fa: «Sì, è un periodo di grandi soddisfazioni, sono una mamma che lavora e che, professionalmente, sta realizzando tutti i suoi sogni… Sono pronta per nuove sfide», ci raccontava, evidentemente pensando alle trattative in corso per la sua partecipazione a Sanremo.
Invece, poi tutto è sfumato.

E la “denuncia” di Elisabetta ha subito scatenato una bufera in casa Rai, proprio nei giorni in cui sono iniziate le prove al teatro Ariston: una bufera che ha coinvolto sia Amadeus, conduttore e direttore artistico di Sanremo, sia, soprattutto, Nicola Savino, a cui lo stesso Amadeus ha affidato la conduzione de L’Altro Festival.

Poche ore dopo lo sfogo della Gregoraci, infatti, Amadeus, dopo essersi consultato con i dirigenti Rai, ha risposto così: «Ho affidato L’Altro Festival a Nicola Savino, dandogli carta bianca e sono sicuro che farà un buon lavoro… La Gregoraci non l’ho sentita in questi mesi, ma vorrei dirle che bisognerebbe rispettare i no come i sì».
E poi ha aggiunto: «Ho chiesto a Savino che L’Altro Festival fosse dedicato al racconto del Festival fatto su Internet, sui social, con un linguaggio nuovo. Ha scelto un cast funzionale a questo tipo di racconto».

Insomma, Amadeus non è entrato nel merito della presunta discriminazione politica, anche se nei giorni precedenti aveva dichiarato che nel suo Festival non c’era spazio per la po- litica. «Il mio Festival non è né di destra né di sinistra».

Lo ha fatto invece Nicola Savino durante il programma radiofonico Deejay chiama Italia’. «Ho chiamato Elisabetta Gregoraci per rincuorarla di un malinteso che mi riguarda, ma non ho mai parlato di Destra e Sinistra perché io non discrimino. Prima di tutto, io non associo Flavio Briatore alla Destra, anzi, è amico di Renzi… e poi questa cosa di Destra e Sinistra mi ha proprio avvilito».

Ma, invece di porre fine alla polemica, le parole di Nicola Savino hanno solo acuito l’arrabbiatura della Gregoraci: «Ah sì? Savino è avvilito? Avvilita semmai sono io per quello che è successo».
E ancora: «Il suo no è incommentabile. Sono stata esclusa per motivi che esulano da me e  dalla mia professionalità. Se mi avesse detto che non mi voleva perché sono incapace di ballare e cantare mi avrebbe fatto meno male. Io ho sempre fatto il mio lavoro e la politica non mi interessa».

Poi la Gregoraci ha replicato anche ad Amadeus su un punto cruciale, ossia sul fatto che lui non sapesse nulla della trattativa per portare Elisabetta a Sanremo: «Trovo incredibile che Amadeus, direttore artistico del Festival, fosse all’oscuro della mia trattativa con la Rai quale co-conduttrice de L’Altro Festival. Vorrei fargli presente che i no vanno accettati, ci mancherebbe, ma solo qualora adeguatamente motivati e supportati da valide argomentazioni.

Una cosa è certa: il mio manager, Durante, aveva ricevuto dai vertici Rai la conferma della mia partecipazione al Festival e l’ultimo giorno sono stata liquidata, senza un se e senza un ma. La Rai era soddisfatta della scelta, ma Savino ha posto un aut aut: “O me o lei”.

E mi ha detto chiaramente: “Nel format abbiamo gente di Sinistra, non c’è spazio qui per chi è di Destra”». E nel botta e risposta tra la Gregoraci e i due conduttori sanremesi sono entrate anche altre voci: anzitutto, l’imprenditore Flavio Briatore, ex marito di Elisabetta e, suo malgrado, protagonista involontario di questa vicenda per le sue presunte simpatie politiche.
Briatore, infatti, con un messaggio sulla sua pagina Instagram si è complimentato con la sua ex moglie e mamma di suo figlio Nathan Falco. Poi, si è invece scagliato contro Nicola Savino insultandolo e dandogli dell’arrogante.

E anche il mondo della politica è entrato nella polemica. La senatrice di Fratelli d’Italia Daniela Santanchè, capogruppo nella Commissione di vigilanza Rai, ha promesso di dare battaglia per fare luce su questo incidente: «La esclusione della showgirl sarebbe avvenuta non per motivi connessi al suo ruolo e alle sue capacità ma in quanto ex compagna di un uomo ascrivibile alla Destra. Ma stiamo scherzando? Di fronte a un atteggiamento discriminatorio e sessista la Rai che ha intenzione di fare? Le varie femministe che aspettano a insorgere? Porrò con forza la questione in Vigilanza Rai. Non è tollerabile la motivazione capziosa che ha portato alla esclusione della Gregoraci».
Insomma, il Festival è sempre più vicino, ma il caso Gregoraci, invece di placarsi, fa sempre più discutere: «Troppe falsità sul mio conto», ripete lei.

Commenta la Notizia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *