Italia

Autista chiede a due ragazzini di non fumare sul bus: loro gli rompono il naso

Due ragazzi, saliti a bordo dell’autobus, hanno acceso una sigaretta e si sono messi a fumare cosa del tutto vietata nei luogi pubblici e sugli autobus, ma, alla richiesta dell’uomo i due ragazzi si sono innervositi parecchio reagendo in modo eccessivo

Nonostante le ripetute richieste dell’uomo di smettere di fumare quella sigaretta, i due non ne hanno voluto sapere e hanno aggredito l’autista dell’autobus della Amtab un azienda municipale di Bari che si occupa di trasporti urbani

I due che sono originari di Bari hanno iniziato un battibecco con l’uomo che è sfociato in una vera e propria aggressione che è avvenuta intorno alle ore 13:00 sulla linea 19 nella zona San Pio. Quando i carabinieri sono arrivati sul posto, i due sono scappati via e purtroppo non c’erano altri passeggeri presenti che a bordo dell’autobus.

Allora gli inquirenti hanno dovuto richiedere l’acquisizione dei Video delle telecamere interne del bus per poter identificare i due aggressori. Il segretario generale nazionale Faisa Cisal: Mauro Mongelli che ha espresso tutta la sua solidarietà per la vile aggressione!

“E’ inaccettabile che il personale debba essere sottoposto ad angherie e violenze, ma ancor più incomprensibile appare il clima di indifferenza che si sta ingenerando” Queste sono le parole dell’indignato sindacalista.

E ha continuato dicendo: Sono anni che cerchiamo di richiamare l’attenzione dei ministeri competenti, facendo in modo che si facciano carico del gravissimo problema e cercare insieme di trovare giuste soluzione di prevenzione e protezione di operatori e utenti!

3 thoughts on “Autista chiede a due ragazzini di non fumare sul bus: loro gli rompono il naso

  1. Ma l’autista del mezzo dell’AMTAB di Bari vista la situazione non ha fermato il mezzo nei pressi di una stazione dei CC o Polizia?

  2. Anzi sarebbe il caso che su ogni mezzo ci sia un interruttore di emergenza per un contatto immediato con le forze dell’ordine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *