Raoul Bova e Rocio Munoz, la coppia vive un momento magico e lui non si accontenta del cinema

Le prime pedalate sulla bicicletta sono ciò che più rimane impresso nei nostri ricordi di bambini. E anche per la Luna, 4 anni, questa sarà una giornata memorabile. Per lei è arrivato il momento di impugnare il manubrio della sua bici a rotelle nuova di zecca, seguendo attentamente le istruzioni di papà Raoul Bova, sotto l’occhio vigile di mamma Rocío.

Anche la sorellina Alma, che ha appena 2 anni, si prende la sua parte. Ovviamente è troppo piccola per montare in sella, però reclama un “passaggio” sul manubrio, sostenuta dall’attore che dispensa dolcezze davvero speciali alle due figlie. Ultimamente si è occupato lui delle bambine quando la compagna era in tour teatrale lontano da casa, ma oggi la famiglia si è ritrovata unita per godersi una bella mattina di sole al parco della Farnesina, in una settimana densa di impegni romani per la coppia.

Leggi anche  Stasera in TV Film e Programmi di Oggi Giovedì 21 Ottobre 2021, da non perdere

Ecco dunque l’attore che porta in spalla la bicicletta fino a un angolo tranquillo e dopo mostra a Luna come pedalare. Poi lui e Rocio seguono la bimba sostenendola come due angeli custodi, senza mai perdere d’occhio Alma, che ride e si diverte, ma è ancora un po’ goffa nel rincorrere la bici della sorella. È mattina presto e il parco non è ancora affollato, ma è difficile per la coppia di bellissimi passare inosservata, nonostante l’abbigliamento sportivo, oltre ai berretti e alle mascherine, li renda poco riconoscibili.

Ora Bova e la compagna Rocío appaiono sereni. Le voci di crisi, circolate tempo fa, sono svanite tanto far apparire sempre più fondate le indiscrezioni che li vedono vicini al grande passo. Lui è tornato in forma perfetta, ha superato la parentesi più triste: «Quando mi sono rotto la gamba stavo girando una fiction per la quale ero dovuto ingrassare. In poco tempo, mi sono ritrovato a pesare 110 chili.

Leggi anche  Diletta Leotta lancia segnali d'amore a Can Yaman

Ero disorientato, non mi riconoscevo», ha dichiarato. E quella maledetta storta sul set gli era capitata a fine novembre del 2019, proprio nel giorno in cui era mancata sua madre Rosa, a cui era legatissimo: «Mi sono fatto l’idea che sia morta di Covid, anche se ancora non si sapeva del virus». Oggi l’attore ha ritrovato l’equilibro grazie alla vicinanza della compagna e mostra un fascino maturo, che emerge anche in Calabria, terra mia, cortometraggio di Gabriele Muccino, di cui Bova (di padre calabrese) e Rocío sono protagonisti, presentato alla Mostra del Cinema di Roma.

Leggi anche  Elio Pandolfi chi è? L’attore morto all’età di 94 anni

E il Raoul nuovo, più maturo, di cui dicevamo, si ritrova anche nella sua prima fatica letteraria: proprio così, Bova è appena arrivato in libreria con Le regole dell’acqua (Rizzoli), storia di sport e di una grande famiglia, dedicato ai quattro figli, le bimbe e i maschi Alessandro Leon, 20 anni, e Francesco, 19, nati dal matrimonio con Chiara Giordano. «Il libro è stato una valvola di scarico. Mi sono detto, è ora di pensare alle cose belle».

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *