Roberta Morise mette le cose in chiaro: “Con Eros Ramazzotti solo amici”

La felicità è reale solo se condivisa ed è per questo che Roberta Morise ha deciso di finire la quarantena in compagnia dell’amica e collega Angela Tuccia. «Ho trascorso i primi 20 giorni da sola poi, per sopperire alla solitudine, agli sbalzi di umore e ai continui alti e bassi di queste giornate sempre troppo lunghe, ho chiesto ad Angela di venire a stare qui da me. In due, in fondo, si sta sempre meglio».

Domanda. Soffre la solitudine? Riposta. «Normalmente no, ma in questo periodo nulla è stato facile. Certo: il sacrificio che ci è stato richiesto è niente rispetto a quello che stanno vivendo altre persone in prima linea, ma non le nascondo che mi mancano tutte quelle piccole cose che, fino a poco tempo fa, davo per scontate». D. Nonostante il periodo continua ad andare in onda, su Raidue, con I fatti vostri. R. «Una fortuna, anche se giorno dopo giorno, per motivi di sicurezza, abbiamo perso un pezzo di questa grande famiglia. Siamo rimasti, in uno studio enorme, io e Giancarlo Magalli». D. Com’è lavorare con Magalli? R. «Un’esperienza meravigliosa.

Da lui c’è solo da imparare. In due anni non mi ha mai fatta sentire fuori posto e mi ha sempre dato la possibilità di esprimermi come meglio credevo». D. Lui, di lei, ha detto: “Mi è bastato un solo sguardo per capire che non è una di quelle disposte a tutto”. R. «Sembrerà retorica, ma è la verità. In tutti questi anni non ho mai sgomitato, né ho mai avuto manie di protagonismo e ho sempre fatto in modo che a parlare fosse solo il mio lavoro». D. Lei, colleghe disposte a tutto ne ha conosciute? R. «Non personalmente, tuttavia sarei ipocrita se dicessi che queste figure, maschi o femmine che siano, non esistano». D. Nella querelle tra Giancarlo e Adriana Volpe lei dove si colloca? R. «A bordo campo. Conosco bene Giancarlo, per nulla Adriana. Trovarsi sul lavoro, d’altronde, non è facile. Non si amavano, succede, andiamo avanti». D. Piuttosto, è di queste ore la voce che la vede protagonista della prossima edizione di Tale e quale show. R. «Non ne so nulla. L’unica cosa certa è che I fatti vostri non finirà a maggio, bensì il 12 giugno.

Leggi anche  Nina Moric e Fabrizio Corona sono tornati insieme: è l'unica famiglia che gli è rimasta

Per il resto posso solo dirle che sarebbe un sogno». D. E, tv a parte, oggi cosa sogna? R. «Il grande amore e una famiglia tutta mia». D. Le manca? R. «Moltissimo e mi fa paura l’involuzione che i rapporti umani stanno vivendo. Oramai, se mi guardo in giro, vedo solo gente che costruisce, vive e alimenta storie dietro la tastiera di uno smartphone. E questo, mi dispiace, ma non fa per me». D. Lei in amore non è mai stata troppo fortunata, o sbaglio? R. «Non sbaglia. Mi sono appena rialzata dalla mia ultima storia d’amore. Una storia intensa, piena di progetti, che, dopo soli 4 anni, li ha visti naufragare. E pensare che per amore avevo cambiato casa, vita e abitudini. Con il senno di poi mai più lo rifarei, ma quando amo non capisco nulla e, nonostante le tante batoste prese, non riesco ancora ad avere una visione disincantata dell’amore». D. Ha mai pensato di essere lei il problema nelle relazioni? R. «Spesso e, sempre più spesso, mi ritrovo a domandarmi dove sbaglio. Sono una donna indipendente: non chiedo, né voglio niente, eppure c’è sempre qualcosa che non va.

Una cosa, però, è certa: dagli errori passati non ho imparato nulla». D. Ultimamente si è parlato molto di un flirt tra lei ed Eros Ramazzotti. R. «In queste settimane non ho detto nulla perché penso non ci sia nulla di più elegante di un grande silenzio. Fossi stata in Eros avrei evitato la smentita, ma rispetto la sua scelta. Tanto, se le cose non sono vere, scemano da sole senza creare casi mediatici». D. Eros, su Instagram, ci è andato giù pesante.. R. «In questo periodo siamo tutti più vulnerabili e magari lui, ora, è più sensibile. D’altronde ha dei figli e delle responsabilità. Io quando ho letto le prime indiscrezioni sono raggelata.

Leggi anche  Carlotta Mantovan solo l'amore verso la figlia allevia il dolore per Fabrizio Frizzi

Ma sono dell’idea che se le cose non sono vere, meglio non parlarne». D. Non me ne voglia, ma un’indiscrezione non nasce mai dal nulla… R. «La verità? Ci siamo conosciuti durante alcuni dei suoi concerti. Tra di noi c’è solo una bellissima amicizia e una stima professionale reciproca. Ci siamo sentiti qualche volta via Instagram e niente più». D. Insolita come cosa, visto che su Instagram nemmeno vi seguite. R. «Non sono molto brava con i social e non ho mai badato a certe cose. Lui non mi segue? Credevo mi seguisse, ma non ho mai misurato la solidità di una persona tramite un follow. Forse avrà smesso di seguirmi perché, vista l’emergenza, non canto più a I fatti vostri? (ride, ndr)». D. Lei non ce la racconta giusta. R. «Giuro: dopo quel post non l’ho mai più sentito».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *