I miei Genitori mi Fanno Mangiare Immondizia dai Cassonetti

Ciao. Io mi chiamo Ofelia, ho 15 anni e vivo a New York. La storia che stai per ascoltare potrebbe sembrare strana e forse un po’ disgustosa, ma sono sicura che capirai la mia situazione. Ecco tutto: i miei genitori ci sostentano con la spazzatura.

La maggior parte del cibo che mangiamo e le cose che usiamo nella vita quotidiana provengono dai cassonetti. Sì, hai capito bene: prendiamo qualcosa che è già stato buttato via e … lo mangiamo. L’ho detto così, in modo superficiale, ma in linea generale è così.

E lo facciamo già da diversi anni. Non siamo dei senzatetto o altro, non siamo né poveri, né ricchi. Viviamo in un appartamento a Brooklyn, e per “noi” intendo i miei genitori, Gina e Mike, il mio fratellino Derek e io. E per farti capire meglio, devo dirti qualcosa in più sui miei genitori. Sono entrambi degli artisti e si interessano a tutto, dalla pittura, all’arte performativa. A volte, accettano di esibirsi solo per soldi, ma sostanzialmente la loro vita ruota attorno all’arte stessa.

La mamma è cresciuta in una famiglia molto ricca di New York, e poteva permettersi tutto ciò che voleva, e, ironia della sorte, l’ha portata a questo. Sono entrambi socialmente e politicamente attivi. Ricordo di essere andata a molte manifestazioni e proteste insieme a loro sin da quando ero molto piccola. E posso dire che vogliono veramente rendere il nostro pianeta un posto migliore. E una parte molto importante del loro attivismo è il “freeganesimo”.

Non voglio annoiarti con termini e concetti, ma, in breve, il “freeganesimo” riguarda il non sostenere il consumismo e la sovrapproduzione di beni semplicemente non acquistandoli. E, sì, sfortunatamente, questo comporta la ricerca di cose, come il cibo, che è ancora buono da mangiare in posti come i cassonetti. Ma non è che ci tuffiamo nella spazzatura alla ricerca di bucce d’arancia o dello yogurt avanzato. Non è poi così male. Insomma, se fosse così, probabilmente, saremmo già morti. Per esempio, si tratta di usare il cibo che viene scartato dai supermercati, che la maggior parte delle volte, non è neanche scaduto.

Leggi anche  Mamma muore per 27 minuti, poi torna in vita e scrive un messaggio: «Il Paradiso è reale»

Il concetto è che, i miei genitori, non comprando, non sostengono le aziende che producono più del necessario e, di conseguenza, sprecano le nostre risorse. Naturalmente, non tutti in famiglia sono come i miei genitori. Per di più, nessuno dei parenti ci comprende e, fondamentalmente, pensano che siamo dei pazzi. La zia Lily, la sorella di mia madre, litigava spesso con lei per il freeganesimo, e ha detto più volte, sia a me che a mio fratello, che se fossimo a disagio a vivere così, potevamo vivere a casa sua. Ma noi abbiamo sempre scelto di restare.

Per sapere come va a finire, guarda il video!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *