Più spericolato e temerario che mai, Tom Cruise ha accettato una nuova, avvincente sfida che lo porterà ben oltre i confini di Hollywood: l’attore sarà protagonista del primo film ambientato nello spazio. Quello vero.

Il nuovo action movie, di cui non si conosce ancora il titolo, avrà un set da fantascienza: la Stazione Spaziale Internazionale che orbita a circa 400 chilometri di distanza attorno alla Terra.

Le riprese inizieranno nel 2021, a ottobre, ma vista l’eccezionalità dell’evento i preparativi già fervono. Tom Cruise, che presto rivedremo al cinema nel sequel di Top Gun (uscita prevista luglio) e che dopo il blocco per la pandemia è tornato sul set di Mission Impossible 7, verrà lanciato da Cape Canaveral, negli Stati Uniti, alla volta dello spazio.

A bordo del velivolo SpaceX Crew Dragon Axiom Tourist Flight, pilotato dall’astronauta spagnolo Michael Lopez-Alegria, con lui ci sarà anche il regista Doug Liman, che in passato ha già diretto Cruise in Edge of Tomorrow – Senza domani (2014) e in Barry Seal – Una storia americana (2017).

Sulla navicella resta un posto libero non ancora assegnato, e c’è chi è pronto a scommettere che sarà riservato alla protagonista femminile del film, finora sconosciuta. Prima tappa la stazione spaziale commerciale Axiom, che dal 2024 prenderà il posto della Stazione Spaziale Internazionale. L’intera operazione, che ha un costo stimato di 200 milioni di dollari, è finanziata dalla SpaceX, l’azienda aerospaziale statunitense fondata da Elon Musk: «Sarà divertente», ha commentato l’imprenditore.

Al progetto collabora anche la Nasa, che tramite i suoi portavoce ha dichiarato: «Siamo entusiasti di lavorare con Tom Cruise a questo film girato a bordo della Stazione Spaziale. Abbiamo bisogno di media popolari che ispirino una nuova generazione di ingegneri e di scienziati per trasformare in realtà i nostri piani ambiziosi».

Leggi anche  Raffaella Fico e Mario Balotelli: è successo. E la foto dice più di ogni altra cosa

E l’ambizione americana di entrare a far parte del Guinness dei primati con una regia “extraterrestre” pare abbia risvegliato l’antica rivalità spaziale con la Russia, che non è rimasta a guardare. Pochi giorni dopo l’annuncio della nuova missione di Tom Cruise, anche l’agenzia spaziale russa Roscosmos ha dichiarato che (forse non a caso proprio nell’autunno del 2021) lancerà verso la Stazione Spaziale Internazionale la capsula Soyuz MSenis con a bordo un attore (di cui non è nota l’identità) per girare quello che sarà il primo film realizzato nello spazio. Staremo a vedere quale delle due superpotenze si aggiudicherà il primo ciak lassù.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here