Marco Masini, il nuovo album celebrativo conta della collaborazione di moltissimi artisti italiani

Da “L’uomo volante” a “Il confronto”, Marco Masini cavalca l’onda del successo da anni, senza mai deludere le aspettative dei suoi fan. Quest’ultimo singolo ha inaugurato il suo nuovo album celebrativo, intitolato “Masini +1, 30th anniversary”, che da subito ha scalato le classifiche entrando direttamente nella TOP 5 della classifica dei dischi e al primo posto della classifica dei vinili più venduti.

“Il confronto” è stato il singolo con cui ha partecipato alla 70esima edizione del Festival di Sanremo, a febbraio 2020, con cui ha riscosso molto successo, sia per il testo ricercato che per la musicalità dei versi. Per festeggiare i suoi 30 anni di carriera, Masini ha scelto di condividere il suo ultimo album insieme a molti artisti del panorama italiano con diversi duetti. Tra questi Eros Ramazzotti, Giuliano San- giorgi, Ermal Meta, Umberto Tozzi, Ambra Angiolini, Luca Carboni, Nek, Gigi D’Alessio, Jovanotti, Annalisa, Bianca Atzei, Giusy Ferreri, Fabrizio Moro.

A completare i festeggiamenti, era in programma anche un tour, con cui avrebbe calcato i principali teatri italiani ed europei, tornando con lo show dal vivo, che si sarebbe concluso il 20 settembre all’Arena di Verona. Il tutto è stato rinviato causa emergenza sanitaria dovuta al Covid-19. Classe 1964, fiorentino doc, Masini ha sempre amato la sua città e proprio durante l’emergenza in corso si è adoperato, partecipando ad una maratona benefica sul social network ìnstagram, al fine di donare il ricavato all’ospedale di Ponte a Niccheri. Tanti i successi che si accostano alla figura del cantante fiorentino a partire dagli esordi.

Celebre la sua collaborazione per la canzone “Si può dare di più”, portata a Sanremo dal trio Morandi, Ruggeri e Tozzi, e il suo esordio da concertista nella tournée di Tozzi nel 1986. Nel 1990, la sua prima partecipazione al 40° Festival della Canzone Italiana di Sanremo con il brano “Disperato”, scritto con Bigazzi e Dati, che l’ha portato alla vittoria tra i giovani, sezione Novità. La seconda partecipazione al Festival di Sanremo è avvenuta nel 1991 con il brano ‘ Perche lo fai , e di lì, uscì anche il secondo album, “Malinconoia” con cui Masini fece il suo primo tour da artista solista, di grande successo. Con l’album ‘T’innamorerai’, suscitò diverse polemiche relative al brano ‘Vaffanculo’ nonché censure sia in radio che in televisione.

Leggi anche  Ferragni e Fedez, la coppia più amata sui social sta vivendo un momento difficile

Nonostante tutto, riscontrò un alto numero di vendite, tanto da essere pubblicato anche in spagnolo. Dopo una serie di brani pubblicati, scalate, ma anche insuccessi, nel 2001 Masini dichiara il suo ritiro dalle scene come cantautore, spiegando che questa scelta era dovuta all’accanimento della critica nei suoi confronti che gli impediva la divulgazione dei propri brani attraverso i canali principali. Il tutto lo ribadì poco dopo, durante l’ospitata nel programma di Celentano “125 milioni di ca…te”. Il suo ritorno sotto i riflettori si è avuto nel 2003 e, successivamente nel 2004, ha vinto il Festival di Sanremo col brano “L’uomo volante”. Di lì successi senza tempo, che ancora oggi continua a creare, confermandosi un innovatore musicale, ma allo stesso tempo attento ai dettagli e al peso delle parole in musica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *