Missili da crociera lanciati da Pyongyang intercettati

La Corea del Nord ha lanciato missili da crociera per la seconda volta nel 2024, appena quattro giorni dopo l’ultimo lancio. L’esercito sudcoreano, che sta monitorando la situazione, è allarmato per la crescente tensione nell’area. I missili sono stati lanciati vicino al porto di Shinpo intorno alle 8:00 ora locale. Il lancio di oggi è il secondo lancio di missili da crociera avvenuto da settembre 2023. Mercoledì scorso, la Corea del Nord ha testato un nuovo missile da crociera strategico chiamato Pulhwasal-3-31, ancora in fase di sviluppo.

Le tensioni tra Seul e Pyongyang sono in aumento. Il dittatore nordcoreano, Kim Jong Un, è diventato più aggressivo nella sua direzione politica, mettendo fine a diversi accordi per mantenere la pace e definendo la Corea del Sud come il principale avversario del suo Paese. Inoltre, la Corea del Nord ha rivendicato test su droni d’attacco subacquei che potrebbero trasportare armi nucleari.

È importante sottolineare che la penisola coreana sta vivendo un periodo di tensione dopo la risoluzione dell’accordo intercoreano del 2018, il quale aveva l’obiettivo di ridurre la presenza militare e le esercitazioni nelle aree di confine. In risposta a queste azioni, la Corea del Sud ha annunciato sanzioni contro cinque individui e 11 navi collegate ai programmi nucleari e missilistici della Corea del Nord il 17 gennaio.

Curiosità: il nome del nuovo missile da crociera testato dalla Corea del Nord, Pulhwasal-3-31, deriva da un termine coreano che significa “fuoco di meraviglia”. Questo nome è stato scelto per enfatizzare le caratteristiche strategiche del missile. Inoltre, i test su droni d’attacco subacquei rappresentano una minaccia significativa in quanto potrebbero consentire alla Corea del Nord di eseguire attacchi sorpresa sottomarini.