Coronavirus: le condizioni di Mattia, il 18enne ricoverato in terapia intensiva

Arrivano finalmente buone notizie riguardo le condizioni di salute di Mattia, il 18enne ricoverato da due settimane in terapia intensiva all’ospedale di Cremona per un’infezione da Coronavirus, “stanno facendo registrare lievi, ma incoraggianti miglioramenti”, ha dichiarato il dirigente dell’Ufficio scolastico territoriale di Cremona Fabio Molinari. Il dirigente ha poi invitato tutti a “osservare un momento di raccoglimento domani sera, 31 marzo, alle 20”.

Ma non solo: il momento di silenzio potrebbe poi essere accompagnato dall’accensione di “una candela per testimoniare la propria vicinanza a Mattia” e a tutti coloro che stanno lottando per la vita. Molinari aggiunge poi che “senza voler mancare di rispetto al Vescovo, che ha tutta la mia stima ed il mio affetto, mi farebbe piacere che nelle chiese di Cremona le luci restassero accese nella notte di domani, segno di quella luce divina di cui tutti abbiamo bisogno”.

 

Il preside, anche se così non si può più chiamare, estende l’invito anche alle volanti delle forze dell’ordine, a cui è stato chiesto di far “brevemente risuonare le loro sirene per contrapporre al suono del dolore che le ambulanze ci fanno continuamente ascoltare, il suono della sicurezza e della speranza”. Lo riporta la “Provincia di Cremona”.

Il dirigente dell’Ust ha poi chiosato dicendo che “Mattia è il simbolo di una lotta che tanti stanno conducendo: giovani, donne, uomini, genitori, zii, nonni. E, nello stesso tempo, vorrei trasmettere un segnale di vicinanza e di incoraggiamento ai tanti medici ed infermieri che si prodigano con grande sacrificio, tenendo fede fino in fondo al Giuramento di Ippocrate”.

Leggi anche  Coronavirus, carceri in rivolta. 6 detenuti morti, evasioni di massa con furti di automobili

Nel frattempo sono saliti a 11591 i morti in Italia per Coronavirus, con altri 812 decessi nelle ultime 24 ore. I dati sono stati forniti da Angelo Borrelli, capo dipartimento della Protezione Civile. Ci sono 1590 guariti in più rispetto a ieri, per un totale di 14620. Crescono in maniera minore i casi attualmente positivi, che raggiungono un totale di 75528 (+1648, ieri i contagiati erano aumentati di 3815): si trovano in isolamento domiciliare 43752 persone, mentre 27795 sono ricoverate con sintomi e 3981 (+75) in terapia intensiva. Intanto l’Italia ha superato i 100mila casi totali, arrivando a 101.739 contagiati dall’inizio dell’emergenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *