Si dice che il vero potere ultimamente si misura con il numero di follower su Instagram. Ebbene Chiara Ferragni e Fedez (che sono rispettivamente a quota 18,9 milioni e quasi 10) stanno dimostrando al mondo che è proprio così. In pieno dramma nazionale per il coronavirus, la coppia d’oro dei social ha deciso di sfruttare l’enorme popolarità per aiutare chi combatte sul campo. Il 9 marzo i Ferragnez hanno fatto partire sul sito di crowfunding americano GoFoundme.

com la campagna di raccolta fondi “Rafforziamo la terapia intensiva” a favore dell’ospedale San Raffaele di Milano (e non solo) versando loro per primi 100 mila euro. In meno di una settimana i soldi raccolti sono stati più di 4,2 milioni di euro (questa la cifra raggiunta nel momento in cui scriviamo) con circa 200 mila donazioni complessive. Un record! Il denaro è stato già donato, i lavori sono avanzati: il nuovo reparto del San Raffaele sorge ex novo in una tensostruttura su un’area che ospitava un centro sportivo. La cifra raccolta permetterà quindi all’ospedale, tra il nuovo reparto e le aggiunte nella struttura già esistente, di avere 42 letti di terapia intensiva, 150 posti per il ricovero di malati di Covid-19 e un pronto soccorso dedicato.

I lavori, che proseguono giorno e notte, sono stati documentati anche da un video pubblicato sulla pagina Facebook dell’ormai celebre virologo del San Raffaele Roberto Burioni. «Ecco che fine hanno fatto i soldi che hanno donato Fedez e la Ferragni », ha commentato il professore, descrivendo nel dettaglio il cantiere dove si stanno ultimando impianti elettrici e idraulici. Nel video si vedono all’opera gli operai dell’azienda bresciana incaricata che ha promesso di consegnare la nuova struttura entro due settimane. Anche questo è un ottimo record che porta quasi a paragonare Milano a Wuhan. Se nella città cinese da cui è partito il coronavirus a gennaio sono stati costruiti due ospedali in poco più di una settimana, il capoluogo meneghino non è da meno: oltre al nuovo reparto del San Raffaele, nei prossimi giorni sarà probabilmente allestito un ospedale da 400 posti nell’ex Fiera.

Leggi anche  Veronica Maya a casa degli italiani con L’Italia che fa

Ma i Ferragnez non si fermano qui: anche altre realtà sanitarie beneficeranno dei fondi (nella misura di circa 250 mila euro) della raccoltà charity. Verranno dati aiuti agli ospedali di Cremona e di Bergamo, al Cotugno di Napoli, allo Spallanzani di Roma e alla Protezione civile. La campagna attivata dalla top influencer e dal marito rapper, una delle più grandi in Europa, è comunque uno delle tante, circa 200, che sono partite in questi giorni in Italia. Molte le celebrities che si stanno attivando per sostenere la sanità italiana. Silvio Berlusconi e Giuseppe Caprotti, primogenito del compianto Bernardo fondatore di Esselunga, hanno deciso di donare ben 10 milioni di euro a testa: si tratta per il momento della cifra più ingente stanziata da privati, la stessa messa a disposizione dalla famiglia Agnelli per l’emergenza in Piemonte.

L’ex premier ha voluto sostenere la realizzazione del reparto di terapia intensiva alla Fiera di Milano (o eventualmente altre emergenze) mentre Caprotti ha deciso di destinare la maxi cifra ai lavoratori delle fasce più deboli. Ingenti contributi anche dai Benetton che hanno donato tre milioni di euro e da Giorgio Armani che ha messo a disposizione oltre un milione. Prima di loro, con cifre più modeste ma sempre significative, si erano mossi anche Giorgia Palmas e Filippo Magnini, Francesco Facchinetti e Luciana Littizzetto, solo per citarne alcuni. Ma sono tante anche le persone comuni come Federica De Masi, giovanissima studentessa di medicina che ha raccolto con il crowfunding 456 mila euro a favore dell’ospedale Cotugno di Napoli.

Chiara Ferragni e Fedez sono molto attivi anche nel sostenere la campagna di sensibilizzazione #iorestoacasa. Durante uno dei numerosi flashmob degli ultimi giorni, il rapper ha improvvisato un concerto dal balcone di casa sua nel quartiere City Life di Milano, raccogliendo sui social più di un milione di fan. Anche il loro piccolo Leone ha dato il suo contributo. Il piccolo, che il 19 marzo ha compiuto due anni, ha pronunciato una delle sue prime frasi in un cliccatissimo video su Instagram: «Restate a casa».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here