Samanta Togni comincia la sua nuova avventura come conduttrice de “I fatti vostri’

Mi batte il cuore all’idea che faccio parte della grande famiglia del programma I fatti vostri. Dopo essere stata a lungo una ballerina, mi devo concentrare su una nuova professione, quella di conduttrice, e sono davvero*molto emozionata».

Con queste parole Samanta Togni, che è stata una maestra storica di Ballando con le Stelle, annuncia il suo nuovo ruolo di conduttrice. Infatti, dal 14 settembre, tutti i giorni, dal lunedì al venerdì su Raidue, la vediamo al fianco di Giancarlo Magalli al timone di un pilastro della storia della televisione italiana, I fatti vostri, giunto alla trentesima edizione. «Pensi un po’», mi dice subito Samanta. «Ho sempre guardato questa trasmissione, la conosco come le mie tasche.

La guardavo molto quando ero una ragazza. Ricordo che prima di andare in palestra ad allenarmi e, poi, dopo, quando è nato mio figlio che adesso ha diciotto anni, restavo a casa e mi faceva compagnia. Negli anni si sono succeduti tanti conduttori ma il mio preferito è Giancarlo Magnili, che è il conduttore fisso dal 2009. Insomma, sono sempre stata una sua fan e in generale una fan della trasmissione. L’idea di varcare la soglia di quello studio televisivo mi sembra davvero un sogno».

Mi racconti dall’inizio come è arrivata alla corte di Michele Guardi, regista storico della trasmissione che ha lanciato diversi volti televisivi… «All’inizio di quest’anno ho annunciato il mio addio a Ballando con le Stelle. Ma non avevo ancora ricevuto alcuna proposta professionale. Solo che, negli ultimi anni, mi ero resa conto di volere intraprendere un nuovo cammino professionale e così ho detto addio alla trasmissione in attesa di nuove opportunità».

Leggi anche  Antonella Clerici, bellissime giornate a Portofino nella villa del compagno Vittorio Garrone

Da tre anni era diventata anche inviata di “Buongiorno benessere”, il programma dedicato alla salute e condotto da Vira Carbone… «Esattamente, ma ho lavorato anche a Unomattina Estate. Queste esperienze mi hanno fatto capire quanto, oltre al ballo, mi piacesse parlare davanti alle telecamere. Un paio di mesi fa sono stata chiamata da Michele Guardi e da due sue collaboratrici per I fatti vostri». Che cosa le hanno detto? «Mi hanno detto: “Ci piace il tuo modo di rapportarti con la gente, il tuo essere empatica.

Mi raccomando sii questo quando comincerai ad andare in onda”. Queste parole mi hanno commosso. Anche perché, evidentemente, soprattutto grazie alla mia esperienza a Ballando con le Stelle io ho potuto farmi conoscere non soltanto per le mie capacità sulla pista da ballo ma anche per il mio modo di fare». Quando ha ricevuto l’offerta, oltre ad accettarla, che cosa ha fatto? «Vuole ridere? Magalli e io non ci conosciamo, se non di vista. Ma ho chiesto il suo numero di telefonino e gli ho mandato subito un messaggio scrivendogli che ero onoratissima di lavorare con lui.

Giancarlo mi ha risposto subito, con la sua gentilezza e il suo modo garbato che tutti conosciamo. Le dico la verità: mi tremano le gambe all’idea di lavorare con un “mostro sacro” come lui. Cercherò di dare il massimo, sempre con umiltà. Perché so perfettamente di essere alle prime armi come conduttrice ma conosco la fatica, grazie ai decenni che ho dedicato al ballo, giorno e notte. Non mi spaventa ricominciare da capo». Lei è conscia che il pubblico di “Ballando con le Stelle” c’è un po’ rimasto male per il suo addio? Alcuni pensano che lei abbia un po’ “tradito” Milly Carlucci che, in fondo, le ha regalato il successo… «Per me Ballando con le Stelle rimarrà sempre una grande e bellissima famiglia.

Leggi anche  Britney Spears sbrocca e pubblica uno strano video: "Guardatemi, sono magrissima!"

Devo certamente a Milly la mia popolarità e non lo dimentico. Tuttavia succede che una persona voglia intraprendere nuove strade, mi sembra assolutamente normale. Quest’anno anche io farò parte del pubblico che, a casa, applaudirà Milly Cariucci e Ballando con le Stelle». Il ballo che cosa significa per lei adesso? «Ammetto di averlo un po’ accantonato. A causa della pandemia, poi, che ci ha costretti in casa per mesi, non ho più ballato. Gli spettacoli che prima facevo in giro con Samuel Peron, il mio amico, anche lui maestro storico di Ballando con le Stelle, ora sono fermi e, dunque, non ho motivi per rimettermi in pista assiduamente. Ora penso soprattutto alla conduzione. Perché, se è vero che per anni sono stata io la “maestra”, in televisione, ora è Giancarlo Magalli il mio “maestro” e non vedo l’ora di imparare ».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *